Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Discussioni relative alla scala N 1:160

Moderatori: cararci, v200, lorelay49, sal727

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 321
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da IpGio » mar set 08, 2020 12:41 pm

Yessa... come definizione è un modulo di retroazione.
Il decoder è quello che si trova nel rotabile...
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » mar set 08, 2020 12:58 pm

Buongiorno a tutti.....andiamo con ordine.

Il modulo sensore di assorbimento (quindi niente decoder; un decoder interpreta un segnale in arrivo, questo i segnali li trasmette) DR4088 gestisce 16 sezioni come confermato da Giorgio. Come detto ha la possibilità di gestire 16 sezioni sempre dello stesso lato binari (polo A del bus di trazione) oppure 8 sezione con un polo e 8 con l'altro; per questo il morsetto dell'entrata è doppio.

Per quanto riguarda i motori dei deviatoi sono da scergliersi anche e soprattutto in funzione del tipo di armamento a disposizione.
Ti segnalo questa discussione sui vari tipi di motore e l'altra sui servomotori

http://www.scalatt.it/forum/viewtopic.p ... i&start=50

http://www.scalatt.it/forum/viewtopic.p ... ervomotori

In particolare i deviatoi Fleishmann Profi sono quasi obbligatoriamente motorizzabili con i loro motori specifici in quanto hanno un meccanismo chiuso da una placca metallica. Ovviamente io sono andato controcorrente, curioso come sono, e questo è il risultato

http://www.scalatt.it/forum/viewtopic.p ... ervomotori

I servomotori sono molto economici ma possono spesso dare problemi con diversi tipi di decoder, specie all'accensione, con movimenti rapidi e continui di difficile controllo. Sicuramente sarebbero la scelta più complicata con i deviatoi Fleishmann.

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » mar set 08, 2020 1:27 pm

Per quanto riguarda Railcom non ho molto da dire perchè non ne ho esperienza; tanto più che con Rocrail e il suo sistema a blocchi, c'è sempre indicazione della sigla della loco presente in un blocco, anche dopo spegnimento e riaccensione dell'impianto.
Sicuramente è un sistema di rilevamento importante in grandi impianti e presuppone l'adeguamento sia dei moduli di rilevamento che dei decoder dei rotabili.
Questo implica una sostituzione dei vecchi decoder in chi ha un parco loco non recentissimo; il costo, a mio parere, sarebbe giustificato solo se compensato dall'effetivo servizio reso.

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » mar set 08, 2020 1:45 pm

Grazie per le risposte e scusate le mie domande spesso banali per voi....
su ebay ho trovato questa
https://www.ebay.it/itm/Digikeijs-DR500 ... SwnXReixJQ
un prezzo leggermente inferiore rispetto al sito della Digikeijs
Fausto

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 321
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da IpGio » mar set 08, 2020 3:01 pm

Mauro con Railcom hai la matematica certezza che su quel blocco c'è effettivamente quel rotabile... quel decoder.
RocRail si affida alla tua assegnazione di un rotabile sul blocco e si comporta basandosi sulle istruzioni che sa di dover fare per quel rotabile.
Quindi sostituendo fisicamente il rotabile sul blocco RR segnala errore fintanto che non viene riassegnato il nuovo rotabile.
Infatti su RR si deve "fleggare" l'apposito flag '"Railcom" sul blocco perchè automaticamente riconosca il rotabile... altrimenti ciccia.
Sottolineo poi quanto detto da te su fatto che uno dei baluardi del protocollo Railcom è che il decoder sul rotabile deve essere del tipo Railcom altrimenti "ciccia ancora".
Quindi sono da valutare i costi di un'eventuale sostituzione del decoder sia su prodotti vecchiotti ma ancora su prodotti di ultima generazione.
Personalmente uso il Railcom con RR sul mio mini impianto "Laboratorio" con soddisfazione, anche se ho un problema tra RR e il modulo di retroazione a 16 canali di Esu ne riparleremo in apposito argomento in digitale.
Grazie per l'attenzione. [253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » ven set 11, 2020 5:58 pm

buon pomeriggio
rientro nel forum dopo qualche giorno di assenza per impegni di lavoro.
Vi aggiorno sulla situazione: a giorni mi arriverà la DR5000, mentre mi sono già arrivati gli accessori per gli scambi e e le sezioni di assorbimento.
Ho preso una seconda loco la BR 75 di seconda mano... ma la maledetta non parte, sbaglio io qualcosa di sicuro.
Ho preso la decisione di usare il sughero (spessore 2 mm) anche so ho i binari fleischmann con massicciata, il suggerimento me lo ha dato un forumista di Savona che ho conosciuto di persona qui a Savona ed allora colgo l'occasione per ringraziarlo ancora.
Appena mi arriverà la centralina, vi subissero di domande, sulle prove che andrò a fare.
Una cosa che ho capito, ma che Franco V mi aveva già preannunciato e la corretta posa dei binari per una buona conduzione elettrica. A tal proposito mi chiedevo se fare più punti di alimentazione ad esempio ad ogni flessibile, nelle curve, possa essere una buona idea.
PS Doc ti ho inviato un mp, spero sia arrivato, me lo da sempre in uscita
Fausto

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » ven set 11, 2020 6:05 pm

La mia cultura in materia di treni e ferrovie è ai minimi termini, soprattutto per quanto riguarda i segnali ed il loro significato, vi chiedo quindi di suggerirmi del materiale da leggere. Non so se è importante, ma immagino di si, ma il mio plastico sarà in epoca II /III ambientato in Germania
grazie in anticipo
Fausto

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » sab set 12, 2020 12:14 am

Assolutamente d'accordo col sughero sotto i binari, anche i Profi.
Per la loco nuova funziona in analogico? Se si allora è un problema di indirizzo della CV1. Potrebbe avere il cosiddetto indirizzo lungo e occorre quindi riprogrammare il decoder.

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » sab set 12, 2020 10:55 am

Buongiorno,
Ho trovato questa interessante offerta su eBay, con questa descrizione.
Non capisco cosa voglia dire acronimo OVP e mi perplime la parola errori.
Potete aiutarmi a capire

214n-Fleischmann N 67138-Locomotiva BR 39 158 DB-DCC-OVP-Kl. errori
Fausto

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4440
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da MrPatato76 » sab set 12, 2020 12:42 pm

Puoi mettere il link al sito?
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » sab set 12, 2020 12:53 pm

MrPatato76 ha scritto:
sab set 12, 2020 12:42 pm
Puoi mettere il link al sito?
certamente
https://www.ebay.it/itm/214N-Fleischman ... 3199836507
Fausto

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4440
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da MrPatato76 » sab set 12, 2020 1:30 pm

Gentilissimo.
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
sal727
Messaggi: 3479
Iscritto il: dom apr 26, 2015 5:22 pm
Nome: Salvatore
Regione: Emilia Romagna
Città: Bologna
Ruolo: Moderatore
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da sal727 » sab set 12, 2020 1:32 pm

OVP
Originalverpackt (Tedesco: scatola originale)
riguardo la citata locomotiva nella condizione c'è scritto:
Per parti di ricambio o non funzionante
leggendo poi la descrizione tradotta mi sembra di capire che ha dei troblemi di movimento.
Essendo tu alle prime armi ti consiglierei di evitare acquisti di modelli con problematiche , probabilmente non riparabili, per evitare di spendere e poi non poter utilizzare il modello.
Ciao, Salvatore

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4440
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 44
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da MrPatato76 » sab set 12, 2020 1:34 pm

La danno come fonte di ricambi.
È venduta come non funzionante. [105]
A3ED43C7-5791-47CA-BF57-915F18CC2F34.jpeg
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » sab set 12, 2020 1:57 pm

grazie mille per le risposte.... siete fonte inesauribile di ottimi consigli
Fausto

Avatar utente
FrancoV
Messaggi: 327
Iscritto il: sab feb 15, 2020 5:45 pm
Nome: Franco
Regione: Piemonte
Città: Bosconero
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da FrancoV » mer set 16, 2020 6:38 pm

Visto che sei in cerca di consigli, ispirazioni e affini dai un'occhiata a quello che sta facendo questo ragazzino
https://forum.e-train.fr/viewtopic.php? ... &start=105
:D
Franco -Etroit, quoi qu'il soit!

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » mer set 16, 2020 9:10 pm

FrancoV ha scritto:
mer set 16, 2020 6:38 pm
Visto che sei in cerca di consigli, ispirazioni e affini dai un'occhiata a quello che sta facendo questo ragazzino
https://forum.e-train.fr/viewtopic.php? ... &start=105
:D
grazie, sono rimasto basito!!!
Per avere solo 16 anni ha un metodo di lavoro eccezionale, per non parlare della manualità.
Trarrò molti suggerimenti da questo artigiano baby
Fausto

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » lun set 21, 2020 8:20 pm

buona sera,

sto simulando una stazione nascosta con rocrail di tre binari e quindi tre blocchi (A-B-C) due dei quali occupati (A e B)
supponiamo che il treno nel blocco A parta.. lungo il percorso troverà un altro blocco... il quesito è questo:
questo blocco ha un sensore di assorbimento, cosa devo fare per fari si che quando la loco passa in questo blocco, senza fermarsi, mi faccia partire la loco nel blocco B?
ho letto la guida, ma fino ad ora non ho trovato nulla che mi aiuti a risolvere il problema...
Fausto

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » lun set 21, 2020 11:19 pm

Fausto_1960 ha scritto:
lun set 21, 2020 8:20 pm
buona sera,

sto simulando una stazione nascosta con rocrail di tre binari e quindi tre blocchi (A-B-C) due dei quali occupati (A e B)
supponiamo che il treno nel blocco A parta.. lungo il percorso troverà un altro blocco... il quesito è questo:
questo blocco ha un sensore di assorbimento, cosa devo fare per fari si che quando la loco passa in questo blocco, senza fermarsi, mi faccia partire la loco nel blocco B?
ho letto la guida, ma fino ad ora non ho trovato nulla che mi aiuti a risolvere il problema...
Occorre che la loco nel blocco B abbia un blocco libero cui dirigersi.
Loco1 parte dal blocco A e arriva al blocco X, non si ferma perchè sta andando al blocco Y e poi .....
Fin quando la loco1 non è arrivata al blocco Y e quindi ha liberato l'itinerario dal blocco B al blocco X, la loco del blocco B non può partire.

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 321
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da IpGio » mar set 22, 2020 10:06 am

Mauro ne approfitto per ripassare i miei "fondamentaliI" di RocRail e mi auguro anche per altri appassionati che ci leggono.
In pratica un convoglio in un blocco per muoversi deve avere un blocco libero davanti.
La retroazione invia dalla centrale al pc le info su tutti i blocchi e RR gestisce il traffico anche in funzione dei parametri dei blocchi degli itinerari e dei convogli.
Occorre tener presente che è l'operatore ad assegnare la loco al blocco dove viene posata.
Nel caso la loco sia posata fuori da un blocco RR non la rileva almeno fino a quando non la si fa transitare dal primo blocco che incontra e RR segnala la presenta di un treno fantasma.
Diversa la gestione con il protocollo Railcom dove invece RR viene a conoscere direttamente dal decoder del rotabile esattamente chi è nel blocco.
Quindi sempre posare il rotabile su un blocco e senza Railcom assegnare manualmente al blocco il rotabile mentre con Railcom RR e il decoder... si fanno da soli la presentazione...
Grazie per l'attenzione
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » mar set 22, 2020 12:00 pm

Certo Giorgio,
Railcom riconosce l'indirizzo del decoder e comunica con "certezza" alla centrale che quel decoder sta percorrendo un certo itinerario.
Diversamente, senza Railcom, occorre assegnare una loco ad un blocco e, una volta avviata la loco, Rocrail interpreta l'occupazione dei vari sensori "presumendo" che quella determinata loco li stia percorrendo.
Diciamo anche che, una volta attribuita una loco X ad un blocco (senza Railcom quindi) e avviato un certo itinerario, Rocrail avvierà quella loco X specifica e bloccherà ogni altro itinerario che confligga con quello che la loco X sta percorrendo. Risulta quindi molto improbabile che ci sia una rilevazione errata a meno di non voler proprio trarre in inganno il programma artificialmente.

Avatar utente
IpGio
Messaggi: 321
Iscritto il: dom mag 20, 2018 9:22 am
Nome: Giorgio
Regione: Lombardia
Città: Nerviano
Età: 63
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da IpGio » mar set 22, 2020 2:17 pm

Certo Mauro... con l'assorbimento di corrente il modulo di retroazione dice a RR di essere occupato da qualcosa che assorbe corrente... potrebbe essere un carro di coda con luci di fine convoglio o come nei miei test sul laboratorio tramite il tester di Tillig oppure altro... ma occorre tener presente che siamo noi poi ad assegnare al blocco la loco.
Se gli cambiamo sotto il naso la loco RR se ne accorge e lo segnala cambiando il colore del blocco nel sinottico, in poche parole il blocco riceve prima una segnalazione di occupato poi di libero e di occupato (non considerate gli eventuali segnali dovuti a problemi di presa di corrente).
Comunque grazie Mauro per il tuo feedback e per la chiarezza dei tuoi interventi.
[253]
[36] IpGio
Giorgio - Nihil difficile volenti
IpGio - I plastici di Gio - https://www.gtg3b.it

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » mar set 22, 2020 6:18 pm

Docdelburg ha scritto:
lun set 21, 2020 11:19 pm
Fausto_1960 ha scritto:
lun set 21, 2020 8:20 pm
buona sera,

sto simulando una stazione nascosta con rocrail di tre binari e quindi tre blocchi (A-B-C) due dei quali occupati (A e B)
supponiamo che il treno nel blocco A parta.. lungo il percorso troverà un altro blocco... il quesito è questo:
questo blocco ha un sensore di assorbimento, cosa devo fare per fari si che quando la loco passa in questo blocco, senza fermarsi, mi faccia partire la loco nel blocco B?
ho letto la guida, ma fino ad ora non ho trovato nulla che mi aiuti a risolvere il problema...
Occorre che la loco nel blocco B abbia un blocco libero cui dirigersi.
Loco1 parte dal blocco A e arriva al blocco X, non si ferma perchè sta andando al blocco Y e poi .....
Fin quando la loco1 non è arrivata al blocco Y e quindi ha liberato l'itinerario dal blocco B al blocco X, la loco del blocco B non può partire.
Doc, questo è il tracciato creato con rocrail.
Provo a spiegarmi meglio rispetto al mio post precedente
I blocchi 1-2-3-4 sono occupati da locomotive,tutti gli altri liberi.
Dal blocco 1 parte la prima loco che deve andare al blocco 7, passa sul blocco 9 (devo mettere un sensore di assorbimento) senza fermarsi e prosegue per il blocco 7.
Il passaggio sul blocco 9 dovrebbe, nelle mie intenzioni, ma non ho capito come, far partire una loco, diciamo del blocco 2 per farla andare al blocco 8 (libero), la quale passando sul blocco 9 fa partire sia la loco nel blocco 3 che la loco nel blocco 7, liberando il blocco 7... e così via...
rileggendolo mi accorgo che c'è un problema di sincronizzazione ovvero, se il blocco 7 non è libero (non assorbe energia) la loco nel blocco 3 non parte, quindi dovrei programmare una partenza ritardata del blocco 3 per dare il tempo al treno, dico treno perché le carrozze se sono illuminate assorbono, di uscire dal blocco.
questa dovrebbe essere la sequenza per far girare più treni su una linea con due stazioni nascoste, se ho ben interpretato le potenzialità basi di rocrail... mi si presentano alcuni problemi:
so che tipo di sensori (enter ed in) devo mettere nei blocchi delle stazioni nascoste per far fermare i treni... non so assolutamente che sensore devo mettere nel blocco 9 per dare i due comandi di partenza di cui uno ritardato.
Spero di essermi spiegato meglio...
Allegati
tracciato rocrail.jpg
Fausto

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5450
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Docdelburg » mar set 22, 2020 8:05 pm

Fausto stai un pò correndo e non hai ben chiare le istruzioni di base di Rocrail.... :wink:
Un blocco per essere tale deve avere almeno un sensore sennò non è altro che un simbolo messo lì senza alcuna funzione.
Di conseguenza gli itinerari non saranno dal blocco 1 al blocco 7 ma dal blocco 1 (2, 3 eccetera) al blocco 9 e poi dal blocco 9 ai blocchi 7 e 8.
Ti avevo detto che per non far fermare la loco nel blocco 9 devi mettere a zero l'attesa in quel blocco.
Solo così facendo, quando l'itinerario blocco 9-blocco 7 sarà concluso partirà una loco dalla stazione nascosta.
Se poi vuoi accelerare i tempi devi mettere una spunta sulla voce "liberare il blocco precedente all'enter" sul blocco 7
Stesso problema col blocco 10: mancano i sensori.

Avatar utente
Fausto_1960
Messaggi: 50
Iscritto il: dom ago 16, 2020 7:56 pm
Nome: Fausto
Regione: Turin
Città: Nole
Stato: Non connesso

Re: Presentazione ed a breve discussione su l'idea di plastico

Messaggio da Fausto_1960 » mar set 22, 2020 8:31 pm

Docdelburg ha scritto:
mar set 22, 2020 8:05 pm
Fausto stai un pò correndo e non hai ben chiare le istruzioni di base di Rocrail.... :wink:
Un blocco per essere tale deve avere almeno un sensore sennò non è altro che un simbolo messo lì senza alcuna funzione.
Di conseguenza gli itinerari non saranno dal blocco 1 al blocco 7 ma dal blocco 1 (2, 3 eccetera) al blocco 9 e poi dal blocco 9 ai blocchi 7 e 8.
Ti avevo detto che per non far fermare la loco nel blocco 9 devi mettere a zero l'attesa in quel blocco.
Solo così facendo, quando l'itinerario blocco 9-blocco 7 sarà concluso partirà una loco dalla stazione nascosta.
Se poi vuoi accelerare i tempi devi mettere una spunta sulla voce "liberare il blocco precedente all'enter" sul blocco 7
Stesso problema col blocco 10: mancano i sensori.
temo sia incomprensibile per me roc rail.. e di aver abusato anche troppo del tuo tempo e pazienza.
appena potrò farò prove pratiche.
Fausto

Rispondi

Torna a “SCALA N”