Binario Z

Discussioni relative alla scala Z 1:220

Moderatori: v200, sal727

Rispondi
Avatar utente
Sorry_no_TT
Messaggi: 12
Iscritto il: lun nov 05, 2018 5:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: VR
Età: 68
Stato: Non connesso

Binario Z

Messaggio da Sorry_no_TT » sab nov 17, 2018 11:34 am

Ciao a tuTTi! Io ho alcuni binari Marklin per la Z...e non sono ferromagnetici...peccato perché con le calamitine che si trovano oggi pensavo di migliorare un po' l'aderenza al binario...qualcuno che ha il Rokuan ..mi sa dire se viene attratto?

Carlo
Ciao a tuTTi!! Carlo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8499
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da v200 » sab nov 17, 2018 2:11 pm

Leggo ora la Tua richiesta,
ora sia Marklin che Rokuhan in base agli attuatori per i deviatoi che si basano su il movimento di un attuatore magnetico eccitato da un avvolgimento o bobina non sarebbero efficienti con rotaie ferrose facilmente attratte da un magnete. Si avrebbero interferenze sul movimento, pertanto la lega che costituisce la rotaia Marklin ha un basso potere magnetico, ad esempio per le rotaie Marklin si ha un alta percentuale di argento e rame. Anche le rotaie Rokuhan non sono molto attrattive per un magnete anche del tipo al neodimio tra i più efficienti. Quindi ti confermo che le rotaie Rokuhan non sono indicate per un sistema magnetico.
Solitamente per i modulari attreziamo le basette con i magneti per aumentare l' accoppiamento vedi qui
viewtopic.php?f=146&t=15613&start=75
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Sorry_no_TT
Messaggi: 12
Iscritto il: lun nov 05, 2018 5:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: VR
Età: 68
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da Sorry_no_TT » dom nov 18, 2018 1:22 pm

Grazie per la pronta risposta...vabbe'..almeno continuo un po' con i mie Marklin. Pero', se mi permetti, non sono d'accordissimo sulla interferenza con gli attuatori degli scambi che sono abbastanza defilati dalle rotaie (almeno sui Marklin)...anzi..mi hai fatto venire la voglia di provare...ebbene, facendo scorrere i magnetini sopra la custodia delle elettrocalamite, gli scambi non si muovono! Tu hai provato qualcosa in merito?
Ciao a tuTTi!! Carlo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8499
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da v200 » dom nov 18, 2018 5:21 pm

Il problema si riferisce agli aghi del deviatoio è non alle bobine/barretta di ferrite come ben fai notare, se le leghe delle rotaie fossero magnetizzabili avresti l'ago della relativa rotaia attratto. In tal caso la forza di un magnete al neodimio ( molto potente ) vincerebbe la debole forza magnetica delle bobine che muovono la piccola barretta di ferrite, quindi non riusciresti a riportare gli aghi nelle posizioni volute sui due rami. Inoltre mantenendo una posizione fissa degli aghi in caso di tallonamento avresti degli svii ai rotabili causato dalla impossibilità del bordino ruota di poter passare spostando leggermente l'ago. Sui Rokuhan avendo una piccola piastrina elettronica sotto le rotaie che conduce la corrente al cuore avresti dei corti causati dal blocco rotazione del micro selettore posto al di sotto del piccolo PCB. Un rischio in più si potrebbe avere con i deviatoi senza finecorsa, che mantenendo eccitate le bobine potrebbero arrostirsi i fili di rame che le compongono a tal punto da non permetterne alla fine di funzionare. Per ultimo magnetizzare le rotaie porterebbe al degradamento del segnale digitale. Magnetizzare le rotaie porterebbe non pochi problemi pratici, quindi conviene lavorare su soluzioni meccaniche per aumentare l'aggancio tra le rotaie. In base alle esperienze dei plastici modulari si è sempre optato a lavorare sui moduli per ottenere un migliore accostamento delle rotaie, come ad esempio piastrine che permettono di fissare le rotaie in modo che combacino il più possibile anche senza le scarpette portando la continuità elettrica tramite cavi saldati alle rotaie e spinotti di collegamento tra moduli.
Rimane ancora una soluzione la saldatura tra scarpetta e rotaie, ma questa soluzione purtroppo ha pro e contro. La saldatura a stagno permette di avere un buon collegamento solidale tra le rotaie, avere un buon contatto elettrico, colmare i piccoli spazzi tra le rotaie nei punti di giunzione ma non permette più la dilatazione o retrazione termica delle rotaie un fattore che si nota sui plastici con lunghi tracciati che in alcuni casi senza più i piccoli spazi tra le giunzioni le forze in gioco andrebbero a scaricarsi nei punti deboli . Sui deviatoi in particolar modo lo snodo degli aghi o sulle rotaie medesime fino a comprometterne la linearità ( caso limite in cui i plastici sono posizionati in locali con escursioni termiche non indifferenti solai o box)
Per ora nel mio micro modulare ho preferito agire sulle basi in legno dei moduli per aumentare la connessione,ma potrebbe essere utile al tuo problema la soluzione di Stè che ha sviluppato in un suo lavoro ecco il link viewtopic.php?f=146&t=15971 idea interessante che potrebbe aiutarti
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Sorry_no_TT
Messaggi: 12
Iscritto il: lun nov 05, 2018 5:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: VR
Età: 68
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da Sorry_no_TT » dom nov 18, 2018 9:08 pm

Visto...si forse per la Z i "magnetini" sotto le locomotivine potrebbero spostare gli aghi..ma l'idea non era proprio mia... in H0 mi sembra che ci siano delle loco piccole, mi sembra KOF, che avessero di serie ( o predisposizione) per i magneti per aumentare l'aderenza della loco.
Ciao a tuTTi!! Carlo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8499
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da v200 » lun nov 19, 2018 1:49 am

Anche senza anelli di aderenza le loco riescono a salire rampe del 3,5/4 % per aumentare l' aderenza vi è una apposita pasta da spennellare sulle ruote ma tende a consumarsi velocemente è deve essere applicato più volte il " Bullfrog snot " https://www.amazon.com/BULLFROG-SNOT-Un ... B001NG2ECC o anche su eBay https://www.ebay.it/sch/i.html?_nkw=bul ... noapp=true purtroppo in Z molte loco sono talmente basse che reperire il posto dove mettere un magnete diventa arduo, vero in HO questa modifica con i magneti era stata studiata ma con le nuove rotaie amagnetiche non si è avuta più notizia.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8499
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da v200 » lun nov 19, 2018 2:09 am

Tutorial come applicarlo sulle ruote
http://www.zscalemonster.com/bullfrog_snot/
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Sorry_no_TT
Messaggi: 12
Iscritto il: lun nov 05, 2018 5:07 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: VR
Età: 68
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da Sorry_no_TT » lun nov 19, 2018 10:45 am

Letto..grazie per le tue indicazioni. Vero che i binari attuali sono amagnetici..ma quelli Marklin per la HO (quelli con massicciata in plastica) non so se siano ancora attuali, ma io ne ho alcuni ..e quelli si fanno attrarre!

Carlo.
Ciao a tuTTi!! Carlo

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8499
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da v200 » lun nov 19, 2018 11:54 am

Con l'avvento del digitale per i binari si è dovuto cambiare la lega in modo da non avere interferenze. Più specificamente per evitare l'ossidazione, i binari con leghe ferrose tendevano ad arrugginirsi e ossidarsi maggiormente ( tipo i vecchi Lima ) interferendo con il segnale digitale che con leghe di nuova generazione o a base di argento come i Marklin in Z che per colmo sono migliori i vecchi prodotti che quelli odierni come lavorazione
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 3684
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 42
Stato: Non connesso

Re: Binario Z

Messaggio da MrPatato76 » lun nov 19, 2018 1:23 pm

Sorry_no_TT ha scritto:
dom nov 18, 2018 9:08 pm
Visto...si forse per la Z i "magnetini" sotto le locomotivine potrebbero spostare gli aghi..ma l'idea non era proprio mia... in H0 mi sembra che ci siano delle loco piccole, mi sembra KOF, che avessero di serie ( o predisposizione) per i magneti per aumentare l'aderenza della loco.
Vero.
Ma tra i binari esiste una pista apposta per far presa con il magnete posto sotto la loco.
https://www.google.it/search?q=binario+ ... KDRJm35ySM:
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Rispondi

Torna a “SCALA Z”