Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Locomotive, carri, carrozze, servizi ferroviari e treni in generale.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10219
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da Fabrizio » mar ago 07, 2018 7:06 pm

Dal punto di vista della gestione non saprei, ma dal punto di vista del passeggero, li ho provati e non li ho trovati male. Sono mezzi allineati ai moderni standard ed ho trovato che siano idonei per i servizi che svolgono. Probabilmente, a parte i primi problemi iniziali, i mezzi hanno poi raggiunto gli obbiettivi previsti. Credo che, per questo nuovo ordine, molto abbia giocato l'economicità del mezzo, i rapidi tempi di consegna e messa in servizio e il fatto che ci siano già un buon numero di esemplari in esercizio. Immagino siano tutti fattori determinanti.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10219
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da Fabrizio » dom lug 19, 2020 6:29 pm

Sono pronti per essere inviati in Italia i 14 autotreni Pesa Atribo ordinati nel 2018. I mezzi dovrebbero giungere in Toscana per fare le prove e poi essere immessi in servizio in diverse regioni italiane. Alcuni mezzi saranno inviati in Sardegna, regione che ancora non ha in servizio mezzi di questo tipo. Il trasporto tra la Polonia, sede di produzione di questi mezzi, e l'Italia avviene a cura di Mercitalia Rail e partner esteri.

I mezzi dovevano giungere in Italia alla fine del 2019, ma la situazione economica di Pesa ha fatto accumulare ritardo. Alcuni dubbi riguardano la situazione finanziaria del produttore, Pesa, che qualora dovesse fallire darebbe problemi per il reperimento delle parti di ricambio. Tuttavia pare che la situazione vada a risolversi senza alcun fallimento. Da notare, comunque, che i mezzi sono prodotti con componentistica di diversi produttori, come MAN per i motori e Voith per le trasmissioni idrauliche. La maggior parte delle componentistiche di cui è prodotto il treno è fornita da terzi che utilizzano le varie parti anche su molti altri tipi di mezzo.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10219
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da Fabrizio » dom ago 02, 2020 9:00 pm

Sapete per caso dove sono finiti i due ATR 220 acquistati tempo fa da Ferrovie Nord? Erano stati acquistati inizialmente per il servizio sulla ferrovia Brescia-Edolo, poi però sono stati usati poco su questa ferrovia e comunque ora non sono in servizio su questa relazione.
FNM-LeNORD-ATR220_025-Iseo-2009-04-06-FantiniMaurizio_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit.jpg
Un ATR 220 di FNM al capolinea di Brescia della ferrovia della Valcamonica
Fabrizio Borca

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14506
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da MrMassy86 » lun ago 03, 2020 5:20 pm

Fabrizio hanno avuto entrambi problemi, credo prestazionali, erano stati fermati in deposito ed successivamente accantonati presso il DL di Milano Fiorenza in attesa di decisioni, avevo letto tempo fa dovrebbero essere rinviati ad Iseo per revisionarli e rimetterli in servizio sulla Brescia-Edolo però al momento credo sia ancora fermi e non so se sono stati inviati ad Iseo.
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10219
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da Fabrizio » dom ago 09, 2020 1:45 pm

Avevo sentito dire anche io, a suo tempo, che gli ATR 220 avevano problemi di prestazioni soprattutto su linee in salita. In questo caso, forse, avrebbero potuto spostarli su linee pianeggianti, tipo la Vercelli-Pavia o la Alessandria-Pavia, invece credo siano ancora accantonati come dici.

Non ho nemmeno ben capito se, questa faccenda dei problemi degli ATR 220, sia vera, vera in parte o non vera. Vedendo che ne sono stati acquistati parecchi e numerosi dovrebbero essere comunque in servizio, mi viene da pensare che la verità sia nel mezzo. Probabilmente si tratta di mezzi senza prestazioni eccezionali, ma che hanno soddisfatto alla necessità incombente di sostituire in maniera rapida ed economica alcune serie di ALn 668 che ormai non ce la facevano davvero più.

Sulla Garfagnana circolano questi mezzi?
Fabrizio Borca

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 14506
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da MrMassy86 » dom ago 09, 2020 5:50 pm

Fabrizio ha scritto:
dom ago 09, 2020 1:45 pm
...
Sulla Garfagnana circolano questi mezzi?
Si si regolarmente, ci sono solo loro, ormai di rado vedo una Aln668 :wink:
Considera che quelli FSE, Trenord e Tpfer sono del primo lotto con motori Man ed altre piccole differenze, Su quelli Trenitalia hanno cercato di migliorare i difetti della prima mandata, infatti se non sbaglio Trenitalia ha fatto montare i soliti motori dei Minuetto Diesel che sono molto più prestazionali del MAN originario altrimenti avrebbero avuto problemi sulle linee più acclivi, vedi Garfagnana
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 211
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da IpGio » dom ago 09, 2020 7:55 pm

Massimiliano, Fabrizio certo che sbagliare sulle prestazioni ci vuole tutta o mi sbaglio!
Sia da parte della progettazione ma anche da chi li acquista.
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10219
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Autotreni Pesa ATRIBO per le secondarie diesel

Messaggio da Fabrizio » dom ago 09, 2020 9:05 pm

Non sapevo della differente motorizzazione tra ATR 220 in uso a Trenitalia e gli altri. Da quel che sapevo, tutti gli ATR 220, montano due motori MAN D2876, che è un diesel ad iniezione diretta 6 cilindri in linea da 12,8 litri. Quel che cambia è invece la taratura, 382 kW per le versioni più vecchie e 390 per la versione Trenitalia. In pratica, gli ATR 220 Trenitalia, hanno 16 kW in più. Il motore dei Minuetto, invece, è un Iveco V8 FVQE 28 8 cilindri a V da 560 kW e 20 litri di cilindrata. In pratica, un ATR 220 ha 780 kW di potenza, mentre un Minuetto 1120 (ma i pesi sono diversi). Non saprei se sia possibile montare il motore di un Minuetto su un ATR 220, perché sono motori molto diversi tra di loro, ma tutto può essere. Quello che invece è uguale dovrebbe essere la trasmissione idraulica, che per entrambi i mezzi è la VOITH T 212 BRE, ma anche su questo ci sarebbe da approfondire.

Non saprei dire se si è sbagliato, io solitamente preferisco essere abbastanza prudente nel giudicare. E' chiaro che esistono mezzi più potenti e prestanti, ma costano anche di più e non è detto che i tempi di consegna fossero compatibili con le necessità di avere un mezzo in tempi brevi. L'ideale è avere dei mezzi potenti, veloci, affidabili, capienti e magari anche belli, ma non sempre ci sono sufficienti fondi per acquistarne in numero sufficiente per garantire un servizio con un certo numero di corse, capillarità e regolarità. Questo, molto spesso, rende necessari dei compromessi. In base a quel che sento, ad alcune volte che li ho provati e a ciò che dice Massy relativamente ai servizi in Garfagnana, probabilmente il mezzo non è certo il meglio di quanto possa esistere, ma riesce ad offrire un discreto servizio compatibilmente con le condizioni al contorno. In alcuni casi ho sentito di forti critiche, ma bisognerebbe anche vedere quali sono gli standard di manutenzione seguiti e sopratutto cosa c'era prima degli ATR 220. In molti casi, infatti, si usa un mezzo non brillante, migliorabile, ma che è sempre meglio di ciò che c'era prima, ovvero macchine che ormai non garantivano più alcun che dal punto di vista della affidabilità.

Un altra curiosità che ho scoperto relativamente agli ATR 220 è una sostanziale differenza nel comando dei circuiti ausiliari rispetto ai Minuetto. Il comando degli impianti ausiliari (climatizzazione, compressori, alternatori per la produzione di elettricità) negli ATR 220 avviene per mezzo di impianti idraulici. Il motore comanda una pompa idraulica i cui circuiti raggiungono poi le varie componenti da energizzare (compressore del climatizzatore, compressori, alternatori), le quali sono attivate direttamente dall'olio in pressione. Sui Minuetto, invece, tutte le apparecchiature ausiliare (climatizzatore, compressori ecc) sono attivate elettricamente e ciascun motore comanda un alternatore da 120 kVA che alimenta tutti gli ausiliari.
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “MATERIALE ROTABILE E CIRCOLAZIONE FERROVIARIA”