Doppia palificazione

Ferrovie in esercizio e dismesse, stazioni, impianti, segnalamento e infrastrutture.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4378
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Doppia palificazione

Messaggio da cararci » mer ago 05, 2015 10:34 pm

Chiedo agli esperti a cosa serve la doppia palificazione come nei casi delle foto, scattate a Moneglia, in Liguria.

Immagine:
Immagine
232,4 KB

Immagine:
Immagine
232,31 KB

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 9941
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » mer ago 05, 2015 11:48 pm

Interessante quesito Carlo. In taluni casi soluzioni simili si adottano quando vengono sostituiti i pali. Il palo nuovo viene posato poco distante, si tira la linea aerea e poi si elimina la vecchia. Ma non mi sembra questo il caso.

Ho visto anche altri casi simili alle foto da te riportate, ma sono posizionamenti definitivi, come sembrano esserlo quelli in foto. E' possibile ciò sia dovuto alla presenza di sezionamenti e/o scambi o cose similari, che richiedono soluzioni diverse per la posa della catenaria. Però non so rispondere alla domanda.

Mi accodo anche io e attendo notizie da qualcuno che eventualmente conosce il motivo di queste soluzioni.
Fabrizio Borca

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7252
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da liftman » mer ago 05, 2015 11:54 pm

Non c'è niente a riguardo, ma potrebbe essere comunque utile questa cosa: http://www-3.unipv.it/electric/cad/slid ... ione_4.pdf

Aggiornamento:

Per chi ha voglia di leggere tali lezioni sono 7, basta cambiare il numerello nel link..

http://www-3.unipv.it/electric/cad/slid ... ione_1.pdf
...
...
...
http://www-3.unipv.it/electric/cad/slid ... ione_7.pdf
Ciao! Rolando

Avatar utente
Ferroviere delle Dolomiti
Messaggi: 312
Iscritto il: lun feb 24, 2014 9:04 pm
Nome: Marco
Regione: Veneto
Città: Seren del Grappa
Età: 19
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Ferroviere delle Dolomiti » gio ago 06, 2015 9:18 am

Trattasi del tratto ( :smile: gioco di parole) in cui termina una sezione di linea aerea e ne inizia un altra, infatti setu proseguissi lungo i binari troveresti dei pali con i contrappesi ed ecc..

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4378
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » gio ago 06, 2015 10:39 am

Ecco una foto più chiara


Immagine:
Immagine
316,99 KB



Preciso che i tre tratti a doppia palificazione distano tra loro circa 100 metri e non ci sono deviatoi o altre strutture. Ci sono due pali con contrappesi a destra della doppia palificazione della prima foto, a circa 50 metri.
Inoltre non c'è traccia di sezionamento della linea aerea.

Può farvi piacere qualche particolare di quel tratto di ferrovia:


Immagine:
Immagine
339,39 KB

Immagine:
Immagine
110,54 KB

Immagine:
Immagine
170,14 KB

Immagine:
Immagine
165,89 KB

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4028
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Messaggio da MrPatato76 » gio ago 06, 2015 1:10 pm

Potrebbe essere un'interruzione della catenaria.
Immagino che nelle tratte particolarmente lunghe, serva "spezzare" la catenaria per limitare le dilatazioni termiche che poi vengono recuperate dai contrappesi.
La doppia palificazione dovrebbe trovarsi nei tratti di affiancamento tra la fine di una tratta e l'inizio di un'altra tratta di catenaria.
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
cararci
Socio GAS TT
Messaggi: 4378
Iscritto il: gio ott 04, 2012 2:56 pm
Nome: Carlo
Regione: Veneto
Città: Volpago
Ruolo: Moderatore
Età: 68
Stato: Non connesso

Messaggio da cararci » gio ago 06, 2015 1:35 pm

MrPatato76 ha scritto:

Potrebbe essere un'interruzione della catenaria.
Immagino che nelle tratte particolarmente lunghe, serva "spezzare" la catenaria per limitare le dilatazioni termiche che poi vengono recuperate dai contrappesi.
La doppia palificazione dovrebbe trovarsi nei tratti di affiancamento tra la fine di una tratta e l'inizio di un'altra tratta di catenaria.


Tutto plausibile, ma come si spiega il fatto che tre doppie palificazioni sono a soli 100 metri l'una dall'altra?

Avatar utente
Handyman
Messaggi: 243
Iscritto il: sab ago 10, 2013 1:10 pm
Nome: Daniele
Regione: Estero
Città: Mendrisio
Età: 53
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Handyman » gio ago 06, 2015 1:50 pm

Qualcuno che aveva un palo che avanzava?
Fare, o non fare. Non c'è provare! Ciao, Daniele - "Walser modellistica e fai da te"

Rispondi

Torna a “LINEE ED IMPIANTI”