Evalix

Autocostruzioni ed elaborazioni realizzate in scala TT

Moderatore: Andrea

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom ott 09, 2016 10:28 pm

Hai perfettamente ragione,
gli ICE quando hanno gli interni illuminati vedi perfettamente l' interno ancor di più sul modellino grazie alle finestrature.
Con la luce si vedrebbe la sagoma della meccanica, forse per occultare si dovrebbe creare una pellicola fotografica riproducente gli interni che quando illuminato l' interno
Diventano visibili in contro luce.
Troppo complicato meglio non installare i led.


Immagine:
Immagine
47,6 KB
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
claudio
Socio GAS TT
Messaggi: 953
Iscritto il: gio apr 26, 2012 9:47 am
Nome: Claudio
Regione: Emilia Romagna
Città: Novellara
Età: 65
Stato: Non connesso

Messaggio da claudio » lun ott 10, 2016 8:34 am

Grande Fabrizio !!!! :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:
Claudio

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13819
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » lun ott 10, 2016 10:05 am

Ottimo Fabrizio, si inizia :grin: Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11640
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun ott 10, 2016 10:52 am

:cool: Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4049
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » lun ott 10, 2016 11:34 am

Fabrizio ha scritto:

Grazie a tutti :wink:

Ieri sera ho cominciato a smontare il treno. Partirò dalle unità semipilota di testa e unità motrice centrale. Elaboro metà treno per volta, in modo da avere sempre un riferimento, sopratutto per dimensione e posizionamento delle scritte quando sarà ora di fare le decal.

Inizialmente mi occuperò dell'impianto elettrico. Il treno ha la captazione sulla unità semipilota di testa, non motorizzata. La corrente viene poi portata alla unità motrice in posizione paracentrale tramite la condotta elettrica passante. Questo fa si che, il treno, sia del tutto paragonabile a una normale composizione di locomotiva e carrozze.
Il problema, però, potrebbe nascere dal fatto che l'unità sempilota di testa è abbastanza lunga. Viaggiando a massima velocità è possibile il salto del blocco. Ho quindi pensato ad una modifica dell'impianto elettrico del treno per permettere la captazione fissa solo dal primo carrello della unità sempilota di testa, mentre il secondo carrello sarebbe inserito solo quando il primo carrello si trova sotto tensione.

Immagine
45,21 KB

Il dispositivo A1 dovrebbe essere un dispositivo che, prendendo tensione dal carrello 1, chiude un relè connettendo anche il carrello 2. Quando il primo carrello entra sul sezionamento, rimane senza tensione, il relè si diseccita e toglie alimentazione dal carrello 2. Il dispositivo dovrebbe anche avere una sorta di zavorra elettrica, in modo che siano discriminati eventuali falsi contatti dovuti allo sporco. Ovvero, il dispositivo, dovrebbe avere una certa capacità elettrica in modo che tolga alimentazione al relè solo quando il carrello 1 è proprio sotto il sezionamento aperto, cioè manchi tensione da almeno qualche millisecondo. Questo perché il dispositivo non tolga tensione dal carrello 2 quando invece si tratta di falsi contatti o sporco che tolgono temporaneamente tensione.

E' secondo voi fattibile una cosa del genere?

Intanto, alcune foto del treno smontato

Unità semipilota di testa
Immagine
120,86 KB

Immagine
129,47 KB

Unità motrice paracentrale (carrozza bistrò)
Immagine
102,68 KB

Semitreno unità semipilota di testa e unità motrice paracentrale
Immagine
117,16 KB


Secondo me l'intervento è fattibilissimo, ma ti constriggerebbe a posizionare il convoglio sempre con la motorizzata in testa.
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » lun ott 10, 2016 7:13 pm

Sicuramente Roberto, anche perché, sulla unità semipilota di coda, ci sarà il magnete per l'attivazione dei reed. Il treno marcerà sempre con la stessa unità in testa.

Per l'illuminazione interna si potrebbe anche pensare di riprodurre gli interni su normale carta, poi metterla dietro i finestrini e mitigare tutto con la riproduzione delle tendine. Il problema è vedere se ci stanno i led per l'illuminazione.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab ott 15, 2016 12:57 am

Ho iniziato le operazioni preliminari per la verniciatura. Ho smontato completamente i due elementi del semitreno, meccanica compresa. A questo punto è possibile procedere alla sverniciatura delle parti che lo richiedono, poche, poiché il colore del treno è dato dal colore della plastica stessa. Solo le strisce rosse e le scritte sono applicate a vernice. Io invece vernicerò completamente il treno.

Immagine
123,48 KB

Le parti del treno suddivise in varie scatole. A destra le parti che saranno soggette a verniciatura
Immagine
153,64 KB

Ho smontato completamente anche la meccanica, è infatti necessario verniciare in nero anche i carrelli, ora in plastica grigia non verniciata.

Carrello motore
Immagine
91,71 KB

Per la sverniciatura vorrei provare la soda, che mi aveva consigliato a suo tempo Carlo Mercuri topic.asp?whichpage=-1&TOPIC_ID=8727&REPLY_ID=68804

Non dovrebbe essere difficile, le parti verniciate sono poche.

Ci sarà da pensare a qualcosa per le porte. Attualmente non sono incise sulla carrozzeria, ma c'è solo una riproduzione per tampografia.

Il contorno andrà fatto bianco

Immagine
Foto:http://www.fotoferrovie.info/displayima ... play_media

Pensavo di utilizzare quattro decal da applicare, due per i lati corti e due per i lati lunghi, oppure una decal intera per tutta la porta, con riproduzione della fascia bianca, piccolo solco nero della guarnizione e tabella indicatrice. Secondo voi una decal di colore bianco è coprente sul rosso?

Alla prossima :wink:

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13819
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » sab ott 15, 2016 10:34 am

Fabrizio stai procedendo bene :wink:
Purtroppo non so risponderti al quesito che hai proposto perché non ho mai fatto questo tipo di lavorazione [:I]
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2194
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » sab ott 15, 2016 11:26 am

Secondo me è coprente quanto basta!!! Se traspare appena un po' di rosso è un problema? Io so di certo che le decal tipo trasfreribili sono coprenti (le lettere bianche mi coprivano il nero!!!).
Ciao!!!! :smile:
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 15, 2016 5:15 pm

Di solito coprono, con decal nuove non hai problemi con quelle vecchie che diventano gialle e sottili il colore di fondo potrebbe trasparire.
Una volta applicate sigillare con trasparente lucido o satinato per evitare
1) che vi sia uno scalino tra decal e vernice di fondo
2) passando il tempo la decal tende a scollarsi il sigillante lo evita
3) le decal tendono a scolorire per effetto della luce o ingiallire la vernice trasparente fa da protettivo.
Infine le decal ad acqua si applicano meglio su superfici lucide che opache, scivolano meglio in posizione, si creano meno bolle e basta tamponare con del cotone per farle andare via le bolle e per far aderire meglio la decal alla superficie.
Se ci fossero solchi o delle leggere modanature nella zona in cui devi applicare la decal puoi utilizzare un ammorbidente che permette al film della decal di aderire sia nei microsolchi
della stampata o sulle linee in leggero rilievo, molto comodo quello mono componente da usare come ammorbidente tipo il Gunze Mr Color che trovi da Amati.
Ho applicato non poche decal sui mezzi militari sopra a livree con svariate colorazioni. :wink:
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » sab ott 15, 2016 9:20 pm

Grazie dei consigli.

A proposito di colori lucidi e opachi, io finora ho sempre usato quelli opachi. Sarebbe il caso di usare quelli lucidi? Io avrei pensato di usare il rosso opaco, poi il nero lucido per la fascia nera attorno ai finestrini e rifinire tutto con trasparente lucido. Oppure è meglio usare anche il rosso lucido? Il trasparente è meglio lucido o satinato?

Rosso opaco Lifecolor http://www.astromodel.it/lifecolor/colori/lc-6.html
Immagine

Nero lucido Lifecolor http://www.astromodel.it/lifecolor/colori/lc-52.html
Immagine

Grigio argento Puravest http://www.drtoffano.com/toffano_pdf/BR ... er2013.pdf
Immagine
19,86 KB
Fabrizio Borca

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2194
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » sab ott 15, 2016 9:37 pm

Mi sembra buona la tua soluzione:il rosso opaco, poi il nero lucido per la fascia nera attorno ai finestrini e rifinire tutto con trasparente lucido.
Ciao!!!
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 15, 2016 10:10 pm

Le vernici lucide permettono alle decal di scivolare meglio, in modo da posizionarle con comodo e facilitano l' asportazione di bolle.
Le opache essendo porose assorbono immediatamente il film acqueo ostacolando la scorrevolezza della decal, sempre per la porosità possono aumentare la formazione di bolle.
Tant'è che sulle vernici opache per poter posizionare le decal più facilmente e con precisione si passa una mano di cera Future, utilizzando le lucide invece salti questo passaggio.
La finitura lucida o satinata rimane un gusto personale, io preferisco satinata al lucido rimane meno giocattolosa.
Prima di stendere il rosso dai una mano di bianco opaco ben carteggiato con seppia 800/1000 lava bene con acqua e sapone i residui cosi il rosso risulterà più brillante.
Per stendere le vernici lucide ad aerografo meglio mani sottili che spesse permette di colorare meglio cavità o bombature, per evitare che pelucchi si depositano sulla vernice conviene fare una cabina di verniciatura con del cartone quindi lo inumidisci con acqua usando uno spruzzino.
L' eccesso di vernice nebulizzata e i pelucchi spostati dal getto d' aria in maggior parte si attaccano alle pareti invece che sul modello.
Poi dopo aver verniciato il modello coprirlo con una scatola per evitare il depositarsi di polvere fino ad asciugatura avvenuta.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » sab ott 15, 2016 10:20 pm

Per la porta direi campitura di fondo rosso lucido, mentre per il bordino hai due possibilità farti due mascherine con la pellicola da grafico ritagliando due mascherine una più piccola piena ed una leggermente più grande che contenga quella più piccola lasciando un millimetro di spazio per aerografare il nero in modo da tracciare il filetto nero.
In alternativa e forse più facile con nastro adesivo, se vai in un negozio per accessori decorazione unghie trovi nastri adesivi sottilissimi per decorarle.
Tramite un phon con aria calda riesci a curvarle quindi a creare il contorno, puoi fare dei taglietti interni al nastro per aiutarti a curvarlo per tagliare conviene usare un bisturi a lama dritta sottile, in farmacia vendono i bisturi monouso per pochi euro.
Per ritagliare decal o nastri adesivi avendo lame sottili e taglienti permettono un lavoro più fine
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8478
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Connesso

Messaggio da adobel55 » sab ott 15, 2016 11:54 pm

Direi lucido no.
Meglio il satinato.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5559
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » dom ott 16, 2016 8:43 pm

alla grande Fabrizio, complimenti !!! :cool: :cool:
per le vernici, tendenzialmente starei sui satinati ma con attenzione visti i consigli pratici di Roby,
Riccardo

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11640
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » lun ott 17, 2016 1:28 pm

Bravo Fabrizio !! Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
dilan
Messaggi: 3960
Iscritto il: mar mag 07, 2013 7:32 am
Nome: Antonino
Regione: Lombardia
Città: Scanzorosciate
Età: 73
Stato: Non connesso

Messaggio da dilan » mar ott 18, 2016 10:47 pm

Ho visto solo adesso la discussione, seguirò con interesse gli ulteriori sviluppi.
Antonio

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom ott 30, 2016 12:26 pm

Sto sperimentando dei problemi nello sverniciare il treno. Ho provato ad immergere i pezzi in soda caustica, poi alcool a 99°, ma la vernice non si rimuove agevolmente. Dopo una settimana di immersione in alcool a 99° la vernice viene via solo se si strofina energicamente. Ho provato a re-immergere in soluzione di acqua e soda caustica e prolungare i tempi di immersione. Vedremo. Se la vernice non si staccherà, proverò l'olio dei freni.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Criss Amon
Messaggi: 2194
Iscritto il: gio ott 01, 2015 11:14 pm
Nome: Francesco Maria
Regione: Sicilia
Città: Catania
Età: 62
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Criss Amon » dom ott 30, 2016 1:02 pm

Attenzione alla plastica. Io, un tredici hanni fa, ho dovuto usare la carta vetrata, ... e vi potete immaginare che è successo. Non sembrava nemmeno vernice, ma una pellicola incollata, una pellicola sottile come quella per congelare gli alimenti. Allora scoprii per caso, che se vi cade una goccia di colla per stirene (base acetone, mi pare) si squaglia, ... e con la vernice la plastica. Anche le vernici su base alcolica a volte sono tenaci, soprattutto se la verniciatura è fatta a strati; e anche in quel caso mi devo aiutare con elementi abrasivi meccanici.
Buon lavoro!!! :smile:
Ciao!!!
Francesco
Francesco Maria Spampinato - Viaggio fantastico - Canale Video

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9192
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » dom ott 30, 2016 6:35 pm

Apposito sverniciatore della Gunze Mr color da Amati
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom ott 30, 2016 7:26 pm

Grazie Roby.

Vedo però che costa circa 5 euro per 40 ml :cool: Per sverniciare un intero treno mi sa che spenderei troppo. Mi orienterei verso una cosa più economica....
Fabrizio Borca

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4049
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » dom ott 30, 2016 7:55 pm

Sgrassatore, alcool denaturato o olio dei freni dot5....
Occhio che poi l'olio lo devi smaltire correttamente
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » lun ott 31, 2016 3:37 pm

Adesso ho immerso di nuovo tutto in acqua e soda caustica. Ho già lasciato immerso in alcool a 99° per una settimana, magari la vernice si è già ammorbidità un po' e la soda ora aiuterà. La scorsa volta, sempre con la soda, l'ho lasciata solo un giorno, forse un po' poco.

Se non va, proverò il liquido dei freni....ma preferivo evitare, visto che costa :cool: Per lo smaltimento, pensavo di tenerlo. Potrebbe conservare comunque il suo potere per sciogliere le vernici?
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9954
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom nov 13, 2016 5:48 pm

Dopo due settimane di immersione in alcool a 99° (la soda caustica non è stata efficace) , la vernice sulle casse si è ammorbidita ed è stato possibile eliminarla, seppur strofinando energicamente con uno spazzolino per unghie e una spugnetta abrasiva (lato verde spugnette per pulire le pentole). Non è stata una operazione per nulla agevole ed inoltre è stata efficace solo sulle case.

Sulle parti grigie del sottocassa, che hanno le riproduzioni delle griglie e molti più dettagli, non è stato possibile eliminare del tutto la vernice. Per questa parte, proverò l'immersione nel liquido dei freni. Speriamo :cool:

Casse e sottocassa sverniciate (sottocassa da ritrattare con liquido freni)
Immagine
168,42 KB

Poiché le casse sono invece ok, ho provveduto ad eliminare la giuntura tra imperiale e parete della cassa, a mio parere antiestetica.

Giunzione tra imperiale e cassa
Immagine
105,41 KB

Immagine
137,78 KB

Immagine
163,88 KB

Immagine
155,71 KB

Non si tratta di una giunzione di stampo, ma il prototipo reale è proprio così. Tuttavia, essendo il mio treno una riproduzione che non vuole essere il treno ICE 3 di DB, a me non piaceva e la nuova livrea non si sarebbe adattata bene a quella giunzione.

Sarebbe stata utile se, in quel punto, fosse previsto uno stacco di colore, ma visto che invece non è così (il nero dell'imperiale inizierà molto più in alto), ho deciso di eliminare questa giunzione.

Immagine
362,44 KB

Usando una lima a grana fine e successivamente carta seppia grana 1200, usata sempre bagnata, ho provveduto ad eliminare la giunzione.

Immagine
155,38 KB

Immagine
142,33 KB

Ad occhio, in certi punti, pare che la giunzione sia ancora visibile. Invece, passando il dito, non si nota alcuna irregolarità. Passando la prima mano di fondo bianco e poi il rosso, tutto sparirà.

La livrea sarà molto simile a quella del Frecciarossa 1000 e su questo treno, giunzioni tra imperiale e cassa, non c'è ne sono.

Immagine
362,29 KB
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “AUTOCOSTRUZIONI ed ELABORAZIONI IN SCALA 1:120”