Treni da 2000 tonnellate

Ferrovie in esercizio e dismesse, stazioni, impianti, segnalamento e infrastrutture.

Moderatori: Fabrizio, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10150
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Treni da 2000 tonnellate

Messaggio da Fabrizio » gio lug 06, 2017 4:14 pm

Alcune linee ferroviarie del nord Italia, tra le quali diverse linee principali e alcune secondarie, sono state abilitate alla circolazione di treni merci con massa rimorchiata fino a 2000 tonnellate.
Attualmente, il limite di massa rimorchiabile, è di 1600 tonnellate. Rimangono invece invariati i limiti sulla lunghezza dei treni.

Mappa delle linee abilitate alla circolazione di treni da 2000 tonnellate
Immagine
Foto:http://www.intermodale24-rail.net/news/news.html#0607

Il provvedimento è stato attuato per migliorare i collegamenti merci, specialmente per le esigenze del settore siderurgico e del trasporto di granaglie.

Normalmente in Italia la massa rimorchiabile è fissata in 1.600 ton, con limitazioni locali dovute a diversi fattori, quali le caratteristiche della linea, la disponibilità di potenza per l'alimentazione elettrica, il tipo di locomotive impiegabili e la resistenza degli organi di aggancio dei rotabili. A partire dalle esigenze espresse dagli utenti della rete, Rete Ferroviaria Italiana, ha attivato dei tavoli tecnici congiunti con le Imprese Ferroviarie, dai quali è scaturito un piano di azione per consentire la circolazione in deroga fino a 2.000 ton su alcune linee della pianura padana e sui collegamenti ai valichi di Chiasso e Tarvisio.

Su queste linee è previsto che possano circolare inizialmente un massimo di 2 treni al giorno in media, seguiti con un'azione di monitoraggio per valutare le possibili conseguenze sulla riduzione di capacità delle linee interessate (cali di potenza elettrica, velocità inferiori su tratte in salita) e impatti sulle strutture e manutenzione.

Fonte: http://www.intermodale24-rail.net/news/news.html#0607
Fabrizio Borca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12028
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » gio lug 06, 2017 5:13 pm

Grazie per la condivisione Fabrizio. Saluti. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10150
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Messaggio da Fabrizio » gio lug 27, 2017 11:37 pm

Un treno da 1900 tonnellate a San Michele al Tagliamento, linea Trieste-Venezia, una di quelle abilitate alla circolazione di treni da 2000 tonnellate.

Immagine
Foto:http://intermodale24-rail.net/gallery/I ... liam-S.jpg

Il treno, di Mercitalia Rail, trasporta cereali provenienti dall'est Europa ed è diretto a San Pietro in Gù, dove ha sede uno stabilimento della Mangimi Veronesi, che richiede una notevole fornitura di cereali. Lo stabilimento AIA/Mangimi Veronesi è raccordato nella stazione di San Pietro in Gù alla linea Vicenza-Treviso, anch'essa abilitata al transito di treni da 2000 tonnellate.
Fabrizio Borca

Avatar utente
Fabrizio
Socio GAS TT
Messaggi: 10150
Iscritto il: gio nov 10, 2011 9:17 pm
Nome: Fabrizio
Regione: Piemonte
Città: Piossasco
Ruolo: co-amministratore
Stato: Non connesso

Re: Treni da 2000 tonnellate

Messaggio da Fabrizio » mer apr 22, 2020 12:05 am

Sale a 2500 tonnellate il limite massimo di massa rimorchiata per alcuni treni merci. L'operatore Rail Traction Company, dopo aver attivato alcuni collegamenti con massa rimorchiata massima di 2200 tonnellate, è intenzionato a far circolare treni di massa 2500 tonnellate, destinati principalmente al trasporto di cereali o altri prodotti pesanti. Nel caso del trasporto di alcune tipologie di prodotto, infatti, il limite di peso viene raggiunto molto rapidamente anche con treni corti, diminuendo così l'efficienza del trasporto.

Diverse prove e studi sono stati effettuati in collaborazione con RFI, il gestore della rete, per consentire il transito di questi treni su determinate linee selezionate, in modo da garantire tutte le condizioni di fattibilità e sicurezza, sopratutto in relazione alla disponibilità di potenza elettrica per il traino. La tenuta della infrastruttura, ma anche la convenienza economica in relazione ai maggiori costi di manutenzione derivanti dal transito di treni molto pesanti sono fattori anch'essi considerati, anche se l'aumento di massa rimorchiata avviene aumentando la lunghezza dei convogli e quindi non andando ad incidere in maniera significativa sul peso per asse.

Nei primi giorni del mese di Aprile, l'operatore RTC, ha provato la circolazione di alcuni treni per il trasporto di cereali con massa rimorchiata fino a 2200 tonnellate sulle relazioni tra Villa Opicina e Livorno, dove le granaglie provenienti dall'est europa vengono imbarcate al porto per l'esportazione. In territorio italiano, invece, l'operatore RTC ha creato una rete di treni da 2200 tonnellate al servizio dei terminal di scarico adeguati a riceverli.

Nei prossimi mesi l'obbiettivo è quello di eseguire delle prove per la circolazione di treni con massa rimorchiata fino a 2500 ton. anche in discesa dall'asse del Brennero, dove verranno anche utilizzati carri ad elevate prestazioni frenanti, garantendo una percentuale di massa frenata di almeno il 65%.
Fabrizio Borca

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8984
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 65
Stato: Non connesso

Re: Treni da 2000 tonnellate

Messaggio da adobel55 » mer apr 22, 2020 12:33 am

Interessante, mi spaventa un po'.

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 12028
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Treni da 2000 tonnellate

Messaggio da Egidio » mer apr 22, 2020 12:03 pm

Interessante aggiornamento Fabrizio. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Rispondi

Torna a “LINEE ED IMPIANTI”