Viaggio: Isola delle Femmine

Quando non sai dove mettere una discussione ovvero non è fermodellismo.

Moderatori: Fabrizio, liftman

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da Fabrizio » dom ago 11, 2019 11:51 pm

Introduzione:

Il giorno 6 Luglio 2019, organizzo un viaggio tra Torino e Isola delle Femmine, un paese della Provincia di Palermo.

Lo scopo del viaggio è quello di utilizzare il servizio ferroviario aeroportuale della città di Palermo e provare un aereo Boeing 737 serie 300. Il viaggio prevede la partenza da Torino , il volo fino a Palermo ed il viaggio in treno fino a Isola delle Femmine, quindi il rientro a Torino in aereo, passando per Milano.


66728589_2554609917940939_4200565422367440896_o.jpg
Itinerario del viaggio (2095 km)
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da Fabrizio » dom ago 11, 2019 11:55 pm

Prima parte: da Torino ad Isola delle Femmine


Per raggiungere Palermo utilizzo il volo Ryanair FR4819, previsto in partenza dall'aeroporto di Torino Caselle alle 8:40. Acquisto il biglietto online direttamente sul sito dell'operatore alcune settimane prima del volo, al prezzo di 68 euro più 5 euro per la scelta del posto.

Partendo da Torino, raggiungo l'aeroporto di Caselle utilizzando il servizio di collegamento aeroportuale di Sadem. Il Sabato un autobus collega il centro di Torino all'aeroporto ogni 30 minuti tra le 5:15 e le 23:30 al prezzo di 6,50 euro. E' possibile acquistare il biglietto nelle biglietterie a terra oppure a bordo con carta di credito, non sono disponibili biglietti acquistabili online. Mi reco alla autostazione di Torino Corso Bolzano, per prendere il bus delle 7:08, previsto in arrivo allo stallo 13. Il mezzo giunge in orario ed è un bus Iveco Crossway, che si presenta in ordine e pulito.

Partiamo dalla autostazione di Corso Bolzano e ci muoviamo verso Corso Principe Oddone, via Livorno, Corso Umbria e quindi Borgaro Torinese, transitando sempre su strade urbane ed extraurbane, dove il traffico non permette una marcia veloce e fluida. Il mezzo fa alcune fermate intermedie, alcune delle quali inibite alla discesa ed utilizzabili solo per la salita. La disponibilità di posti a bordo è esaurita. La percorrenza tra Torino e l'aeroporto è di circa un ora, quindi giungiamo all'aeroporto internazione di Torino Caselle alle 7:50.

Sceso dal bus mi reco alla zona imbarchi, quindi ai controlli di sicurezza, che si svolgono in maniera rapida ed in un tempo inferiore ai 5 minuti. Accedo al terminal partenze e mi reco al gate 3, quello previsto per l'imbarco del volo che devo utilizzare. Giungo al gate alle 8:00 e le procedure di imbarco iniziano alle 8:10, smaltendo una fila abbastanza lunga. L'imbarco avviene tramite le scalette, utilizzando entrambe le porte anteriori e posteriori del velivolo.

L'aereo è un Boeing 737-800 entrato in servizio nel 2013, che si presenta in ordine e pulito. A bordo la disposizione dei posti è su due file da tre posti con corridoio centrale, i sedili sono rivestiti in similpelle blu, abbastanza comodi e sufficientemente distanziati. Lo spazio tra un sedile e quello di fronte non è molto, ma nella media rispetto a quello che si può trovare sulla maggioranza dei voli.

Terminate le procedure di imbarco vengono chiuse le porte, quindi vengono date le istruzioni di sicurezza ed iniziano le operazioni di rullaggio. L'aereo si porta in prossimità della pista, quindi inizia la accelerazione e decolla in direzione nord, per poi eseguire subito una virata di 180° e portarsi in direzione sud verso Genova ed il Mare Tirreno. La giornata è calda ed umida il che non permette una ottima visuale esterna, anche se il percorso, in maggior parte sul mare, non permetterebbe comunque di godere di interessanti panorami. L'aereo non è eccezionalmente silenzioso, il rumore dei motori ed i fruscii aerodinamici coprono in gran parte il rumore delle voci in cabina, mentre gli annunci audio a bordo, soprattutto pubblicitari, sono fatti a volume molto alto.

Durante il tragitto si possono distinguere le coste della Toscana, l'isola d'Elba e la laguna di Orbetello, mentre più a sud si distinguono alcune navi passeggeri in servizio tra Civitavecchia e la Sardegna. Procediamo verso sud, quindi l'aereo si abbassa ed iniziamo la discesa verso Palermo. Lasciamo a destra l'isola di Ustica e ci approssimiamo all'aeroporto in anticipo, quindi eseguiamo alcune virate in attesa di avere il via libera per l'atterraggio. Durante l'ultima fase di volo si distingue chiaramente la città di Palermo, con il quartiere ZEN, il litorale di Mondello ed il Monte Gallo che lo sovrasta. Procedendo si distingue il litorale tirrenico con gli abitati di Capaci, Carini ed Isola delle Femmine, l'autostrada A 29 e la ferrovia Palermo-Trapani.

Atterriamo sulla pista 07 dell' aeroporto "Falcone-Borsellino" di Palermo alle 10:10, con 10 minuti di anticipo. Lo sbarco avviene con scale e bus, i quali ci conducono al terminal arrivi.

Il viaggio da Torino a Palermo ha richiesto circa due ore di viaggio, tra tempi di volo e procedure di imbarco e sbarco. il prezzo del biglietto, di 68 euro più 5 per la scelta del posto, è del tutto adeguato al livello di servizio, tempi ed orari sono stati rispettati.

Dall'aeroporto di Palermo utilizzo il treno per raggiungere Isola delle Femmine, un paese che si trova lungo la costa tirrenica nelle immediate vicinanze di Palermo. L'aeroporto di Punta Raisi è collegato alla stazione di Palermo Centrale con un servizio ferroviario che prevede una corsa ogni trenta minuti tra le 4:00 e le 22:00. Il servizio è organizzato con treni rapidi, che effettuano fermate solo nelle stazioni principali e treni lenti che effettuano fermata in tutte le stazioni, passante di Palermo compreso.

Utilizzo il treno Regionale 21314, previsto in partenza da Punta Raisi alle 10:40. Il treno è uno di quelli che effettua fermata in tutte le stazioni. La stazione di Punta Raisi si trova all'interno dell'aeroporto stesso ed è raggiungibile dal terminal partenze ed arrivi direttamente con un ascensore o scale mobili. La stazione, interrata, è dotata di biglietteria automatica e personale di assistenza alla clientela.


66741984_2554548234613774_3114086628038017024_o.jpg
Stazione di Punta Raisi


Il treno è pronto al binario 2 della stazione di Punta Raisi ed è un ETR 425 nella versione aeroportuale. Il mezzo si presenta in ordine e pulito, a bordo sono disponibili prese elettriche, monitor informativi e rastrelliere di grosse dimensioni per i bagagli ingombranti. Il climatizzatore mantiene una temperatura adeguata.

Partiamo in orario alle 10:40, quindi usciamo dalla stazione interrata di Punta Raisi e percorriamo il breve raccordo che ci immette sulla ferrovia Palermo - Trapani, per giungere poi nella stazione di Piraineto, prima delle fermate previste. La stazione di Piraineto è anche nodo di interscambio con i treni per Trapani, i quali partono da questa stazione per raggiungere anche le città di Alcamo, Mazara del Vallo e Marsala. La ferrovia è elettrificata tra Palermo e Punta Raisi, mentre treni diesel percorrono la tratta tra Piraineto e Trapani, dove la ferrovia non è elettrificata. La stazione di Piraineto funge da stazione porta per il passante di Palermo, dove un treno ogni 30 minuti percorre l'itinerario tra Punta Raisi e Palermo, mentre i treni per Trapani non entrano nel passante, ma terminano la loro corsa in questa stazione.

Ripartiamo da Piraineto e raggiungiamo quindi Carini e Torre Ciachea, poi attraversiamo senza fermata la stazione di Capaci e giungiamo ad Isola delle Femmine alle 11:00, in anticipo di 3 minuti. Ciascuna fermata viene annunciata a bordo da un messaggio audio, mentre i monitor di bordo riportano la stessa indicazione e la mappa che permette di visualizzare la posizione del treno sulla linea. La stazione di Isola delle Femmine è l'ultima prima del passante di Palermo, da qui in poi tutte le stazioni sono quelle ricomprese all'interno dell'area urbana del capoluogo siciliano.

66469435_2554549501280314_1694403450546159616_o.jpg
Interni del treno ETR 425 in servizio tra Punta Raisi e Palermo
66739942_2554559004612697_4962752844156370944_o.jpg
Panorama nei pressi di Capaci
66647792_2554565267945404_6028724836094705664_o.jpg
Panorama nei pressi di Carini

La stazione di Isola delle Femmine si trova nel centro abitato, a poca distanza dal centro e dal porto.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da Fabrizio » lun ago 12, 2019 12:03 am

Parte 2: da Isola delle Femmine a Torino


Alle 12:30 circa ritorno in stazione per prendere il treno delle 12:55 ed intraprendere il viaggio di ritorno verso Torino. La stazione di Isola delle Femmine, così come tutte quelle del passante di Palermo, è stata recentemente ristrutturata e si presenta come una stazione in ordine e funzionale. Sono presenti due banchine che consentono l'accesso a raso sui treni, monitor informativi, annunci audio, ascensori e distributori automatici di biglietti, mentre tutte le indicazioni riportano in maniera chiara la posizione dei servizi di stazione. Le banchine sono coperte da pensiline per tutta la loro lunghezza. La stazione, impresenziata, è dotata di tre binari passanti e consente l'incrocio dei treni sulla linea a singolo binario.
Mentre attendo il treno per Punta Raisi transitano un treno in direzione Palermo ed un altro in direzione dell'aeroporto. Sono treni in che effettuano i collegamenti rapidi e fermano solo nelle stazioni principali, ad Isola delle Femmine fermano solo i treni che fermano in tutte le stazioni.


66752027_2554559134612684_7978314198029434880_o.jpg
Porto di Isola delle Femmine
66611332_2554571657944765_3137931856968679424_o.jpg
Isola delle Femmine - Mare Tirreno. Sullo sfondo l'isola che da il nome al paese.
66606507_2554583444610253_8458773463375544320_o.jpg
Stazione di Isola delle Femmine - Binari lato Trapani

Il treno Regionale 21317 per Punta Raisi giunge da Palermo Centrale con alcuni minuti di anticipo ed è un ETR 425, nella versione con allestimento aeroportuale. Salgo a bordo del treno, che si presenta in ordine, pulito e fresco. La frequentazione è bassa, molti posti a bordo rimangono liberi. Ho acquistato il biglietto del treno dalla applicazione per smartphone "Trenitalia" al prezzo di 5,90 euro. La tratta per Punta Raisi è soggetta a tariffa speciale, essendo questo considerato un collegamento navetta aeroportuale. A bordo del treno il biglietto viene controllato dal personale di bordo tramite tablet, non c'è necessità di stampa in formato cartaceo, ma è sufficiente mostrare il QR code emesso dalla applicazione stessa o comunicare il codice biglietto ricevuto via email.

La tratta tra Isola delle Femmine e Punta Raisi richiede circa 20 minuti di viaggio, quindi giungiamo nella stazione dell'aeroporto alle 13:16, in orario.

66469429_2554608594607738_836820497260871680_o.jpg
Itinerario in treno da Isola delle Femmine a Punta Raisi


Per raggiungere Torino utilizzerò un aereo fino a Milano e poi un bus tra Milano e Torino. Per raggiungere Milano utilizzo il volo IG 668 di Air Italy, previsto in partenza per Milano Malpensa alle 15:00. Nonostante abbia acquistato il biglietto online e nonostante sia disponibile il web check-in per l'aeroporto di Palermo, non sono riuscito ad usare il servizio via internet per stampare la carta di imbarco. Questo succede perché il volo viene espletato, di volta in volta, da un vettore e con una aereo diverso, a causa della carenza di macchine nel parco Air Italy, fatto dovuto anche al fermo dei tre Boeing 737 MAX 8 dovuto a problemi di sicurezza del velivolo stesso. Tutti i Boeing 737 MAX 8 sono infatti interdetti al volo dopo gli incidenti dei voli Lion Air e Ethiopian Airlines dell' Ottobre 2018 e Marzo 2019.

Poiché non ho potuto ottenere la carta di imbarco per via telematica, mi reco ai banchi del check-in, dove la stessa mi viene emessa senza costi aggiuntivi. Per questo volo ho acquistato un biglietto di Business Class al prezzo di 185 euro, che prevede la possibilità di scelta del posto e utilizzo dell'imbraco prioritario. Sulla carta di imbarco, in ogni caso, è indicata la tariffa "Economy" e il posto previsto è diverso da quello da me scelto in fase di acquisto del biglietto. Precedentemente al volo, la compagnia, mi comunica l'impossibilità di utilizzare il posto scelto in fase di prenotazione e ci accordiamo per la scelta di un posto qualsiasi.

Ottenuta la carta di imbarco mi reco ai controlli, quindi accedo al terminal partenze ad attendo la chiamata al gate. I monitor indicano che partiremo con 15 minuti di ritardo, che poi saliranno a 45 effettivi. Una volta giunto l'aereo al gate inizia la procedura di imbarco, che avviene tramite il finger. Il velivolo che effettua il volo per Milano del 6 Luglio è un Boeing 737-300, ovvero un 737 della serie "classic". Il mezzo, in servizio dal 1997, è un aereo della serie precedente ai Boeing 737 più moderni della serie "NextGen" ed è dotato di due motori turboventola CFM 56-3. Il volo è operato da Lumiwings, compagnia greca con cui Air Italy ha stretto accordi per soddisfare le richieste di alcuni voli.

Salgo a bordo e le assistenti di volo mi indicano il posto assegnato, che si trova in prossimità delle uscite di sicurezza. Ricevo quindi alcune indicazioni aggiuntive sulla sicurezza che riguardano l'apertura dei portelloni di emergenza, mi siedo e siamo pronti per le operazioni di rullaggio. L'aereo inizia la corsa di decollo sulla pista, quindi si stacca da terra e compie una virata di circa 90° per poi continuare il viaggio in direzione nord.
Il mezzo è abbastanza rumoroso, la temperatura a bordo bassa, mentre i sedili, rivestiti in similpelle blu sono comodi e con una distanza fra gli stessi che rientra nella media. Terminata la fase di salita il personale di bordo distribuisce snack e bevande, mentre il volo procede tranquillo e senza inconvenienti, a parte la rumorosità del mezzo a volte un po' fastidiosa.

66483225_2554586697943261_8517207021718601728_o.jpg
Boeing 737-300 di Lumiwings in arrivo all'aeroporto di Palermo Punta Raisi
66624528_2554588847943046_8224240331726520320_o.jpg
Boeing 737-300 marche SX-LWB utilizzato per il volo IG 668 per Milano Malpensa
66845706_2554592407942690_5198131036390686720_o.jpg
Aeroporto di Palermo Punta Raisi e monti circostanti.


Il volo dura circa un ora e mezza, quindi superiamo i rilievi dell'Appennino Ligure ed iniziamo la discesa verso l'aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa. Superiamo il fiume Po, l'autostrada A4 e ci portiamo parallelamente al fiume Ticino, per atterrare sulla pista 35L alle 17:50, con un ora e 5 minuti di ritardo.

Non molto soddisfacente l'esperienza del volo con Air Italy, che per un prezzo del biglietto di 185 euro a tariffa Business, non offre un adeguato livello di servizio. Non è stato possibile eseguire il check-in online e il posto a bordo non corrisponde con quello scelto in fase di prenotazione, che doveva essere di livello Business, il volo non è operato da Air Italy ma da un altro vettore, su di un mezzo in buone condizioni e conforme, ma comunque obsoleto, rumoroso e che non prevede differenze tra posti a sedere di livello business ed economico. Non è stato possibile eseguire l'imbarco prioritario e l'arrivo avviene con oltre un ora di ritardo.

L'azienda prende comunque delle misure mitigative contattandomi prima della partenza, ma in generale, a conti fatti, il prezzo del biglietto pagato non corrisponde alla qualità del servizio definitivamente offerto.

Ho acquistato questo biglietto con un buono sconto ottenuto come risarcimento a causa di un ritardo di oltre cinque ore accumulato in un volo precedente, ma anche questa volta la compagnia non ha soddisfatto in pieno alle aspettative, accumulando ritardi ed offrendo un livello di servizio non del tutto soddisfacente.

66474412_2554607411274523_4948649545945841664_o.jpg
Itinerario del volo IG 668 da Palermo Punta Raisi a Milano Malpensa

L'ultimo tratto del viaggio prevede il rientro a Torino dall'aeroporto di Milano Malpensa. Per farlo utilizzo il servizio bus di Sadem, che collega l'aeroporto a Torino con un bus ogni due ore. Ho acquistato il biglietto per il bus delle 17:05, ma a causa del ritardo in arrivo del volo, devo sostituire il biglietto precedentemente acquistato. E' possibile far il cambio di prenotazione direttamente online, anche dopo la partenza del bus per cui si è acquistato il biglietto. Accedo quindi al sito internet di Sadem e seguo la procedura per il cambio prenotazione, prenotando un posto sul bus delle 18:30. La procedura termina senza particolari problemi e ricevo una email contenente il nuovo biglietto, che potrò mostrare al conducente del bus direttamente dallo smartphone.

All'interno dell'aeroporto è chiaramente indicato il percorso per raggiungere la fermata del bus ed un pannello luminoso indica la partenza del bus per Torino alla stallo n°4, dove mi reco per attendere l'arrivo del mezzo.

Il bus giunge in orario alle 18:30 ed è un Irisbus Evadys H, che si presenta in condizioni di ordine e pulizia solo sufficienti. Il mezzo ha sedili rivestiti in tessuto abbastanza logori, mentre in generale il mezzo non si presenta in ottime condizioni. I sedili non sono molto comodi e molto ravvicinati tra loro, con i sistemi di inclinazione che, se utilizzati, sottraggono lo spazio già poco ampio. Il climatizzatore non è molto efficiente ed ai vetri non sono disponibili tende parasole. L'autista del mezzo procede a controllare i biglietti e sistemare i bagagli dei passeggeri nelle apposite bagagliere poste sotto il mezzo, quindi partiamo percorrendo la strada statale 336 in direzione del casello autostradale di Marcallo-Mesero. A bordo i posti sono quasi tutti occupati, il mezzo non è molto silenzioso e abbastanza rigido ed, in generale, i livelli di confort di viaggio non sono molto elevati, anche a causa dei moti passeggeri imbarcati a bordo.

Circa 20 minuti dopo la partenza dall'aeroporto giungiamo sulla autostrada A4 e ci immettiamo in direzione Torino. Il viaggio prosegue a velocità sempre molto bassa ed in circa due ore raggiungiamo l'autostazione di Corso Bolzano, dove termina la corsa del bus. Il prezzo del biglietto è di 22 euro per il collegamento diretto tra l'aeroporto e Torino.
Fabrizio Borca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8464
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da adobel55 » lun ago 12, 2019 7:03 am

Come sempre ottima cronaca.
Anche per me in ritorno dalla Grecia hanno sostituito il vettore e l'aereo con uno più piccolo .
Sembra una prassi usuale.
Ciao

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1757
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da marione » lun ago 12, 2019 2:51 pm

Molto bello!

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Viaggio: Isola delle Femmine

Messaggio da Fabrizio » lun ago 12, 2019 5:32 pm

Da quando ho iniziato ad usare anche l'aereo per i viaggi ho notato che, rispetto al settore ferroviario, ritardi/cancellazioni e modifiche sono molto più frequenti. Inoltre anche la flessibilità è molto minore. In caso di modifiche, non è così facile salire sull'aereo successivo, ammesso che ci sia.

In realtà, questo viaggio, doveva essere un Torino-Lampedusa, ma il volo tra Palermo e Lampedusa (quello che mi interessava) è stato spostato dalle 13 alle 11, il che mi ha reso impossibile un suo utilizzo. Il viaggio era fatto per provare un aereo ATR 72, in servizio proprio tra Palermo e Lampedusa. In autunno, quando le tariffe dei voli si riducono, proverò a vedere se è possibile provare questo aereo.


Il cambio di aereo tra Palermo e Milano è invece dovuto al fermo dei Boeing 737 MAX 8, che perdura ormai da mesi. Air Italy ha in flotta 3 di questi mezzi ed il loro fermo ha costretto la compagnia ad affidare diversi voli a compagnie esterne, come Lumiwings, Tarayajet e Air Bulgaria, che operano per conto di Air Italy i voli che dovevano essere effettuati con le macchine ferme.
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “OFF TOPIC”