Digitale in scala Z

Discussioni relative alla scala Z 1:220

Moderatori: v200, sal727

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » gio nov 30, 2017 6:52 pm

Oggi anche in scala Z possiamo utilizzare il sistema digitale DCC per gestire la circolazione dei nostri convogli o l'attivazione dei vari accessori come deviatoi e segnali al pari delle altre scale.
I primi passi furono fatti con il sistema SelecTrix Sx 1 e Sx 2 per via delle ridotte dimensione dei decoder , oggi con le migliorie di riduzione produttiva dei decoder in DCC possiamo utilizzare il DCC maggiormente diffuso nel fermodellismo.
Il protocollo in DCC non varia in base alla scala pertanto anche in Z avremo le medesime regole per gestire CV e quant'altro sarà necessario gestire.
Quale centrale?
Possiamo utilizzare qualsiasi centrale che più ci interessa dai modelli semplici come Multimauss,z21 bianca Roco, mobile Station Trix/Marklin o complesse tipo ESU,Central Station Trix/Marklin , Intellibox Z21 Nera, etc etc.
Unica accortezza rimane quella di ABBASSARE la tensione di uscita della centrale. La tensione/segnale in uscita della centrale è 22/24 V in CA mentre la tensione di alimentazione in analogico delle loco in scala Z è di 10 V in cc sia per Marklin,Rokuhan, AZL.
In DCC i decoder oltre a ricevere il segnale digitale trasformano la tensione in CA in arrivo in CC per il motore alla apposita tensione circa 14/16 V, ma questo non basta per abbassare la tensione in uscita dalla centrale possiamo utilizzare una catena di diodi, un alimentatore che eroghi una tensione inferiore a quello in dotazione alla centrale, oppure un apposito circuito elettronico.
I primi due sistemi possiamo utilizzarli con centrali semplici e per plastici con tracciati medio/piccoli : Il discorso cambia quando si utilizza centrali complesse e tracciati medio/grandi qui diventa inderogabile utilizzare un circuito per abbassare la tensione in modo continuo e costante.
Per il mio utilizzo con un Multimaus ho preferito utilizzare un circuito elettronico per avere un cablaggio professionale.
Una volta che avremo abbassato la tensione in uscita dalla centrale a 12V in CA potremo collegare il tracciato e fare circolare le nostre loco.
I due V in più sono utilizzati dal decoder, mentre al motore sarà erogata la tensione 10 V in CC.
Bene ,
per oggi questo è tutto,prossimamente tratteremo altri aspetti come circuito elettronico e decoder tra cui l'installazione. [51]
Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » gio nov 30, 2017 9:21 pm

Allego questo interessante link per il digitale in Z
http://www.digizett.de/index.php/gleiss ... uer-z.html
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
robiravasi62
Messaggi: 913
Iscritto il: mar dic 30, 2014 11:49 am
Nome: roberto
Regione: Lombardia
Città: belgioioso
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da robiravasi62 » gio nov 30, 2017 10:12 pm

sempre piu' interessante questa scala Z, pero' sembra che bisogna masticare il tedesco con la Z...
Roberto

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » gio nov 30, 2017 11:57 pm

No basta tradurre con google , anche se a volte risulta assurdo
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven dic 01, 2017 6:15 pm

Ho tralasciato per ultima la centrale CS Claudia di Nuccio Ranieri non per altro ma è una delle poche centrali che ha la funzione per abbassare la tensione di uscita al voltaggio desiderato
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven dic 01, 2017 6:31 pm

Circuito per abbassare la tensione
Come è stato detto per le centrali che non sono dotate di un regolatore ( quasi tutte ) che imposti la tensione al voltaggio per noi utile 12 V - CA in commercio si trova il circuito della DSR_KK_kl - Regolatore digitale di tensione per limitazione in due versioni da 30 e 60 W dissipazione di potenza.
Questo regolatore di tensione non solo serve per la scala Z ma per tutte le scale avendo diverse regolazioni di uscita tensione diventa utile per i binari di prova che dovrebbero essere con una tensione minore che quella del tracciato.
Per il mio fabbisogno mi sono orientato sul modello da 30 W.
Al link sottostante troverete il negozio on line che lo tratta:
https://www.1zu220-shop.de/AMW:::100007 ... 4df0801325
Digital Signal Controller (DSR)

Questo dispositivo limita la tensione digitale in uscita sulla pista per prevenire danni a decodificatori e veicoli. In particolare, gli impulsi di accensione possono danneggiare rapidamente i decoder una volta. Una tensione di binario troppo elevata comporta anche un riscaldamento eccessivo di lampade e decodificatori che possono danneggiare l'alloggiamento.

La scheda viene semplicemente commutata tra il centro di controllo e la traccia. Non sono necessari interventi nel centro di controllo o altri trasformatori davanti al pannello di controllo. La limitazione di tensione è liberamente regolabile tra circa 10 e 24V.

Il circuito limita la tensione di uscita al valore impostato. Finché la tensione di ingresso rimane di circa 2-3 V sopra questa tensione sarà stabilizzata. consegna indipendente, tensione di uscita costante fornita. Ciò elimina una delle più comuni cause di frustrazione in modalità digitale: tensione di pista troppo elevata non stabilizzata. Grazie alla stabilizzazione della tensione di uscita, i treni viaggiano sempre alla stessa velocità, indipendentemente dalla situazione di carico, quindi gli arresti sono più prevedibili e più precisi. La qualità dell'alimentazione di tensione digitale raggiunge così il livello dei centri nobili.

Il concetto di commutazione consente anche il funzionamento del modulo sulla traccia di programmazione. Gli impulsi di conferma vengono inoltrati correttamente e non influenzati. Il segnale dalle uscite digitali che emettono DCC asimmetrico, più comunemente l'I-Box, può essere reso simmetrico. Ciò consente l'uso di moduli di frenatura secondo Umelec (DCC asimmetrico noto anche come LENZ ABC).

Il circuito limitatore ad azione rapida taglia anche i superamenti del segnale DCC. Pertanto, il circuito funziona come un pulitore di segnali digitali. Non c'è alcun cambiamento nel contenuto dei dati sulla traccia solo la forma d'onda rettangolare è migliorata.

Poiché il circuito elabora solo la forma del segnale e non sono possibili modifiche nel contenuto dei dati, è possibile il funzionamento con DCC, MM e Selektrix nonché operazioni miste.

Dati tecnici:

- larghezza: 4,6 cm
- Lunghezza: 10 cm
- Tensione di ingresso: 12-50 V
- Voltaggio in uscita: 10-24V
- corrente continua massima (a seconda del dissipatore di calore): 25A
- Breve durata della corrente impulsiva: 100 A

Il manuale dettagliato (tedesco / inglese) in formato PDF per l'auto-stampa è disponibile per il download. Il Libro bianco copre informazioni tecniche di base che vanno oltre il contenuto del manuale.

Nota: il Railways Journal 2/2008 a pagina 100 contiene un rapporto preoccupante su tensioni di pista molto elevate emesse da Hornby Select.
Panoramica | Prodotto 1 di 2 in questa categoria «Primo | «
Immagine
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 7:25 pm

Decoder
Viste le centrali ora vediamo i decoder.
In questa scala per le ridotte dimensioni la scelta dei decoder rimane limitata, possiamo dividerli in due modelli :
Integrati nel PCB come Velmo e Digitrax , questi decoder sono i più cari ma di facilissima installazione basta svitare due viti togliere il pcb analogico ed inserire il pcb digitale. Per la loro tipologia sono solo per loco elettriche e diesel a carrelli.
VELMO
Allegati
image_VE-LDS100628_1.jpg
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 7:26 pm

Digitrax
Immagine
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 7:28 pm

Entrambi i decoder reperibili su https://www.1zu220-shop.de/
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 7:51 pm

Classici con cavetti
Sempre per le ridotte dimensioni i decoder a cavetti facilmente utilizzabili sono Lenz minisilver, ESU nano , Doehler e Haass D&H-50C.
Per questi decoder dotati di cavetti valgono le normali regole per i cablaggi del protocollo DCC facendo attenzione al telaio che è a massa bloccata ( elettro conduttivo ).
Il loro utilizzo può essere applicato sia alle loco Elettriche, Diesel a carrelli, Diesel corti e Vaporiere corte, Locotender, Vaporiere con Tender.
Per le specifiche dei motori Marklin Z il miglior decoder rimane il D&H appositamente progettato. Ricordo che ESU e Lenz invece nascono per la scala N con un picco elevato 1/1.5 A il problema non è tanto per il picco ma per il termo interruttore che scatta leggermente in ritardo confronto il D&H 50 C da 0,5 A
D&H
Immagine
Lenz mini silver/oro
Immagine
ESU nano
Immagine
Cercherò di postare alcuni esempi di installazione decoder per aiutare chi volesse cimentarsi nella digitalizzazione.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 8:58 pm

Qui una selezione di link per digitalizzare alcune loco.
Al confronto di altre scale dove troviamo una offerta più ampia di loco costruite da vari produttori in Z siamo quasi mono tipo pertanto con pochi esempi di digitalizzazione possiamo ripeterlo su tutte le loco.
http://www.zettzeit.ch/digital.html
https://www.stayathome.ch/Z-digital.htm
http://www.escala-z.com/f8-control-digital
http://www.zettzeit.ch/Decoder.html
Lentamente se trovo altri link per digitalizzare loco in Z sarà mia premura spostarli. Spero anche qualche mio lavoro
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab dic 02, 2017 9:10 pm

La mia prima digitalizzazione in Z di una E 44 con decoder Velmo
viewtopic.php?f=117&t=14754
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da Marshall61 » ven gen 05, 2018 7:04 pm

Ciao Roby, considerato che sei l'unico fino ad ora ad avvicinarsi al digitale per la scala Z, ti chiedo un'informazione.....adottando il riduttore di tensione da te consigliato si può utilizzare qualsiasi centralina?
Io ho disponibile sia il Lock mouse della Roco che la Mobil Station 2 e Central Station 2....quelle Marklin leggono ugualmente DCC e Motorola e le utilizzo per l'H0 ed il Lock Mouse lo utilizzavo per l'americano in H0 DCC e pensavo di provare con questo visto l'inattività americana.....in base alle tue esperienze che cosa mi consiglieresti?
In casa mi ritrovo un decoder Esu Nano ancora in scatola....potrebbe andare bene?!?!
Grazie!!!!

Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven gen 05, 2018 7:18 pm

Ciao Carlo,
lo puoi utilizzare con qualsiasi centrale, anzi in quelle non fornite di riduttore tensione per il binario di prova puoi utilizzarlo a tale scopo.
Qui il link della casa https://amw.huebsch.at/Produkte/DSR.htm
Personalmente utilizzo il sempreverde Multimaus, mentre per il decoder non consiglierei decoder con 1 A danno troppa corrente al motore, l'alimentazione del motore Marklin deve essere al max di 10 V in cc i decoder D&H per la z non superano mezzo A pertanto erogano 12 V in cc al motore ma 2 V sono utilizzati dal decoder medesimo.
Su 1zu 220 https://www.1zu220-shop.de/ trovi sia il circuito regolatore che i decoder , per le loco elettriche e diesel trovi gli ottimi PCB Velmo con decoder D&H integrato sono un po costosi ma ti sgravano da lavori noiosi di cablaggio, mentre per vaporiere o se vuoi mantenere bassi i costi trovi i classici decoder a cavetti della D&H.
Per le loco americane 1zu22 ha i Digitrax (che sono simili ai Velmo) indicati per i modelli della AZL e similari ( non i Marklin )
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven gen 05, 2018 7:28 pm

il decoder più indicato per la Z rimane il D&H Doehler & Haass DH05C-3 - decodificatore micro locomotiva 0,5 A,
https://www.1zu220-shop.de/Doehler-Haas ... ::513.html
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven gen 05, 2018 7:31 pm

Un altro fattore per i decoder in z rimane lo spessore e tensione di pilotaggio il D&H05-C ha max 18 V di pilotaggio
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da Marshall61 » ven gen 05, 2018 8:24 pm

Grazie dei consigli Roby....con calma vedrò di digitalizzare o una Br 74 o una Br 260, tanto per iniziare....per ora ho da ribobinare parzialmente il motore dei una Br 89, non riesco trovarlo di ricambio, per ora ho ordinato in Cina il filo di rame schermato da 0,07 mm., quando arriverà procederò e vediamo che cosa ne verrà fuori.... [99] [99] [99]

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven gen 05, 2018 8:42 pm

Prova con il filamento di un relè, su you tube Alain Sigonneau ha postato un filmato di come ha riparato una BR 89
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da Marshall61 » ven gen 05, 2018 10:29 pm

Grazie l'ho visto e per quello che ci voglio provare....effettivamente il filo è di 0,07 mm., ho già ordinato il rocchetto per 10 euro....credo che ne avrò per un bel pò....è da 2000 mt!!!! [99] [99] [99] Aspetto che arrivi, non ti nascondo che sono curioso, maosso aspettare....

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab gen 06, 2018 2:16 pm

Apri un post dedicato alla riparazione se hai tempo :wink: [98]
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da Marshall61 » sab gen 06, 2018 9:07 pm

v200 ha scritto:Apri un post dedicato alla riparazione se hai tempo :wink: [98]
Certamente Roby, lo farò...ci vogliono dai 35 ai 50 giorni per l'arrivo dalla Cina del filo..... :(

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » sab gen 06, 2018 9:22 pm

E si le spedizioni dalla Cina hanno tempi lunghi.
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » ven feb 16, 2018 6:40 pm

Video utile per utilizzare decoder con cavetti sulle loco pubblicato da Sven.
https://www.youtube.com/watch?v=ugthbKwjCP8
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Nereo Loris
Messaggi: 51
Iscritto il: ven nov 24, 2017 5:32 pm
Nome: Nereo Loris
Regione: Liguria
Città: Genova
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da Nereo Loris » lun apr 09, 2018 12:27 am

Ciao Roberto
ho postato prima in una sezione del Forum sbagliata. Avrò bisogno di cominciare a fare i primi passi per cercare di capire come digitalizzare il plastico che andrò gradualmente a costruire. Come ho già spiegato al momento ho ancora poco tempo.....ma sto acquistando cose interessanti che accumulo in attesa di metterle in campo. A giugno completerò la struttura modulare da 3,00 x 1,80 mt e da quel momento comincerà la vera avventura che durerà molti anni. E' mia intenzione col tempo acquistare la centrale ECOS ESU 50210. Nel frattempo ho già preso un multimaus ROCO ....una serie di decoder ESU. Come prova a giorni ordinerò un primo decoder per una delle loco acquistate della Velmo e il trasformatore per i 10v (che avete postato da 60w). Poi cercherò di montare il decoder e configurare la loco come prima esperienza. Ti chiederò man mano che farò i primi passi consigli su consigli in modo da acquisire poco alla volta quel minimo di esperienza che mi possa garantire una graduale crescita in questo fantastico mondo in miniatura.
Ringrazio te anticipatamete e anche tutti coloro che mi potranno daranno una mano per poter costruire ciò che per adesso è solo sulla carta.
Nereo Loris

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9187
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Digitale in scala Z

Messaggio da v200 » lun apr 09, 2018 6:10 pm

Quando serve sono qui
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Rispondi

Torna a “SCALA Z”