I miei problemi con il digitale

Il sistema digitale (DCC) applicato al modellismo ferroviario.

Moderatore: roy67

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » gio feb 21, 2019 6:35 pm

Certo, ho prima messo l'indirizzo, poi ho programmato il decoder e sul multimaus, come seconda loco appare ancora adesso la OBB. Ho trovato un filmato su YouTube che mostra in diretta come fare e ad ogni passaggio lo stoppavo e eseguivo.
Tutto fatto secondo regola.
È più facile che abbia sbagliato qualcosa nella "pulizia"della basetta.
Il collegamento dei fili, sicuramente no.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da roy67 » gio feb 21, 2019 7:48 pm

Certo, Giuseppe.
Hai "fulminato" il decoder quando gli hai fatto una "flebo" di volts al contrario, alimentando direttamente il motore in CC mentre il decoder dispensava l'accelerazione in PWM...
Mi stavo chiedendo perché non partiva, ma probabilmente ci sono aggiustamenti del PCB da fare che hai saltato o che non sono così chiari nel sito.

La cosa importante è che il motore non deve avere alcuna comunicazione elettrica con nient'altro. I fili grigio ed arancione devono essere una "cosa indipendente da tutto l'universo".
Eventuali condensatori e induttanze ai poli motore devono tassativamente essere eliminate!
Il filo nero deve essere in comune con un polo qualsiasi luci (se lampade) oppure all'anodo (polo positivo) di un led ( a cui va aggiunta la resistenza).
Ma non è il tuo caso. Viste le foto, ci sono lampade alogene da 500 Watt.... :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » lun feb 25, 2019 10:48 pm

Devo farmi mandare qualche altro decoder per le loco N e non avendone di predisposte, penso di riprenderli come quello fulminato.
Intanto me ne faccio anche mandare due per loco TT già predisposte.
Una è una Roco e pensavo di acquistare il suo
xdecoderTT.jpg
decoder roco.jpg
L'altra è una Kuehn
kuehn.jpg
va bene lo stesso decoder o è meglio
l'ESU
decoder2.jpg
Tra i due, oltre il fatto che uno ha i fili e uno ha la presa diretta, che differenze ci sono?

Avatar utente
Pierluigi1954
Socio GAS TT
Messaggi: 1963
Iscritto il: lun gen 28, 2013 8:42 am
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da Pierluigi1954 » mar feb 26, 2019 4:59 am

Io ti consiglio gli Esu per il motivo scritto nella pagina precedente.
Vai a vedere qui:
http://www.esu.eu/produkte/lokpilot/
Qui trovi tutta la produzione e devi guardare la sezione TT/N ovviamente.
Una volta che clicchi sul decoder prescelto si apre un'altra pagina e vedrai che ogni modello ha i fili con spina a 6 o 8 poli o fili singoli o solo con la spina come hai bisogno tu. Poi col codice lo vai a cercare in rete per acquistarlo dove più ti conviene.
Se vuoi, una volta scelto, metti il codice nel forum che controlliamo per sicurezza.

Ciaooo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » mar feb 26, 2019 3:15 pm

Io avrei individuato questi:
54685 LokPilot micro V4.0, DCC, 6-pol. Connessione diretta NEM 651 per le loco TT predisposte
54684 LokPilot micro V4.0, DCC, 6-pol. NEM 651 con cavo per la 424 TT con motorizzazione Lineamodel
53664 LokPilot Nano Standard, DCC Decoder, 6-pol. Tappo secondo NEM 651 con cablaggio per le restanti scala N senza predisposizione ( è quello che avevo e che ho fulminato :mrgreen: .

Avatar utente
Pierluigi1954
Socio GAS TT
Messaggi: 1963
Iscritto il: lun gen 28, 2013 8:42 am
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da Pierluigi1954 » mer feb 27, 2019 3:47 am

Ok vanno benissimo. Io li prendo qui:
https://www.modellbahnshop-lippe.com/gr ... liste.html
Negozio serissimo, veloce, e cosa che non guasta, è anche in italiano.
Il 56684 lo puoi sostituire con il 56687. La differenza è che con il 56687 puoi usarlo anche per il protocollo Motorola (MM/DCC/SX), ma a te non cambia nulla, neanche il prezzo.

Ciaooo

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » mer feb 27, 2019 5:11 pm

Grazie dell'indicazione.
Da Lippe ho acquistato diverse volte, serietà e precisione.
Ora però preferisco comperare da Tecnomodel, più o meno hanno gli stessi prezzi (ora spenderei 215,30 contro i 217,04 di Lippe: uguali e tutti e due trasporto gratis).
La preferenza la do' a loro per un semplice motivo: ci lamentiamo, io per primo, che nei negozi italiani non troviamo quello che ci serve, ma se non comperiamo da loro avranno sempre meno articoli.
Tecnomodel, per esempio, da un po' ha iniziato a tenere anche la scala TT , ma se non ne venderà l'abbandonerà come hanno fatto tutti gli altri.
Inoltre, le ditte produttrici, per le loro strategie commerciali si basano sui bacini di vendita, e, quando io compro in Germania, do a loro un'indicazione sbagliata.
Ah dimenticavo, Lippe mette le caramelle, Tecnomodel i biscottini, e a me piacciono di più i biscottini.. [255] [255] [255] [255]

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9950
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da Fabrizio » mer feb 27, 2019 9:21 pm

giuseppe_risso ha scritto:
mer feb 27, 2019 5:11 pm
.....
Ah dimenticavo, Lippe mette le caramelle, Tecnomodel i biscottini, e a me piacciono di più i biscottini.. [255] [255] [255] [255]
Lineamodel metteva i motorini [255]
Fabrizio Borca

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4041
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da MrPatato76 » mer feb 27, 2019 9:23 pm

giuseppe_risso ha scritto:
mer feb 27, 2019 5:11 pm

Tecnomodel, per esempio, da un po' ha iniziato a tenere anche la scala TT , ma se non ne venderà l'abbandonerà come hanno fatto tutti gli altri.
Lo ha già fatto.
Gli articoli sono gli stessi da anni... e non si sono mossi da lì...
Comunque Lippe ha alzato parecchio i prezzi....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Pierluigi1954
Socio GAS TT
Messaggi: 1963
Iscritto il: lun gen 28, 2013 8:42 am
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da Pierluigi1954 » gio feb 28, 2019 4:52 am

Giustissimo dare lavoro ai negozi italiani, ma 10 anni fa, Tecnomodel, aveva pochissimo in N e anche oggi non è un granchè (una quindicina di loco) mentre in H0 è molto fornito e competitivo. Quando posso anch'io acquisto da Tecnomodel ma non paragoniamolo al Lippe dai [101]

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3182
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 62
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da sal727 » gio feb 28, 2019 11:55 am

In Germania c'è un mercato che tira molto di più in tutte le scale, qui in Italia tira solamente in scala H0, prima con la Lima e Rivarossi c'era anche la scala N, adesso nella scale minori non ci sono più prodotti italiani, se non qualche artigiano con costi piuttosto alti e solamente su prenotazione, alcune aziende straniere di prodotti italiani sfornano solamente in H0 e guardano come tende il mercato, idem i commercianti se un prodotto non tira certamente non fanno magazzino, sarebbe un suicidio economicamente, più si vende e più il commerciante ha la possibilità di comprare quantità di materiale con sconti maggiori e rivenderli a prezzi competitivi, se gli rimangono in magazzino hanno un costo a livello amministrativo e non è conveniente, se a tecnomodel gli ordini un prodotto in TT te lo riesce a fornire, però non potrà mai essere competitivo con modellbahnshop-lippe che invece fa magazzino forte delle sue vendite.
Ciao, Salvatore

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » gio feb 28, 2019 12:23 pm

Analisi perfetta, per questo, quando li trovo e se il prezzo non si discosta molto, preferisco privilegiare un commerciante italiano.
In caso contrario il messaggio che arriva alle ditte è fuorviante.

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da roy67 » gio feb 28, 2019 1:43 pm

Concordo con Giuseppe.
Da un anno a questa parte ho re-iniziato l'acquisto al negozio di Parma.
Pago solo € 1,00 in più circa su ogni articolo ma ho lo stesso materiale ordinato in Germania.
Togliendo le spese di spedizione ed aggiungendo il 3% in più di IVA.

Poi non lamentiamoci se i prezzi aumentano... O se il materiale non lo tengono in magazzino.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » mar mar 19, 2019 10:51 pm

Rieccomi, mi sono arrivati i nuovi decoder.
Allora, ho eliminato le piste della basetta che utilizzo solo come supporto e perchè ha incorporate le prese di corrente per il motore.
Ho collegato filo grigio e arancione ai poli del motore, rosso alle ruote di un lato, nero a quelle del lato opposto. giallo a un polo della lampadina e bianco al polo dello stesso lato dell'altra lampadina. il filo nero l'ho portato all'altra polarità di entrambe le lampadine.
Dovrebbe essere tutto a posto.
Domani la provo a programmare e vediamo cosa succede.

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4041
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da MrPatato76 » mer mar 20, 2019 8:06 am

No!!

il filo nero va ad una presa di corrente sulle ruote!!
alle lampadine ci vanno il Blu (comune ed il bianco e giallo!!
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » mer mar 20, 2019 11:05 am

Ancora il filo blu?
Ma non si era detto che non andava collegato?
roy67 ha scritto:
lun feb 18, 2019 11:59 pm
Se si guarda attentamente il PCB si vede che il filo nero è collegato al polo delle lampade.
Significa che la connessione è sa massa bloccata, ovvero che il filo blu non va collegato, altrimenti brucia il decoder.

Schema collegamento decoder.JPG

Questo tipo di connessione sfrutta come polo positivo il filo nero (presa corrente dalla rotaia sinistra).
La tensione si dimezza, infatti si avranno presenti solo 11,5 volts ai capi delle lampade.

Altrimenti vi saranno 21 Volts, con il filo blu.
Ma questo è deleterio per i modelli vecchiotti, cioè con PCB senza la presa NEM di predisposizione del decoder.
Bruciano immediatamente le lampadine.

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2419
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da lorelay49 » mer mar 20, 2019 11:46 am

Giuseppe se hai eliminato il PCB non hai più i collegamenti di prima, ai vari utilizzi vai con il nuovo cablaggio, non mi sembra che tu abbia la massa (positivo) collegata o mi sbaglio.......
Giuliano

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » mer mar 20, 2019 12:24 pm

Se ho capito bene, prima, con le piste era a massa bloccata, ora che le ho eliminate è diventata a massa flottante e quindi devo proprio usare il blu. Giusto?

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2419
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da lorelay49 » mer mar 20, 2019 12:53 pm

[264] [257]
Giuliano

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da roy67 » gio mar 21, 2019 9:07 pm

Esatto, Giuseppe.
La differenza è data dalla presenza di un polo elettrico sulle piste comuni del PCB.

Se togli quello e saldi i fili direttamente, avrai la massa flottante.
A questo punto, però aumenta il voltaggio di alimentazione delle luci da 11 volts a 16-18 volts circa.
Verifica se il modello installa luci che sopportano tale voltaggio.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » gio mar 21, 2019 10:53 pm

Le luci si accendono e per ora non si sono bruciate, non ho foglio di istruzioni c'è un altro modo per fare questa verifica?
Altra domanda terra terra, se in una motorizzazione non si vede dove vanno i fili delle luci, come faccio a sapere se è a massa bloccata o flottante?

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da roy67 » ven mar 22, 2019 12:00 am

La data di produzione del modello dovrebbe essere indicativa. Se il modello è di costruzione precedente all'uscita in commercio del DCC è spesso sintomo di "lampade da 12 volts". Se invece è uscito dopo potrebbe averle da 16 volts.
Comunque te ne accorgi quando le accendi. fanno una luce intensissima, oltre il normale...

Per verificare se il modello è a massa bloccata o flottante e sufficiente appoggiare il modello su un pezzo di binario.
Prendere il tester, settato su "Ohm" oppure "beep" (suono), e:
Con un puntale toccare il telaio metallico del modello. Con l'altro toccare prima una e poi l'altra rotaia.
Se non si misura alcunché è a massa flottante, ovvero a telaio isolato.
Se si misura "continuità elettrica" significa che il telaio è a massa, ovvero collegato ad una delle prese corrente.
Quasi tutte le Fleischmann e molte Roco sono così.

Ne sto digitalizzando proprio in questi giorno una.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
lorelay49
Socio GAS TT
Messaggi: 2419
Iscritto il: ven gen 25, 2013 6:32 pm
Nome: giuliano
Regione: Lombardia
Città: Locate di Triulzi
Età: 70
Stato: Non connesso

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da lorelay49 » ven mar 22, 2019 4:28 pm

Allora Giuseppe funziona tutto ??
Giuliano

Avatar utente
roy67
Socio GAS TT
Messaggi: 6355
Iscritto il: dom gen 27, 2013 8:13 am
Nome: Roberto
Regione: Emilia Romagna
Città: Parma
Ruolo: Moderatore
Età: 52
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da roy67 » ven mar 22, 2019 9:33 pm

Giuseppe, facciamo il tipo per te.... Facci sapere.
Ciao. Roberto Alinovi - L'uomo non teme ciò che in lui non c'è. (Hermann Hesse)

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7359
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 74
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: I miei problemi con il digitale

Messaggio da giuseppe_risso » sab mar 23, 2019 10:23 am

lorelay49 ha scritto:
ven mar 22, 2019 4:28 pm
Allora Giuseppe funziona tutto ??
Ni... :shock: [246] [246] [246]

Purtroppo questi giorni, tra lavoro e rifacimento del giardino (era necessario e la stagione sta andando troppo avanti), alla sera sono stanco e ho pochissimo tempo da dedicare ai trenini.
Comunque, ho collegato le lampadine con i poli tra di loro e uno al filo blu e gli altri ai fili giallo e bianco.
Ho riprogrammato la loco, e ora le lampadine si accendono secondo il senso di marcia.
Però, c'è un problema, penso indipendente dal decoder: appena giro la manopola, ripeto, si accendono le luci ma mi viene dato segnale di corto circuito.
Ho controllato attentamente e i fili sono collegati giusti e non vi sono contatti tra fili con polarità diverse.
Temo sia un problema interno alla loco che avevo smontato e rimontato.
Appena possibile farò i necessari controlli.
Ho un'altra locomotiva, analogica, che ha sempre funzionato bene, ora, improvvisamente, se la metto sui binari mi manda in cortocircuito l'impianto.
Anche qui, appena ho tempo devo vedere il perché.
Certo che se i modellini funzionassero a legna invece che con la corrente, per me, sarebbe molto più semplice [255]

Rispondi

Torna a “DIGITALE”