MODULO "deposito locomotive"

Se pensi di realizzare un modulo o lo stai facendo, inserisci qui la tua discussione.

Moderatore: Andrea

Rispondi
Avatar utente
saverD445
Socio GAS TT
Messaggi: 4026
Iscritto il: mer mag 02, 2012 9:07 pm
Nome: Valerio
Regione: Sardegna
Città: Macomer
Ruolo: Moderatore
Età: 47
Stato: Non connesso

Messaggio da saverD445 » mar giu 07, 2016 3:27 pm

Fantastico Giuseppe , un realismo incredibile ... sperò di poterlo vedere dal vivo :cool:
Valerio -- Plastico H0-H0m Epoca IV-VI Il mio canale YouTube

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 7822
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » mar giu 07, 2016 3:37 pm

giuseppe_risso ha scritto:
adobel55 ha scritto:

Concordo con il Patato, posizione adeguata e realistica, forse un centimentro più arretrata, troppo vicina alla tetata, non vorrei che negli accoppiamenti dei moduli si danneggiasse.
Un saluto.
Adolfo


Esteticamente, anche a me, sembra la posizione migliore, però c'è da considerare che sono parte degli uffici del deposito (altri, più moderni, li devo ancora fare) e quella collocazione sarebbe fuori dal deposito.
Essendo una vecchia costruzione potrebbe anche essere giustificata, ma dentro la vedrei meglio.
Comunque, per il momento, non la fisso e quando avrò gli altri edifici rivedrò la situazione.


Giustissme le tue considerazioni, si potrebbe ovviare creando un attraversamento con traversine che dagli uffici porta al complesso del deposito come se gli uffici fossero già li e successivamente sono stati edificati i depositi in un'area più ampia, e sfruttati gli uffici per non realizzarne altri.
Oppure creare un sottopasso o un svrapasso pedonale.
Ciao.
Adolfo

Avatar utente
dilan
Messaggi: 3960
Iscritto il: mar mag 07, 2013 7:32 am
Nome: Antonino
Regione: Lombardia
Città: Scanzorosciate
Età: 72
Stato: Non connesso

Messaggio da dilan » mar giu 07, 2016 6:28 pm

Complimenti, un lavoro di un realismo eccezionale.
Antonio

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar giu 07, 2016 9:38 pm

adobel55 ha scritto:


Giustissme le tue considerazioni, si potrebbe ovviare creando un attraversamento con traversine che dagli uffici porta al complesso del deposito come se gli uffici fossero già li e successivamente sono stati edificati i depositi in un'area più ampia, e sfruttati gli uffici per non realizzarne altri.
Oppure creare un sottopasso o un svrapasso pedonale.
Ciao.
Adolfo


Belle soluzioni, ma non realizzabili.
L'attraversamento con traversine significherebbe che gli impiegati dovrebbero salire al piano della ferrovia, attraversare 2 binari di piena linea :cool: per trovarsi poi sui binari del deposito, molto distante dal piazzale dove sorgeranno gli altri uffici.
Il sottopasso non avrebbe spazio dove "riemergere" a meno di un pesante intervento sui binari del deposito.
La più affascinante sarebbe la soluzione del sovrappasso, ma anch'essa poco realistica.
Come detto il piazzale è distantissimo e la pensilina dovrebbe essere lunga (al vero) più di 50 metri.
Quindi o lo metto li e lo consideriamo un edificio estraneo al deposito, o lo devo spostare all'interno.
Vedremo.

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9380
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mar giu 07, 2016 9:56 pm

Giuseppe, inanzi tutto ti chiedo in che materiali e come hai realizzato le cassette di posa del contatore gas che si vede qui. Davvero, dettagli raffinatissimi.
giuseppe_risso ha scritto:
....Immagine
241,9 KB
....


Quanto al posizionamento dell'edificio, so che in tanti storceranno il naso, ma secondo me nell'osservare plastici ci vuole fantasia. Essendo necessario "tagliare" la scena, occorre lavorare di fantasia e secondo me bisogna resistere alla tentazione di collegare tutto all'interno del modulo, come a far sembrare che tutte le parti del modulo siano raggiungibili dal modulo stesso. Non so se mi sono spiegato. Osservando il vero, ogni scena, non è avulsa dal contesto circostante e non ha "accessi" e "confini". Quindi, la palazzina sta bene anche li, anche se non c'è accesso al deposito. La ferrovia potrebbe, in quel punto, attraversare una zona dove a destra c'è il deposito e a sinistra una zona di uffici e servizi, magari collegati tra loro da un collegamento non riprodotto nella scena del modulo. Non so se ho reso l'idea.

E' come la palazzina sul mare del mio modulo. Da dove si accede? Dal modulo no....l'accesso è in teoria dalla parte frontale, non riprodotta.
Fabrizio Borca

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar giu 07, 2016 10:41 pm

La cassetta è realizzato con materiali "di spoglio".
Gli sportelli sono presi dal musetto di una 245 Lineamodel scala N.
Le misure erano perfette.
La retina l'ho ritagliata da un pezzo di scarto di un carro sempre scala N.
Le tubature sono in evergreen.
Per i muri ho usato cartone e forex, i serramenti sono quelli messi a disposizione dei soci GAS TT.

Il tuo ragionamento sulla collocazione ha una sua logica.
A me, comunque, piace anche vicino al cancello d'ingresso.

Immagine:
Immagine
219,95 KB

Sarebbe la più logica, adesso appare un po' isolata (contribuisce a questo effetto il fatto che non sia piantata nel terreno, ma appoggiata sulla sua base), ma quando ci saranno gli edifici dietro, potrebbe non essere così.
Comunque, negli spazi fuori deposito metterò sicuramente qualcosa, sia a destra che a sinistra.

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4513
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mar giu 07, 2016 11:05 pm

Giuseppe, più guardo queste foto e più mi innamoro dei tuoi lavori... sappilo!

ciao!
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
Massimo Salvadori
Socio GAS TT
Messaggi: 2554
Iscritto il: mar nov 01, 2011 12:01 am
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Peschiera Borromeo
Età: 70
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Massimo Salvadori » mer giu 08, 2016 11:27 am

Mamma che bello ! :geek:
Massimo Salvadori - la mia collezione in scala TT

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20556
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » mer giu 08, 2016 10:44 pm

Giuseppe, scusa il ritardo ma in questi giorni impegni lavorativi mi distolgono dal forum.
Una sola parola: MERAVIGLIOSO.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
sal727
Messaggi: 2712
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 61
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » mer giu 08, 2016 10:51 pm

solamente stupendo :cool:
Ciao, Salvatore

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » gio giu 09, 2016 8:35 am

Andrea ha scritto:

...impegni lavorativi mi distolgono dal forum...


Ti piace sempre scherzare, eh :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool:

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 8510
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da v200 » ven giu 10, 2016 3:16 pm

STUPENDA!
Una realizzazione veramente bella e realistica la palazzina uffici.
Bravo Giuseppe.
Roby
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20556
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » sab giu 11, 2016 8:29 am

giuseppe_risso ha scritto:
Ti piace sempre scherzare, eh :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: :cool: ...

Tu invece fai sul serio e si vede. :cool:
Mi spieghi invece la funzione al vero di tale costruzione?

Immagine
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » sab giu 11, 2016 8:48 am

Andrea ha scritto:
Mi spieghi invece la funzione al vero di tale costruzione?

Era uno degli oggetti misteriosi che si vedevano dal satellite.
Quando ho visitato il deposito di Rivarolo mi hanno spiegato che sotto la tettoia c'è un'apparecchiatura che misura se la pressione dei pantografi sulla linea aerea è corretta e si trova all'ingresso del deposito.

Immagine:
Immagine
84,83 KB

Immagine:
Immagine
64,18 KB

Il baracchino che si vede dietro ospita le apparecchiature di lettura.

Immagine:
Immagine
133,93 KB

Per ora ho fatto la tettoia.
Poi (molto poi :grin: ) metterò la linea aerea e l'apparecchiatura.

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » gio lug 06, 2017 7:28 pm

Caro Fabrizio, ho rimesso mano ai moduli e ho cambiato il sistema di movimentazione del trasbordatore.
Funziona.
E questa potrebbe sembrare una bella notizia per te, non fosse che ho deciso di migliorare l'allineamento dei binari e quindi ho smontato uno dei deposti.
in sostanza: un passo avanti e due indietro.... :cool: :cool: :cool: :cool:

Immagine:
Immagine
226,31 KB

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9380
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » gio lug 06, 2017 9:05 pm

Molto bene Giuseppe, mi fa piacere che si sia data nuova linfa alla sfida :cool:
La situazione non mi preoccupa, poiché già in tempi non sospetti ho deciso di rifare completamente la zona mare testata lato destro :geek:

Che sistema hai adottato ora per la movimentazione del ponte?

Ciao

Fabrizio
Fabrizio Borca

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4228
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » gio lug 06, 2017 9:08 pm

Ciao Giuseppe, ma che stai combinando col trasbordatore?

Edgardo

Avatar utente
wmax53
Socio GAS TT
Messaggi: 359
Iscritto il: ven giu 15, 2012 10:03 pm
Nome: Massimo
Regione: Lombardia
Città: Assago
Età: 65
Stato: Non connesso

Messaggio da wmax53 » ven lug 07, 2017 10:02 am

Ciao Giuseppe, veramente un bel lavoro, complimenti!!
Ciao Massimo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » ven lug 07, 2017 6:56 pm

wmax53 ha scritto:

Ciao Giuseppe, veramente un bel lavoro, complimenti!!


Grazie, peccato che non so se lo finirò mai... :cool:

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » ven lug 07, 2017 7:25 pm

Per Fabrizio ed Ed.

Il sistema adottato per il movimento del trasbordatore era basato sul gruppo di traino di uno scanner (o stampante, non ricordo).
Però era poco preciso e i binari restavano troppo staccati dal ponte.
Ora ho usato una doppia guida (sempre ricavata da scanner e stampante), ma chi movimenta il tutto è una robusta barra filettata di 1 cm di diametro.
Il movimento è manuale, basterebbe collegare il motore passo passo e riprogrammare arduino per renderlo automatico, ma non me la sento di coinvolgere nuovamente mio figlio.
Da quando mia moglie è peggiorata si fa carico di tutto quello che riguarda la nostra ditta.
Basta e avanza.
Quindi vai di manovella e pazienza se non c'è un movimento fluido come con il motore.
In fondo non so se uscirà mai da qui dentro.
Come dicevo, ho anche dovuto spostare tutti i binari di uno dei due depositi, ma ora va decisamente meglio.
Appena sistemato metto altre foto.
Intanto queste mostra come funziona la vite senza fine che ho creato.

Immagine:
Immagine
156,63 KB

Immagine:
Immagine
226,06 KB

Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4228
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 54
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Edgardo_Rosatti » ven lug 07, 2017 8:46 pm

Va bene dai, anche se pensi che non lo finirai, perlomeno ci stai lavorando.
Mi ricordo di questo progetto, l'ho visto la prima volta che sono stato da te e tuo figlio fece un ottimo lavoro con Arduino.

Per la programmazione dei motori passo passo qui sei nel posto giusto (o quasi); magari anche con l'aiuto del buon Gavinca che mi permetto di citare, in quanto sta facendo un ottimo lavoro con la sua coulisse. Io invece ho in "stanby" il movimento della piattaforma girevole che usa anch'essa un motore passo passo. Il problema non è come gestirli (i motori), ma come installarli, almeno per me [:I]

Ti faccio tanti auguri per tutto a te e famiglia :smile: .

Edgardo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7147
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » dom nov 12, 2017 4:03 pm

Dato che sul lato destro (per chi osserva) lo scambio che immette all'interno del deposito è quasi a filo del modulo, i due moduli attuali, non permettevano di far arrivare una loco dalla piena linea e retrocedere all'interno del deposito. Ho deciso, quindi, di creare un terzo modulo che permettesse questa manovra.
Sarà un doppio binario rettilineo con attorno un ambiente industria.
Ne ho approfittato per fare piccole sperimentazioni.
Intanto ho usato le piastrine che avevo studiato per un facile allineamento delle testate.

Immagine:
Immagine
171,36 KB

In un primo momento le avevo fatte con l'impronta delle traversine, poi ho capito che era più semplice farle così, c' è una parte centrale rialzata a cui devono essete appoggiate le traversine e le rotaie devono semplicemente essere messe a filo modulo, meglio un pelino meno.
Una volta certi della posizione si incollano le piastrine e si fissano ulteriormente con un paio di chiodini.

Immagine:
Immagine
181,59 KB

Altra novità: al posto del sughero, sotto alle traversine ho creato un piano con del laminil ( O poliplat che dir si voglia) spesso 4 mm.
E' leggerissimo, si taglia benissimo anche inclinato come la massicciata, ed è fonoassorbente, il che fa viaggiare le loco senza rimbombi.
Una volta tagliato si incolla con vinavil.

Immagine:
Immagine
208,3 KB

Sul laminil ho posizionato i binari e, assicuratomi del loro preciso collocamento, li ho incollati con cianoacrilico, ma qualunque colla va bene.

Immagine:
Immagine
135,83 KB

Con i binari ben fissati è stato semplicissimo eliminare la parte centrale della piastrina già indebolita dal tratteggio fotoinciso.
A mio parere, i vantaggi sono notevoli.
Il principale è che non si devono eliminare traversine lasciando fino al bordo quelle originali a differenza di altre realizzate con materiali diversi.
Il sistema è velocissimo, pratico e sicuro del risultato.
Non servono saldature o fissaggi con viti difficili da mascherare.
Sulla robustezza, non dovrebbero esserci problemi, quando la massicciata sarà incollata e formerà un blocco unico con traversine e rotaie, difficilmente ci saranno distacchi.
Sempre in vena di piccoli esperimenti :grin: , volevo creare un raccordo industriale, ma il binari curvo che avevo era di raggio non troppo ampio e volevo renderlo più credibile.
Il sistema è semplicissimo: ho preso il binario curvo e ho eliminato dal retro i collegamenti tra le traversine alternativamente.

Immagine:
Immagine
232,62 KB

A questo punto lo si può incurvare come si vuole. Così è come serviva a me, ma si può raddrizzare ulteriormente. Chiaramente il filo delle rotaie non coincide più e bisogna accorciare quello più lungo.

Immagine:
Immagine
152,3 KB

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13005
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia
Ruolo: Moderatore
Età: 32
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da MrMassy86 » dom nov 12, 2017 4:23 pm

Bel lavoro Giuseppe spiegato passo passo molto bene :cool:
Mi fa piacere sapere che hai ripreso a lavorare sul modulo :grin:
Massimiliano :cool:
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 7822
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da adobel55 » dom nov 12, 2017 4:24 pm

Ottima soluzione.
Tienici informati.
Ciao

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9380
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » dom nov 12, 2017 5:28 pm

giuseppe_risso ha scritto:
.....Ho deciso, quindi, di creare un terzo modulo .....


Bene bene....guarda che questo rientra in gara, quindi tienine conto. Ieri ho preso una focaccia in zona principe (Via Balbi) ed era buona. Chi ha orecchie per intendere intenda :cool: :cool:

Molto interessante il metodo di fissaggio in prossimità delle testate. Lo trovo di semplice applicazione e secondo me lascia anche quel minimo di elasticità che potrebbe essere utile. Sarebbe da sperimentare in servizio operativo.
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “PLASTICO MODULARE GAS TT - MODULI IN COSTRUZIONE/PROGETTAZIONE”