modulo per inversione polarità cappio

Il sistema digitale (DCC) applicato al modellismo ferroviario.

Moderatore: roy67

Rispondi
Avatar utente
filipo1
Messaggi: 413
Iscritto il: sab feb 15, 2014 1:58 pm
Nome: filippo
Regione: Campania
Città: sorrento
Età: 51
Stato: Non connesso

modulo per inversione polarità cappio

Messaggio da filipo1 » lun mag 11, 2015 10:40 am

esiste un modulo economico affidabile
per l'inversione di polarità per i cappi di ritorno ?

grazie
peppe

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 53
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » lun mag 11, 2015 11:46 am

analogico o digitale ??

il più economico è il metodo manuale, poco pratico e poco realistico.. ma molto economico..

quà trovi un bel pò di info. http://www.scalatt.it/bottega%20plastic ... itorno.htm
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
buddacedcc
Messaggi: 469
Iscritto il: mar dic 04, 2012 9:37 pm
Nome: Epifanio
Regione: Piemonte
Città: Torino
Età: 41
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da buddacedcc » lun mag 11, 2015 11:52 am

filippo se devi usare la claudia rocrail etc... basta un relè comandato da un decoder a sua volta comandato opportunamente dall retroazione tramite pc
Nuccio - Visita DCCWorld, il primo ed unico sito italiano dedicato al digitale.

Avatar utente
magin81
Socio GAS TT
Messaggi: 271
Iscritto il: lun nov 05, 2012 11:42 pm
Nome: davide
Regione: Campania
Città: Cellole
Età: 38
Stato: Non connesso

Messaggio da magin81 » lun mag 11, 2015 2:01 pm

Ciao filippo,
leggi qui

topic.asp?TOPIC_ID=7916&SearchTerms=inversione,cappio

io ne ho costruiti ed installati 5 e funzionano tutti contemporaneamente alla grande e senza necessità di programmare nessun chip. Costo 10 euro di componenti contro i 60 del pari commerciale.
ciao

Davide
Davide

Avatar utente
filipo1
Messaggi: 413
Iscritto il: sab feb 15, 2014 1:58 pm
Nome: filippo
Regione: Campania
Città: sorrento
Età: 51
Stato: Non connesso

Messaggio da filipo1 » mar mag 12, 2015 7:34 am

grazie

per il manuale non credo vada bene perchè lo dovrei azionare contemporaneamente ai deviatori


mi spiegate : per l'inversionedi polarità non capisco quale sarebbe la differenza tra il dcc e analogico tranne che per velocità e sensibilità

x bud

si
ma per il momento uso il multimause come lo vendo passerò alla claudia ........le finanze scarseggiano $$$$$$$ :cool: :cool:
peppe

Avatar utente
magin81
Socio GAS TT
Messaggi: 271
Iscritto il: lun nov 05, 2012 11:42 pm
Nome: davide
Regione: Campania
Città: Cellole
Età: 38
Stato: Non connesso

Messaggio da magin81 » mar mag 12, 2015 10:33 am

Ciao Peppe,
teoricamente tra digitale e analogico non c'è molta differenza.
Mi spiego meglio: se usi un impianto completamente analogico, allora il cappio puoi alimentarlo semplicemente con un ponte a diodi, ma a patto che il treno dovrà percorrere il cappio sempre nello stesso verso e devi controllare il deviatoio di ingresso al cappio.
Nel caso di alimentazione in digitale la forma d'onda del segnale digitale è quasi come l'alternata di rete a casa, a differenza della continua che è un segnale costante. Per cui nel tempo si sono evoluti i sistemi per il controllo di inversione della polarità del cappio, tipo i classici LK100 e LK200 della lenz (il primo a relè e il secondo a transistor).
In entrambi i moduli della lenz, viene avvertito il cortocircuito quando si percorre il cappio e il relè o transistor scambia la polarità delle rotaie mentre il treno continua a percorre il cappio sempre nella stessa direzione.
Poi ci sono i moduli simili a quello del progetto francese dove non c'è la rilevazione del cortocircuito, ma tramite degli spezzoni di rotaia posti tra il cappio e la linea c'è uno scambio automatico del relè.
L'enorme vantaggio sia dei lenz che di questi ultimi moduli, che siano commerciali o fatti in casa, è che il treno può percorrere il cappio in entrambe le direzioni ed funzionano sia in analogico che in digitale.
Per esempio il modulo che mi sono costruito, prende l'alimentazione da binario in digitale, e tramite un classico ponte a diodi e qualche condensatore, la converte in continua per alimentare tutta l'elettronica di bordo. Ma si può usare anche un'alimentazione esterna, tanto l'alimentazione che va al modulo è separata da quella dei binari.
Spero di essere stato chiaro. Chiedi pure se ho saltato qualche passaggio.

Ciao
Davide
Davide

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 53
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » mar mag 12, 2015 10:48 am

Esattamente come dice Davide
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
filipo1
Messaggi: 413
Iscritto il: sab feb 15, 2014 1:58 pm
Nome: filippo
Regione: Campania
Città: sorrento
Età: 51
Stato: Non connesso

Messaggio da filipo1 » mar mag 12, 2015 8:04 pm

grazie

per me anche troppo esaustivo :smile: :wink:

puoi indicarmi dove posso trovare qualcosa tipo i lenz ma economico ......premetto che io non sono
in grado di assemblare alcunchè in elettronica
peppe

Avatar utente
Sange
Messaggi: 465
Iscritto il: lun mar 02, 2015 5:39 pm
Nome: Pierluigi
Regione: Lombardia
Città: Codogno
Età: 53
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Sange » mar mag 12, 2015 11:06 pm

Mi sembra che "peppardo" assembli il modulo al solo costo dei componenti elettronici e delle spese di spedizione
Pierluigi - Non è mai troppo tardi

Avatar utente
magin81
Socio GAS TT
Messaggi: 271
Iscritto il: lun nov 05, 2012 11:42 pm
Nome: davide
Regione: Campania
Città: Cellole
Età: 38
Stato: Non connesso

Messaggio da magin81 » gio mag 14, 2015 3:32 pm

filipo1 ha scritto:

grazie

per me anche troppo esaustivo :smile: :wink:

puoi indicarmi dove posso trovare qualcosa tipo i lenz ma economico ......premetto che io non sono
in grado di assemblare alcunchè in elettronica


Ciao filippo,
prova a chiedere all'autore del post che ti ho menzionato, si chiama Marco. Lui ha suo tempo, mi ha fatto 5 basette per saldare tutti i componenti elettrici ma penso che possa saldartelo interamente. Anche peppardo penso non abbia problemi a fartelo.
Ciao

Davide
Davide

Rispondi

Torna a “DIGITALE”