Rocrail – impariamo giocando

Il sistema digitale (DCC) applicato al modellismo ferroviario.

Moderatore: roy67

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » lun nov 20, 2017 4:24 pm

pieroalias ha scritto:Ho seguito con molto interesse la parte dedicata ai suoni, bella e semplice. volevo però chiederti se è possibile fare un passo in più e differenziare i suoni in base alle diverse loco e quindi ai loro decoder.nel tuo esempio del passaggio a livello è possibile fare in modo che una loco emetta, o meglio faccia emettre dal sistema, un suono e un' altra loco un altro suono? fermo restando che nella cartella apposita siano presenti entrambi i file audio.
grazie
Certo che si può fare. Dovresti crearti un'azione specifica per ogni suono che intendi riprodurre e quindi andare ad agire sul sensore con cui intendi riprodurre detti suoni. Al sensore fai compiere l'azione quando in fase ON specificando a quale locomotiva è destinato.
Ti ritroverai quindi con il sensore che avrà tutta una serie di suoni attivati per diverse loco in modo distinto.
Allegati
BBBB.JPG
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
pieroalias
Messaggi: 44
Iscritto il: ven giu 09, 2017 5:36 pm
Nome: piero
Regione: Lombardia
Città: milano
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da pieroalias » lun nov 20, 2017 8:38 pm

grandissimo. letto così non è che ho capito granchè ma non appena riesco apro rocrail e seguo le tue istruzioni scrupolosamente
grazie
Piero

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » lun nov 20, 2017 10:22 pm

Fai sempre un passo per volta e pian piano scopri le varie funzioni di Rocrail; provi, leggi la guida online del programma e riprovi finchè non ne vieni a capo. I miei suggerimenti dovrebbero semplificarti la ricerca delle soluzioni visto che anch'io le cerco e le provo e nessuno me le insegna :wink:
Nello specifico, seguendo la procedura precedentemente illustrata per far suonare la campanella del passaggio a livello, una volta fatta funzionare per tutte le loco puoi legare la sua attivazione ad una sola locomotiva. Per fare questo assegna la loco in questione all'interno del pannello del sensore come evidenziato nell'ultima immagine che ho postato.
Occorrerà poi creare altre azioni che producano suoni diversi e ripetendo la procedura, legare questi altri suoni ad altre loco.
Fai qualche tentativo e se non ti riesce posta qualche immagine o fai domande più specifiche riguardanti i punti critici che incontri. :D
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
pieroalias
Messaggi: 44
Iscritto il: ven giu 09, 2017 5:36 pm
Nome: piero
Regione: Lombardia
Città: milano
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da pieroalias » mar nov 21, 2017 9:23 am

grazie Doc.
si il sistema migliore è mettere insieme le varie informazioni e fra queste le tue e poi provare.
ho provato seguendo il tuo tutorial quindi con la stringa da te riportata ma non avendo ancora cablato il layout l' ho fatto in modo virtuale, ovviamente senza assegnare l' azione a una particolare loco ma solo al sensore cliccandoci poi sopra. ho usato windowmedia player ma cliccando sul sensore non succede niente se non che il blocco diventa rosso con la scritta ghost e, non capisco perchè, il pulsante di attivazione ten
sione di RR si disattiva come se si spegnesse. forse non è possibile provare virtualmente?

questa è la stringa tua:
sndrec32 /play /close /embedding + indirizzo file sonoro

questa invece l' ho trovata sul forum di RR:

Start "" /min mplay32 /play /close + indirizzo file sonoro

al di la del diverso player audio,come vedi c'è uno start e delle virgolette all' inizio e non c'è "embedding" prima del file audio.
tu che ne pensi?
grazie ancora e ciao.
Piero

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » mer nov 22, 2017 4:43 pm

Ciao Piero,
la scritta "GHOST" indica che tu hai legato quel sensore al blocco con il significato di "enter" o "in" o comunque di occupazione del blocco che l'automatismo non si aspetta di veder occupato. Ne consegue che il programma non si ritrova con gli automatismi (non si aspetta che stia arrivando una loco in quel blocco) toglie tensione e indica che c'è una loco fantasma nel blocco.
Fai in modo di non collegare quel sensore ad alcun blocco, tanto il funzionamento deve esserci anche senza automatismi. Basta dare tensione e cliccarci sopra in modalità sensori attivati virtualmente.
Per quanto riguarda l'effetto sonoro usa tranquillamente mediaplayer; inserisci nella raccolta di mediaplayer del pc il file sonoro.
Quando sei nella finestra dell'azione clicca su "Edit" e vai a cercare il file sonoro relativo nella raccolta di mediaplayer.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
pieroalias
Messaggi: 44
Iscritto il: ven giu 09, 2017 5:36 pm
Nome: piero
Regione: Lombardia
Città: milano
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da pieroalias » sab nov 25, 2017 1:12 pm

i suoni non funzionavano su windows 7. provato su altro pc con XP e funziona alla grande con sndrec32. Fantastico.
Mi sta venendo in mente un'idea. Sfruttando gli altoparlanti stereo e lavorando un file sonoro (fischi, trombe, sferragliamenti ecc. di un treno) con un audio editor free (audacity) ho intenzione di simulare un suono che evolve passando da destra a sinistra o viceversa a seconda della direzione del treno, logicamente limitato al pezzo di tracciato compreso tra i due altoparlanti.
quando lo farò aprirò una discussione per renderlo più chiaro.
ciao e grazie ancora.
Piero
Piero

Avatar utente
brucotto
Messaggi: 52
Iscritto il: mer feb 19, 2014 11:11 am
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Milano
Età: 42
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da brucotto » ven feb 16, 2018 4:32 pm

Tutorial UTILISSIMO e grazie mille per la disponibilità, sicuramente integrerò Rockrail nel mio plastico.
Difficilmente ho trovato tutorial cosi completi e ben descritti.

Un saluto
Andrea
Andrea - Il mio plastico in scala N - http://www.brucoblurp.it

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » dom feb 18, 2018 11:51 am

Domanda tecnica:ho collegato la centrale digitale al PC e riesco a muovere le macchine con rocrail ed è già una conquista. Ora agendo sui sensori ("enter","pre2in" 2in") di un blocco di stazione in simulazione con la sezione successiva occupata la loc. non riduce la velocità e nemmeno si ferma pur avendo impostato il blocco con le velocità (forse male).Si arresta solo se premo sul sensore "in". Che non ho fatto o ho sbagliato?
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » dom feb 18, 2018 12:58 pm

Ciao Roberto, da quello che dici sembra che tu stia facendo manovre in semiatuomatico e quindi la loco si ferma solo quanto arriva all' "in".
Se tu attivi l'automatismo, cioè fai compiere tutto al pc, partenza da un blocco e arrivo all'altro blocco in automatico, allora la loco rallenta quando è all'"enter" e si ferma all'"in". Se la loco la conduci tu (anche in simulazione) il programma ti lascia fare, salvo poi bloccare la loco quando è all'"in" se tu non l'hai ancora fatto; in questo modo il programma funziona in semiautomatico badando solo alla sicurezza della circolazione.

Non fosse questo il tuo caso, ci fossero cioè situazioni diverse da quelle che ho immaginato, ti chiedo di essere un pò più esaustivo nell'illustrare la procedura che stai testando.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » dom feb 18, 2018 2:19 pm

Quando premo sul sensore "in" inizia l'arresto seguendo la decelerazione impostata con la CV4. Domani riproverò e cercherò di essere più preciso.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » lun feb 19, 2018 3:33 pm

Si, in automatico funziona bene come suggeritomi . Sono riuscito anche a configurare il blocco per la fermata ottimale, imprecando un po' e forse in modo fortuito.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » mar feb 20, 2018 1:02 pm

Nel tuo bellissimo plastico, Roberto, specie in stazione, vedrei molto bene l'adozione del sistema BBT di Rocrail.
Si tratta di una funzione che permette al programma di rallentare progressivamente la loco che entra nella sezione "enter" fino a farla fermare alla sezione "in" in modo graduale e molto molto realistico. E' una funzione autoadattativa, cioè il programma fa tutta una serie di prove e calcoli fino a trovare, dopo diversi arrivi di aggiustamento, alla soluzione ideale. E' da attivare per ogni singola loco cui vuoi applicare detta funzione.
Qui trovi le istruzioni in italiano, dacci un occhio.....:

http://wiki.rocrail.net/doku.php?id=loc-bbt-it
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » mar feb 20, 2018 2:14 pm

Bellissimo é un termine azzardato.É quello che voglio.Oggi provo.Difatti mi chiedevo che era questo BBT.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Docdelburg » mar feb 20, 2018 4:52 pm

Roberto Fainelli ha scritto:Bellissimo é un termine azzardato.É quello che voglio.Oggi provo.Difatti mi chiedevo che era questo BBT.
In questi giorni farò una piccola guida per la funzione BBT che quasi nessuno conosce. Ti direi di fare qualche prova con uno spezzone di binario volante e qualche sensore, così come suggerirò nella guida.
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » mar feb 20, 2018 5:11 pm

Ecco,perchè non é facile da capire.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Andrea » sab gen 05, 2019 7:58 pm

Vi segnalo che in QUESTA PAGINA potete scaricare la "Guida per testare il software Rocrail e le componenti di occupazione binari di DCCWorld".
Un ringraziamento a Luca che l'ha realizzata e ne ha richiesto la pubblicazione.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
wolf05
Messaggi: 23
Iscritto il: ven gen 04, 2013 4:08 pm
Nome: Luca
Regione: Lazio
Città: Roma
Età: 48
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da wolf05 » dom gen 06, 2019 12:35 pm

Andrea ha scritto:
sab gen 05, 2019 7:58 pm
Vi segnalo che in QUESTA PAGINA potete scaricare la "Guida per testare il software Rocrail e le componenti di occupazione binari di DCCWorld".
Un ringraziamento a Luca che l'ha realizzata e ne ha richiesto la pubblicazione.
Grazie Andrea.
Questo è proprio il thread giusto per la guida.
Ho fatto anche un piccolo filmato dove testo il locomotore e le altre componenti usate per realizzare la guida:


Ciao
Luca
PS colgo l'occasione per complimentarmi con Docdelburg per questo thread, interessante e ben documentato.
Luca - Roco Z21 e Hornby Elite DCC controllers, sensors (S4/S8, LNPC) by dccworld.it, turnout decoder DAC-A100 by oscilloscopio.it
Il mio canale Youtube
C'è una verità elementare, la cui ignoranza uccide innumerevoli idee e splendidi piani: nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove. Infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti mai sarebbero avvenute... Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L'audacia ha in sè genio, potere, magia. Incomincia adesso. (cit. forse Goethe)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21048
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Andrea » dom gen 06, 2019 12:38 pm

Grazie a te Luca che hai contribuito ad arricchire la discussione.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » mar gen 08, 2019 8:10 am

Ottima iniziativa.
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11464
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Egidio » mar gen 08, 2019 10:37 am

Interessante...... Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
danynero
Messaggi: 1
Iscritto il: ven mag 10, 2019 2:37 am
Nome: Daniele
Regione: Marche
Città: S. Benedetto del Tr.
Età: 31
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da danynero » gio mag 16, 2019 1:03 am

Grazie per i contributi di grande apprezzamento e l'ottima spiegazione sull'utilizzo di Rocrail. Ho realizzato un paio di settimane fa un tracciato ovale di prova con tre blocchi, due scambi e 6 sensori. Ho già installato e cablato il tutto ma devo ancora provare con gli automatismi via software. Nei prossimi giorni inserirò qualche immagine esplicativa di quello che ho realizzato e voglio fare.
Daniele Neroni

Avatar utente
Roberto Fainelli
Messaggi: 334
Iscritto il: ven lug 19, 2013 2:45 pm
Nome: Roberto
Regione: Umbria
Città: Orvieto
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Rocrail – impariamo giocando

Messaggio da Roberto Fainelli » gio ago 08, 2019 7:54 pm

Recentemente, come si sa, ho modificato il plastico inserendo una seconda stazione nascosta e aumentando di 2 blocchi o sezioni l'intero tracciato avendone così a disposizione 8 per senso solo per farli girare più tutte le altre per precedenze e ricoveri. Eccetto quelle della stazione a vista,VILLA D.P.,che sono relativamente corte le altre hanno una estenzione relativamente lunga,almeno 4,5 mt.,quasi costanti sia nell'estensione dei sensori "enter" e "in" e nella tratta intermedia e pertanto quando vengono occupate il treno ci mette molto a impegnare il sensore "in" rallentando molto la circolazione tra l'altro come al vero ma é troppo in scala.Affidandomi al BBT ho tarato manualmente i vari blocchi.Porto ad esempio la E 190 001 roco con decoder ESU.Modificando solo la CV4 della locomotiva con i valori non relativamente bassi, intorno ai 40/50 per decelerazioni non troppo rapide,sono andato sulla proprietà della loc. e alla pagina BBT ho impostato i passi. I passi sono i gradini di decelerazione che voglio per passare dalla velocità impostata della loc. nel blocco (crociera,massima ecc. ecc.) dal momento che impegna il sensore "enter" a quella minima con cui impegnerà il sensore "in" .Ed ho modificato l'intervallo di partenza cioé il tempo che impiega a passare da un passo all'altro.Più é alto il valore e più ci mette a fare il passo e quindi più é lunga la decelerazione.Il tutto si vede nella finestra di controllo della loc.dove il potenziometro si riporta verso la posizione "IIII" alla "I" in funzione dei passi impostati con le relative velocità. Gli altri valori li ho modificati ma non ne ho ancora percepito l'effetto. Nel quadro "calcolo" ho aggiunto i blocchi e ho impostato un valore di 2200 m/s sui blocchi lunghi e 1700 m/s su quelli corti di VILLA D.P. su "deceleratio time". Nel momento in cui é comandato l'arresto del treno su quel blocco la decelerazione avviene secondo quei valori e e può succedere che non utilizzi tutti i passi impostati nel momento che impegna il sensore "in". In questo caso entra in gioco la lunghezza del sensore e il valore della CV4 che se alto può farlo andare oltre il punto di arresto. Comunque una volta fatta la fermata il BBT registra i nuovi valori e li sovrappone a quelli di impostazione. Ma si possono di nuovo modificare secondo le esigenze. Come si vede nella figura da 2200 il sistema ha calcolato quasi costantemente 2020 consentendo la decelerazione lunga fino a poco prima al sensore "in" che viene impegnato con velocità minima diminuendo i tempi di ingresso. Il mio problema é che nella stazione VILLA D.P. ho i sensori "in"corti e pertanto ho dovuto ridurre il valore della CV 4 altrimenti i treni mi superano i segnali ma negli altri blocchi si fermano con largo margine di sicurezza quindi avrei potuto alzarne tranquillamente il valore per permettere arresti più dolci.Poi quando accendo il PC che gestisce il mio obbrobrio scarico l'impostazione dei blocchi.
Allegati
FB_IMG_1565286096946.jpg
Roberto - Non bisogna confondere la gentilezza con la debolezza.

Rispondi

Torna a “DIGITALE”