regolatore-stabilizzatore

Il sistema tradizionale di gestione locomotive e plastico.

Moderatore: roy67

Rispondi
Avatar utente
cist78
Messaggi: 27
Iscritto il: mar ott 11, 2016 6:59 pm
Nome: cristian
Regione: Lombardia
Città: calvisano
Età: 41
Stato: Non connesso

regolatore-stabilizzatore

Messaggio da cist78 » sab nov 19, 2016 5:50 pm

ciao a tutti. volevo chiedere come potevo modificare uno shema che mi aveva postato roy67 per stabilizzare la corrente in uscida da un alimeentatore 12v. in questo caso 12v 10A Basterebbe sostituire il ponte diodi?

Immagine:
Immagine
121,91 KB
Cristian

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3176
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » sab nov 19, 2016 6:06 pm

Oltre a sostituire il ponte diodi con uno che sopporta l'amperaggio che richiedi, devi anche aggiungere un transistor di potenza in accoppiamento al 7812.
Il 7812 sopporta al massimo 1A con aletta di raffreddamento.
http://pdf1.alldatasheet.com/datasheet- ... /7812.html
Ciao, Salvatore

Avatar utente
Digtrain
Messaggi: 1598
Iscritto il: gio dic 20, 2012 11:47 pm
Nome: Walter
Regione: Lombardia
Città: Casarile
Età: 60
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Digtrain » sab nov 19, 2016 6:58 pm

Ciao Cristian, :grin:
come ha già spiegato da Salvatore, questo circuito non sopporta 10 A.
Guarda qui:http://www.arivigevano.net/Progetti/alimentatore.htm per avere 10A devi aggiungere un'altro 2N3055 e il trasformatore deve erogare una tensione di almeno 14-15 volts e ovviamente 10A di corrente.

Ciao Walter :geek:
Walter - Club Modellismo Pavese - Steamtown National Historic Site - Het Spoorwegmuseum Utrech - Loxx Berlino - "Il mio fisico è stato scolpito e modellato nelle migliori trattorie della Lomellina"

Avatar utente
cist78
Messaggi: 27
Iscritto il: mar ott 11, 2016 6:59 pm
Nome: cristian
Regione: Lombardia
Città: calvisano
Età: 41
Stato: Non connesso

Messaggio da cist78 » sab nov 19, 2016 7:11 pm

mi spiego meglio questo alimentatore andrebbe ad alimentare il circuito dei led in sequenza ed altre componenti, era un accorpamento dei vari trasformatori . si potrebbero creare 10 uscite 12v 1A o simili come uscita da questo alimentatore è fattibile o ho detto una cavolata
Cristian

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3176
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Messaggio da sal727 » sab nov 19, 2016 7:25 pm

Non vedo l'utilità di fare 10 circuiti da 1A invece che adattare il circuito per ottenere un assorbimento maggiore.
Ciao, Salvatore

Avatar utente
cist78
Messaggi: 27
Iscritto il: mar ott 11, 2016 6:59 pm
Nome: cristian
Regione: Lombardia
Città: calvisano
Età: 41
Stato: Non connesso

Messaggio da cist78 » sab nov 19, 2016 9:08 pm

ho guardato in rete e non sapevo esistessero :? . di queste cose me ne intendo veramente poco comunque potrebbe essere un a buona idea
potrei risolverei il problema di avere un uscita stabilizzata, e suddividere le varie componenti con protezione, piuttosto che avere tutto in sieme. posto una foto di quello che ho visto pareri


Immagine:
Immagine
88,58 KB
Cristian

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » sab nov 19, 2016 11:52 pm

secondo me c'è un po' di confusione... il primo schema, quello di Roy, è un raddrizzatore e stabilizzatore e si usa in accoppiata ad un trasformatore. La foto postata qua sopra è quella di un alimentatore switching (senza trasformatore) e di solito questo genere di oggetti è già in grado di fornire correnti relativamente elevate. Questi alimentatori, pur non essendo sempre adatti ad ogni impiego a causa della "sporcizia" della tensione in uscita (spike e residui di oscillazioni) vanno sicuramente bene per accendere LED, lampadine e altro similare.
L'alimentatore della foto pare che abbia accoppiato un circuito "parzializzatore" della corrente in uscita suddividendo l'uscita stessa in più uscite di minore portata ognuna delle quali sotto fusibile.
Comunque sia, gli alimentatori di cui sopra sono tutti "stabilizzati" (ovvero in grado di fornire sempre la stessa tensione nominale indipendentemente dal carico in corrente).

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
cist78
Messaggi: 27
Iscritto il: mar ott 11, 2016 6:59 pm
Nome: cristian
Regione: Lombardia
Città: calvisano
Età: 41
Stato: Non connesso

Messaggio da cist78 » dom nov 20, 2016 10:06 am

giuto analisi corretta lo schema di roy67 era per un circuito alimentato da un trasformatore 12V 10A e mi ha risolto il problema. Avendo recuperato questo alimentatore 12V 10A da strisce led volevo sostituirlo a i vari trasformatori. poi ho visto questa soluzione che suddivide le uscite e mi sembra buona ma non so come realizzarla. se mi dici che l'uscita è gia stabilizzata una volta suddivisa non devo applicare il circuio di roy
Cristian

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » dom nov 20, 2016 9:02 pm

cist78 ha scritto:
[se mi dici che l'uscita è gia stabilizzata una volta suddivisa non devo applicare il circuio di roy


Se l'alimentatore è di tipo switching, più che mai avrai bisogno di un buon filtro per "pulire" le "porcherie" che escono.
Se lo usi per far funzionare circuiti digitali... Con il "piffero" che funzionerà qualcosa. :wink:

Anzi.. Tutto andrà a "quel Paese".

Non capisco una cosa. Perché ti servono 10 ampere per accendere dei led.
Nel caso del "faro di caprazoppa" l'assorbimento non supera gli 0,3 ampere.. per 9 led (che si accendono in sequenza - uno dopo l'altro - e mai in contemporanea) :wink:

Un alimentatore da 1 mapere ne fa funzionare 3 di circuiti.... :wink:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
cist78
Messaggi: 27
Iscritto il: mar ott 11, 2016 6:59 pm
Nome: cristian
Regione: Lombardia
Città: calvisano
Età: 41
Stato: Non connesso

Messaggio da cist78 » dom nov 20, 2016 11:04 pm

l'alimentatore non mi serve da 10A è che riutilizzavo uno che avevo gia, da qui che mi è vunuta lidea di utilizzarlo aplicandogli un circuito che suddivida la corrente come quello in foto
Cristian

Rispondi

Torna a “ANALOGICO”