Voglia di... mini modulo.

Discussioni relative alla scala N 1:160

Moderatori: cararci, v200, sal727

Rispondi
Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Voglia di... mini modulo.

Messaggio da carlo mercuri » mar nov 13, 2012 6:44 pm

Il posto disponibile in casa è finito da un pezzo ma, oltre al progetto del deposito, che avete avuto modo di osservare qui sul forum nelle sue fasi iniziali (molto iniziali!), memore dei plastici DB che ho avuto e che ho dovuto smantellare :cool: , mi ha assalito una nuova voglia modellistica che potrei attuare solo facendo dei mini moduli o addirittura dei micromoduli.
L'idea mi è venuta osservando quelli di N-Tram, davvero micro ma dal realismo incredibile!

Immagine

Immagine

Immagine


In vari impianti costruiti avevo già verificato la bontà e il realismo di fondali e quinte MZZ che, se ben usati, permettono di dare profondità a qualunque realizzazione senza bisogno di troppo spazio retrostante.
L'impianto al completo dovrebbe essere di un paio di metri, forse anche di più, con una stazione di testa, una stazione di transito e un fascio di ricovero con un probabile sistema di ritorno del treno (cappio, coulisse o sistemi simili).
Le dimensioni dei mini moduli per esigenze che poi spiegherò dovrebbero essere circa di 13 x 22 cm.
Che ne pensate?

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5206
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Messaggio da Docdelburg » mar nov 13, 2012 6:57 pm

Penso che i minimoduli siano una sfida affascinante, sia per la cura che richiedono nell'aspetto scenografico che per la precisa progettazione che ne permetta il frazionamento.
Quindi in bocca al lupo e buona progettazione! :cool:
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po

Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » mar nov 13, 2012 7:45 pm

Concordo con Mauro, è assolutamente un'ottima idea, pregevoli proprio perchè sono "mini" ma sicuramente molto particolareggiati come sai fare tu....verranno bellissimi!!!! :wink: :grin:
Buona progettazione e buon lavoro! :grin:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20887
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » mar nov 13, 2012 7:50 pm

Ciò che è mini, può diventare maxi in termini di bellezza.
Carlo, sono certo che, con la tua manualità, farai un ottimo lavoro
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
sergio giordano
Messaggi: 1340
Iscritto il: mer set 12, 2012 1:18 am
Nome: sergio
Regione: Piemonte
Città: Carrù
Età: 47
Stato: Non connesso

Messaggio da sergio giordano » mar nov 13, 2012 8:18 pm

è davvero il caso di dire micromodellismo! caspita..non vedo l'ora di ammirare questo tuo lavoro! quindi buon lavoro e in bocca al lupo!! :wink: :grin: :grin:
Giordano Sergio Jerry - Gi.Co.Model

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mar nov 13, 2012 9:07 pm

Vi ringrazio per il bell'input a continuare, o meglio, ad iniziare.
Avrei intenzione di partire dalla stazione di passaggio visto che ho individuato un edificio che si presterebbe ad essere plastificato (reso leggermente in rilievo nelle parti essenziali) per realizzare il fabbricato viaggiatori che, come succede spesso in Germania, è ad altezza inferiore rispetto al piano di stazione. In poche parole la ferrovia è in rilevato e la stazione è in basso. Il viaggiatore che scende dalla pensilina infila il sottopassaggio, scende le scale calando di livello ed esce dalla stazione.
Ambientazione teutonica classica con edifici realizzati da soggetti MZZ Vario Modul (riproducono fondali a vari livelli di distanza ed edifici che è possibile rendere in rilievo o addirittura tridimensionali). Ho anche molti edifici recuperati dagli impianti smantellati e che intendo rendere in semirilievo.
Il vantaggio comunque è, e come ho già detto l'ho verificato negli anni, il poter lavorare a piccole sezioni (un po' come nei diorami) con fasi piuttosto brevi e non stressanti e lunghe come quelle dei plastici convenzionali (pensiamo per esempio all'inghiaiatura :cool: :cool: ). Insomma qualcosa di più rilassante ma non meno gratificante.
Altro vantaggio, secondo me enorme, è il non essere obbligati a progettare tutti i moduli insieme ma procedere con un tracciato di base ben definito mentre il paesaggio può essere considerato in maggior libertà, non essendo circoscritto da altri elementi come succede nel plastico tradizionale.
Un'ultima cosa, il sistema MZZ Merz-Vario-Modul consente di progettare i fondali e le quinte con i soggetti ridotti in piccola scala forniti nei vari manuali; praticamente si possono fare dei microscopici diorami di prova semplicemente ritagliando i vari soggetti e posizionandoli finchè non si raggiunge la configurazione desiderata.

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
giuseppe_risso
Socio GAS TT
Messaggi: 7273
Iscritto il: gio ott 27, 2011 10:44 pm
Nome: Giuseppe
Regione: Liguria
Città: Chiavari
Età: 73
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da giuseppe_risso » mar nov 13, 2012 9:18 pm

Mi fa piacere vedere che l'entusiasmo per una nuova "impresa" non ti manca.
Sul risultato non ci possono essere dubbi.
Sarà un vero piacere seguire quello che farai e come al solito... imparare. :grin:

Avatar utente
Riccardo
Socio GAS TT
Messaggi: 5524
Iscritto il: dom dic 11, 2011 9:26 am
Nome: Riccardo
Regione: Lombardia
Città: Varese
Stato: Non connesso

Messaggio da Riccardo » mar nov 13, 2012 9:40 pm

Carlo,
certo che riprodurre dettagli in soli 13x22 cm non è cosa da poco, ma sapendo le tue capacità.... saranno dei piccoli CAPOLAVORI :grin:
Seguirò attentamente l'evoluzione :cool:
Riccardo

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4515
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 57
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da marioscd » mar nov 13, 2012 10:08 pm

l'idea dei micro-moduli ad alto dettaglio e con i fondali elaborati al fine di avere tridimensionalità e prospettiva è molto affascinante. Lavorando poi anche sulle luci si possono ottenere risultati ancora più accattivanti. Se il tutto è condito con l'eccezionale bravura modellistica di Carlo, il tutto rischia di diventare un gioiellino! sono sicuro che assisteremo alla nascita di qualcosa di veramente notevole! mi raccomando, tienici aggiornati in corso d'opera...

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
eddy john
Messaggi: 230
Iscritto il: gio ago 30, 2012 12:54 pm
Nome: Eddy John
Regione: Emilia Romagna
Città: Rimini
Età: 40
Stato: Non connesso

Messaggio da eddy john » mer nov 14, 2012 9:39 am

13x22 cm in scala N ovvero al reale m20X35.

ci stanno tanti oggetti in così "tanto" spazio.

Sicuramente una sfida interessante. :wink:
Eddy

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11392
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mer nov 14, 2012 1:30 pm

Ciao Carlo,...quando il gioco si fa duro,e' allora che i duri incominciano a giocare. Con questa citazione non voglio
assolutamente spaventarti ma incoraggiarti perche' la tua esperienza e bravura riuscira' senza dubbi a prevalicare
sulle difficolta' che potrai incontrare nel realizzare quanto tu speri. E' una sfida alla tua portata : non mi resta che
dirti FORZA Carlo aspettiamo tuoi prossimi riscontri. Saluti. Egidio. :wink:
Egidio Lofrano

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mer nov 14, 2012 9:30 pm

Ringrazio tutti per la fiducia!
Sto preparando un po' di foto per illustrare meglio l'operazione.
Devo dire comunque che verificando i piani di stazione e usando deviatoi e binari in codice 55, l'ingombro in profondità e abbastanza ridotto. Per esempio: una stazione con binario di corretto tracciato, marciapiede con pensilina, binario di precedenza e un tronchino per l'onnipresente magazzino merci riesce a occupare meno di 12 cm. Il poco che avanza è per fondali e quinte.
Insomma mi sto accorgendo che il sistema è valido (non è che l'abbia inventato io :grin: :grin: :grin: :grin: ) e che l'ingombro è davvero minimo. Avrei dovuto adottarlo anni fa... :sad:

A presto.

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » sab nov 17, 2012 9:01 pm

Come anticipato, ecco qualche foto di quanto ho realizzato finora.

Innanzitutto avevo costruito alcuni modulini 13x22 cm, e ne ho uniti due insieme per un totale di 44x13 cm.
Immagine

Poi ho scelto i soggetti in foglio della MZZ, li ho incollati con Pattex a contatto che, non essendo acquoso, non forma grinze e ho ritagliato le varie sezioni con cutter passando sulla stessa linea più volte (questo per fare in modo di riportarne in rilievo alcune zone come pilastri, pietre, etc.).
Immagine

Ho creato la struttura che dovrà dare corpo alla stazione, tralasciando per ora la parete in fondo poiché probabilmente in questo spazio inserirò un alimentatore autocostruito per tutto l'impianto.
Immagine

La stazione resa tridimensionale con applicata la tettoia all'entrata e il marciapiede sottostante (sempre MZZ).
Immagine

Sopra la stazione ci sarà la pensilina con due binari (forse anche un binario morto per un magazzino in semirilievo, che probabilmente sarà collocato nel modulo successivo insieme a uno dei deviatoi d'estremità e a un posto di manovra).
Come vi sembra? :wink:
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
paoloberlin
Messaggi: 47
Iscritto il: mer lug 11, 2012 6:45 pm
Nome: paolo
Regione: Estero
Città: Berlin
Età: 47
Stato: Non connesso

Messaggio da paoloberlin » dom nov 18, 2012 9:52 am

Fantastico, non conoscevo questo "materiale" MZZ e devo dire che ora che vedo questa prima parte da te incollata l'effetto è decisamente realistico, l'impressione è quella di un modello 3D effettivo. Inoltre, immaginando già i binari soprastanti la stazione, pare di vedere una stazione reale tipo quelle presenti qui a Berlino. Verrà sicuramente un capolavoro.....ma su questo credo che nessuno avesse dubbi vista la tua bravura
Paolo

Avatar utente
liftman
Socio GAS TT
Messaggi: 7170
Iscritto il: dom gen 29, 2012 2:40 pm
Nome: Rolando
Regione: Liguria
Città: La Spezia
Ruolo: Moderatore
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da liftman » dom nov 18, 2012 11:28 am

Neanche io conoscevo quel "materiale MZZ", dove si trovano?
Per il resto, mi unisco ai commenti degli altri, già questi primi "pezzi" lasciano stupefatti, immagino il proseguo!

Potresti pure imbastirci una bella fotostoria no?
Ciao! Rolando

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » dom nov 18, 2012 12:37 pm

paoloberlin ha scritto:

Fantastico, non conoscevo questo "materiale" MZZ e devo dire che ora che vedo questa prima parte da te incollata l'effetto è decisamente realistico, l'impressione è quella di un modello 3D effettivo. Inoltre, immaginando già i binari soprastanti la stazione, pare di vedere una stazione reale tipo quelle presenti qui a Berlino. Verrà sicuramente un capolavoro.....ma su questo credo che nessuno avesse dubbi vista la tua bravura


Ciao Paolo,
grazie.
I fondali MZZ esistono da tempo immemorabile. Una volta li distribuiva Norisbeghen. La sigla vuol dire ModelbahnZubehor Zurich.
Sono secondo me il non plus ultra per i fondali per vari motivi tecnici e superano di gran lunga i soggetti fotografati che volendo potrebbero essere utilizzati.
Innanzitutto i soggetti sono opachi e hanno delle ombre ben precise, riprendono edifici caratteristici presenti in Germania.
L'MZZ produce anche edifici tridimensionali da montare.
Riguardo alla situazione per cui ho optato, l'ho scelta proprio perchè è una situazione abbastanza tipica in Germania.
Ho comunque constatato che sono molto usati all'estero e poco o niente in Italia nonostante che la maggioranza dei plastici presenti nel nostro paese sia di stile teutonico.
liftman ha scritto:

Neanche io conoscevo quel "materiale MZZ", dove si trovano?
Per il resto, mi unisco ai commenti degli altri, già questi primi "pezzi" lasciano stupefatti, immagino il proseguo!

Potresti pure imbastirci una bella fotostoria no?


Ciao Rolando,
mi piacciono molto le fotostorie di Andrea e già mi era stato chiesto di realizzarne qualcuna, ma non trovo mai il tempo.
Comunque mai dire mai!! Ho già un microscopico diorama che è stato un po' il primo esperimento per l'uso del materiale MZZ e quello che mi ha spinto a intraprendere questo plastico a micro moduli.
Prima o poi ve lo farò vedere.

Ecco il link MZZ:
http://www.aktionshaus-mzz.de/startseite.asp

Un saluto a tutti.

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11392
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » dom nov 18, 2012 12:41 pm

Ciao Carlo, il lavoro sembra venire molto bene. Comunque aspetto di vedere altre foto dell'evoluzione della tua stazione. Saluti. Egidio. :grin:
Egidio Lofrano

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » sab nov 24, 2012 4:59 pm

Cari amici,
ecco qualche altra foto della realizzazione del minimodulo che, seppur lentamente (considerate che la mia passione principale è la costruzione di modelli in scala N ... :grin: ), procede appena ho tempo.
Ho pensato di rendere in rilievo anche alcune parti dei soggetti che faranno da sfondo. Come si può vedere dalla foto, ho lavorato con cutter e riga ... niente di trascendentale, mentre per la facciata della stazione e il sottopasso ho usato l'archetto da traforo poiché tutto era su legno da 5 mm.
Immagine

Immagine

Immagine

Ho inoltre cominciato a provare la pensilina che sarà collocata tra i due binari.
Immagine

Visto le cognizioni straordinarie che ho notato in molti degli iscritti a questo forum riguardo a paesaggi, dettagli, etc. (cognizioni di gran lunga superiori alle mie), sono graditissimi consigli, critiche e quant'altro. :smile:

A presto con nuove foto! :wink:
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » sab nov 24, 2012 5:26 pm

:cool: :cool: :cool: ...molto bello Carlo, stai facendo un ottimo lavoro, le "quinte" dello sfondo vanno molto bene e rendono giusta la prospettiva....stai andando alla Grande, quindi...critiche proprio nessuna..... :wink:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » sab nov 24, 2012 5:32 pm

Marshall61 ha scritto:

:cool: :cool: :cool: ...molto bello Carlo, stai facendo un ottimo lavoro, le "quinte" dello sfondo vanno molto bene e rendono giusta la prospettiva....stai andando alla Grande, quindi...critiche proprio nessuna..... :wink:

Ciao, Carlo


Grazie mille Carlo,
sto facendo un po' di foto con il modulo e il fondale retrostante, appena ho un po' di tempo le inserisco.

Carlo
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mar dic 25, 2012 7:23 pm

Continuano i lavori al mini modulo.
Sto già pensando al completamento di quella che sarà la stazione di passaggio. In pratica ci saranno altri due mini moduli accoppiati prima e dopo quello centrale che vedete in foto, con i deviatoi e un pezzo di linea ciascuno.
Credo che continuerò con la soprelevazione inserendo dei muri con arcate.
Che ne pensate?

Immagine
We will rock you! - Officine Mercuri

Avatar utente
Marshall61
Socio GAS TT
Messaggi: 7197
Iscritto il: mar nov 01, 2011 8:50 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Livorno
Età: 57
Stato: Non connesso

Messaggio da Marshall61 » mar dic 25, 2012 10:28 pm

:razz: :razz: :razz: ....ottima idea Carlo ed ottima realizzazione....è semplicemente fantastico mi piace proprio un sacco!!!!
Sei riuscito a ricreare magistalmente la prospettiva e l'utilizzo delle quinte è appropriato così come nella parte anteriore il dislivello......stai facendo un vero capolavoro.....complimenti visissimi!!!!! :cool: :cool:

Ciao, Carlo
NON ESISTONO PROBLEMI, ESISTONO SOLO LE SOLUZIONI. E' LO SPIRITO DELL'UOMO A CREARE IL PROBLEMA DOPO. (Andrè Gide)

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 20887
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da Andrea » mar dic 25, 2012 11:00 pm

Bellissimo lavoro Carlo, mi piace!
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11392
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 54
Stato: Non connesso

Messaggio da Egidio » mer dic 26, 2012 10:55 am

Beh Carlo..............la tua classe innata per le auto costruzioni si vede anche in questo lavoro. Meravigliosa la stazione di passaggio e poi credo
che una volta che avrai passato il colore.........vedrai che musica, il tuo modulo sara' davvero una bomba. Con rinnovata stima ti saluto. Egidio. :cool:
Egidio Lofrano

Avatar utente
carlo mercuri
Messaggi: 3489
Iscritto il: sab nov 12, 2011 9:37 pm
Nome: Carlo
Regione: Toscana
Città: Scandicci
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Messaggio da carlo mercuri » mer dic 26, 2012 12:21 pm

Ciao a tutti!
Vi ringrazio infinitamente... grazie a Egidio, a Carlo e a Andrea e a tutti quelli che seguono questo argomento con interesse.
Vi mostro la prossima fase, credo abbastanza "artistica".
Ho in mente di inserire dei muri con arcate, sempre MZZ, volevo renderli tridimensionali e conferirgli un certo spessore avanzando o arretrando alcuni pezzi.
Vi mostro le foto così potete comprendere meglio.
C'è da dire che un lavoro del genere l'avevo già fatto circa 24 anni fa con un risultato di tutto rispetto che mi ha spinto a saggiare le mie capacità e a constatare se fossero rimaste quelle di un tempo.
Il soggetto con le arcate è questo:

Immagine

Qui stavo ritagliando con l'archetto i pezzi interni per arretrarli e dare spessore:

Immagine

Alcune arcate già ritagliate:

Immagine

Ecco il lavoro quasi finito. Dico quasi perchè la parte superiore sarà sostituita probabilmente con ringhiere MZZ su acetato (un'altra sciccheria della ditta):

Immagine

I pezzi visti da dietro.
Ovviamente sono numerati per ricollocarli ognuno al suo posto visto le differenze che potrebbero presentarsi:

Immagine

Ecco un esempio di come potrebbe venire il muro con le arcate. La foto è stata fatta su un piccolo diorama dove ho utilizzato le stesse tecniche che vi sto illustrando. Come si può notare nonostante i materiali poveri, il realismo è notevole e senz'altro originale rispetto ai muri in commercio:

Immagine

A voi la parola!
We will rock you! - Officine Mercuri

Rispondi

Torna a “SCALA N”