Come ricavare le dim. da una foto III - rotabili

Fotoincisioni - ottone - metalli - motorizzazioni - plastica - resina - sporcature.

Moderatore: Fabrizio

Rispondi
Avatar utente
ho_master
Messaggi: 552
Iscritto il: mar nov 06, 2012 6:58 am
Nome: Antonello
Regione: Abruzzo
Città: Pescara
Età: 69
Stato: Non connesso
Contatta:

Come ricavare le dim. da una foto III - rotabili

Messaggio da ho_master » ven nov 01, 2013 10:59 pm

Può succedere che si voglia elaborare un modello già in nostro possesso e che si abbiano delle buone foto, ma nessun figurino quotato.

Non perdiamoci d'animo: bisogna solo faticare un pò di più e ragionare molto.

Mettiamo di voler realizzare questo strano locomotore delle F.T.V., il DE 041 ( ex FS Alm 56.2054 ), chiaramente realizzato a partire da una automotrice Breda.

Abbiamo in casa una Aln 56 della Rivarossi: vediamo a che lunghezza totale dobbiamo accorciarla salvaguardando le cabine e le varie posizioni dei finestrini, oltre a definire le dimensioni della saracinesca.

Immagine:
Immagine
30,04 KB

Misurando un finestrino laterale del modello in nostro possesso annotiamo che e' largo 11,5 mm e alto 8,2 mm circa.

Partendo da queste due misure e facendo un ragionamento inverso rispetto a quello delle due puntate precedenti ci comportiamo in questa maniera.

Immagine:
Immagine
54,85 KB

1 - Con riga e squadra tracciamo le due righe che passano per la base dei finestrini e per le loro sommità; queste due righe vanno ad incontrarsi nel punto V2.

2 - Tracciamo una riga a partire dal lato sinistro del primo finestrino e la prolunghiamo per 4-5 volte l'altezza della foto fino al punto C: maggiore è questa lunghezza, più preciso sarà il calcolo.

3 - Uniamo V2 con C e tracciamo una semiretta orizzontale nel punto C.

4 - tracciiamo un arco con centro in V2 e raggio V2C

5 - Prolunghiamo i lati dei finestrini e della serranda fino ad incontrare la V2C

6 - Calcoliamo il fattore di scala FS dividendo gli 8,2 mm del finestrino del modello in nostro possesso per l'altezza che misuriamo sulla foto sulla retta che passa per il primo finestrino e per C; nel nostro caso questa altezza è di 32 mm quindi

FS = 8,2 / 32 = 0,25 circa

Immagine:
Immagine
41,46 KB

Nel caso che stiamo esaminando, al contrario dei casi visti in precedenza, la fotografia non ci permette di trovare il punto di fuga V1 e quindi la linea di orizzonte V1 V2, per cui non sappiamo dove si trovi il punto M2 e dobbiamo arrangiarci.

Ragionando pertanto a ritroso possiamo calcolare che il segmento B1 B2 che rappresenta la larghezza del finestrino deve essere pari agli 11,5 mm del finestrino del nostro modello divisi per il fattore di scala

B1 B2 = 11,5 / FS = 11,5 / 0,25 = 46 mm

Dobbiamo trovare un punto M2, situato sull'arco, e tale che tracciando due semirette da esso che intersechino i prolungamenti di un finestrino sulla V2C esse a loro volta intersechino la orizzontale
per C in due punti distanti 46 mm

Sembra proprio di essere tornati a scuola !

Nella realtà, e con un pò di pratica, prendiamo un primo punto a caso sull'arco, tracciamo le semirette e misuriamo la distanza B1 B2 ottenuta.

Ripetiamo il tutto da un secondo punto poco distante, sempre sull'arco, e annotiamo la seconda misura ottenuta.

Ripetendo il procedimento due o tre volte finchè B1 B2 non sia uguale circa a 46 mm otteniamo il punto M2 definitivo.

In questo caso particolare ,se proiettiamo da M2 il prolungamento del primo finestrino a sinistra dovremmo ottenere il segmento CB0 sempre di 46 mm: abbiamo la controprova di aver preso il punto giusto.

Possiamo quindi determinare la distanza fra i finestrini estremi e da questa calcolare la lunghezza totale della locomotiva, ovvero di quanto accorciare la littorina. Giàcche ci sono, calcoliamo anche larghezza e posizione della saracinesca.

Ripeto che si tratta di metodi grafici e quindi non possono garantire una precisione assoluta, ma, se misuriamo i nostri costosissimi gioielli realizzati dalle case più blasonate, possiamo giurare sulla fedeltà delle misure in scala ?

Vi lascio con un' idea di come potrebbe essere il modello finito, appena abbozzato in questo studio: attenzione alla posizione delle porte e dei finestrini! non basta segare il modello Rivarossi al centro.


Immagine:
Immagine
7,74 KB

Antonello

Avatar utente
Pecetta
Messaggi: 1812
Iscritto il: gio gen 03, 2013 11:48 pm
Nome: Alberico
Regione: Lombardia
Città: Varese
Età: 51
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Pecetta » ven nov 01, 2013 11:13 pm

@ Ho_Master,

Come sempre:

:cool: :cool: :cool: :cool:

:grin:

Bye
Alberico - NON mi chiamo Alberico - Io sono un Alieno - Io NON ho un plastico in casa perché non ho il posto per tenerlo - Colleziono SOLO Rivarossi in scala 1:80 e quando ci riesco mi autocostruisco qualcosa - A volte vengo a vedere le vostre mostre o cose TT e poi me ne vado senza salutare/presentarmi semplicemente perché non ne ho voglia. Io sto bene così... voi?

Rispondi

Torna a “TECNICHE”