Oscilloscopio

Il sistema tradizionale di gestione locomotive e plastico.

Moderatore: roy67

Rispondi
Avatar utente
Edgardo_Rosatti
Socio GAS TT
Messaggi: 4369
Iscritto il: ven ott 28, 2011 12:59 am
Nome: Edgardo
Regione: Lombardia
Città: Muggiò
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Oscilloscopio

Messaggio da Edgardo_Rosatti » mar ago 02, 2016 12:33 am

Ho acquistato un oscilloscopio digital, ma metto qui in area "analog" la discussione perchè mi sembra più coerente, inoltre, quest'area è quella che bene o male tratta più di tutte problemi elettrici generali.

Per i neofiti, un oscilloscopio è uno strumento di misura in grado di visualizzare su un monitor la forma d'onda di un segnale elettrico; la sua ampiezza con l'andare del tempo.

Per me che mi sono sempre definito uno "smanettone" è una buona occasione per imparare qualcosa in più e fare sperimentazione.
So che qui ci sono persone più esperte di me e che conoscono molto bene questo strumento di misura. Quindi qualsiasi suggerimento in merito sarà ben accetto :grin:

L'oscilloscopio digitale che ho acquistato è un Hantek 1008C Automotive.
Ha 8 ingressi con una risoluzione di 12 bit e può essere usato anche come generatore programmabile di segnali.
Lo strumento nasce per effettuare diasgnostiche su autoveicoli, infatti viene fornito di una sonda speciale per il controllo degli impulsi elettrici che alimentano le candele di un'auto a benzina.

Tuttavia, lo strumento si presta bene anche per applicazioni generiche ed è in grado di misurare segnali elettrici più comuni.

Una cosa che ho subito notato è la velocità di campionamento dei segnali che non è alta. Per ora ho fatto qualche test misurando un segnale ad onda quadra generato direttamente dall'oscilloscopio.
Il segnale ha una frequenza di 1000 Hz e una ampiezza di 2 Volt picco picco.

Qui una foto del software su pc portatile:

Ingresso 3:
Immagine
99,52 KB

In fuxia il segnale ad onda quadra sull'ingresso 3, mente in giallo un'onda anomala sull'ingresso 6 (giallo)
Il segnale sul 6 è generato dal mio corpo; cioè viene rilevato un disturbo semplicemente toccando con le dita la sonda dell'oscilloscopio. Effetto antenna.

Hantek1008C:
Immagine
87,15 KB
Qui si può vedere l'archibugio USB con i connettori BNC collegati (coccodrilli rossi).

Altro esperimento:
Immagine:
Immagine
78 KB
Input 4 (verde) è presente un segnale PWM con duty cycle al 50% proveniente da una scheda Arduino.
Qui mi aspettavo una forma d'onda diversa, ma variando il duty cycle il tuttto corrisponde.

Ultima immagine, una forma d'onda generata da una centrale DCC
DCC:
Immagine
93,17 KB
Qui ho invocato qualche info visibile nella parte bassa.
Il segnale DCC ha un voltaggio 15,3 volt con un dury cycle del 47,1% e un VPP di 38,8 Volt e tutto corrisponde.

Ok, mi fermo, in quanto avrei molte domande da fare e la curiosità è tanta.

Considerazione finale:
non ho ancora capito qual'è la banda passante di questo strumento e sicuramente con un oscilloscopio analogico è possibile misurare segnali in modo migliore e più velocemente. Per ora va bene così. Il costo dello strumento sonde comprese è stato di 70 euro.

Buona elettronica a tutti :grin:

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da roy67 » mar ago 02, 2016 6:50 am

Ottimo acquisto Ed.
S'impara sopratutto utilizzando gli strumenti e da smanettone (come ti definisci) si diventa capaci (come penso tu sia).
Il prezzo mi sembra ottimo, anche se è un po' laborioso prima di essere arrivati alla misura di lettura. Ora bisogna vedere la qualità dello strumento nel tempo.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mar ago 02, 2016 1:49 pm

beh per 70 euro non potevi chiedere di più! mi pare un buon compromesso tra uno strumento molto economico e prestazioni dignitose...

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Rispondi

Torna a “ANALOGICO”