Apparato Centrale Computerizzato di Pavia

Ferrovie in esercizio e dismesse, stazioni, impianti, segnalamento e infrastrutture.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9957
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Apparato Centrale Computerizzato di Pavia

Messaggio da Fabrizio » lun mag 21, 2018 7:40 pm

E' stato attivato, lo scorso fine settimana, l' Apparato Centrale Computerizzato della stazione di Pavia

L'apparato è una evoluzione, in chiave elettronica, del precedente Apparato Centrale Elettrico ad Itinerari (ACEI).

Tali apparati hanno la funzione di garantire la sicurezza e la corretta circolazione dei treni, ovvero di predisporre gli itinerari di transito (o manovra) dei treni, in totale sicurezza e in modo da non creare conflitti fra i vari itinerari. Gli impianti sono interfacciati con i sistemi di protezione della linea, ovvero i sistemi di distanziamento (Blocco Conta Assi, Blocco Elettrico Automatico, ecc).

Gli apparati del tipo elettronico sono una evoluzione di quelli di tipo elettromeccanico, dove la parte elettromeccanica che consente di creare gli itinerari in sicurezza, senza conflitti, è sostituita da hardware elettronico e relativo software di gestione. Rimane sempre necessaria una interfaccia elettromeccanica per il collegamento dell'apparato con i vari enti periferici in campo (collegamento fisico di sensori, comando di potenza dei motori dei deviatori, dei segnali ecc ), ma la parte computazionale (interblocchi, consensi, interfaccia operatore ecc) è ora effettuata da dispositivi di tipo elettronico. I comandi saranno impartiti dagli operatori della circolazione utilizzando un’interfaccia non più di tipo elettromeccanico, bensì informatico tramite software dedicato.

Esistono apparati singoli, che comandano una singola stazione (ACC), o apparati multistazione (ACC-M). Tutti gli ACC e ACC-M, così come gli impianti di tipo elettromeccanico ACEI, sono interfacciabili con i sistemi di telecomando per gestire l'intero processo da remoto, ovvero dalle sale di controllo centrali. Vantaggio dei sistemi elettronici è una più rapida riconfigurazione, maggiore affidabilità, maggiore facilità di interfaccia con i sistemi di controllo centrale, minori cablaggi, minore manutenzione e una maggiore flessibilità generale.

L'attivazione dell' ACC di Pavia è solo l'ultima fase di un lavoro che ha richiesto parecchi mesi di sviluppo, programmazione ed esecuzione, anche al fine di impattare il meno possibile sulla regolarità di esercizio. L'apparato gestisce le manovre di stazione, gli ingressi e le uscite dei treni verso Milano (linea Genova-Milano), Voghera (linea Genova-Milano), Alessandria, Vercelli e Castelpusterlengo.


giunto.jpg
Un giunto isolato installato in occasione dei lavori di attivazione dell'apparato ACC (giunto non ancora attivo-cortocircuitato)
segnale.jpg
Nuovo segnale di protezione di Pavia, lato Alessandria/Vercelli (segnale non ancora attivo)
Fabrizio Borca

Rispondi

Torna a “LINEE ED IMPIANTI”