Il mio plastico italiano

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, adobel55, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
benigni99
Socio GAS TT
Messaggi: 1129
Iscritto il: dom ago 10, 2014 2:42 pm
Nome: Filippo
Regione: Toscana
Città: Firenze
Età: 15
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da benigni99 » mer nov 22, 2017 8:28 pm

Davvero uno scorcio meraviglioso, specialmente per la particolare attenzione ai dettagli :wink:

Filippo [253]
Filippo Benigni - Il mio canale YouTube - Il mio profilo Instagram

"Imparare a vedere è il tirocinio più lungo in tutte le arti." Edmond De Goncourt

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » gio nov 23, 2017 6:14 am

Grazie atuti per gli apprezzamenti.
Per Massimiliano devo dire che lo schema del tracciato è tale che il 1 binario è destinato al solo transito di materiale a trazione vapore o diesel. Ecco perché non ha palificazione. Se entri sul 1 puoi andare solo o al borgo o alla miniera. Ambo le linee sono eslusivamente a trazione termica.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
adobel55
Socio GAS TT
Messaggi: 8398
Iscritto il: ven nov 18, 2011 3:51 pm
Nome: Adolfo
Regione: Lazio
Città: Roma
Ruolo: Moderatore
Età: 64
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da adobel55 » gio nov 23, 2017 7:23 am

Ottimo lavoro com smpre.
Solo una domanda, il bordo delle banchine, in foto mi sembrano un po' grandi.
Ciao
Adolfo

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13708
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrMassy86 » gio nov 23, 2017 3:59 pm

littlejohn ha scritto:Grazie atuti per gli apprezzamenti.
Per Massimiliano devo dire che lo schema del tracciato è tale che il 1 binario è destinato al solo transito di materiale a trazione vapore o diesel. Ecco perché non ha palificazione. Se entri sul 1 puoi andare solo o al borgo o alla miniera. Ambo le linee sono eslusivamente a trazione termica.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Grazie per la spiegazione Gianluca, svelato l'arcano :)
Comunque a livello estetico poi sempre elettrificare anche il binario uno e far terminare l'elettrificazione subito fuori dalla stazione, il binario potrebbe essere cosi utilizzato anche per un convoglio elettrico che termina la corsa in stazione e riparte nel verso opposto, dipende esclusivamente dal tuo gusto :wink:
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » dom feb 11, 2018 9:44 am

Carissimi Amici, buongiorno.
Nonostante gli impegni di lavoro siano diminuiti drasticamente, sono in pensione!!!!!!, non avevo pensato alla moglie :lol: :lol:
A parte gli scherzi penso di poter finalmente essere un po' più regolare negli aggiornamenti e negli interventi.
Un piccolo aggiornamento dello stato di avanzamento lavori della stazione di Impruneta; un aggiornamento, peraltro, anticipato già sul forum in whatsup.
E' giusto per tutti quelli che non sono sul predetto forum.
Al momento è in via di realizzazione il secondo marciapiede e la relativa pensilina di cui spero di pubblicare qualche foto questa sera o nei prossimi giorni. I lavori hanno riguardato anche la realizzazione di alcune migliorie sui pali della linea aerea della Sommerfeldt.
Per quanto riguarda la massicciata vorrei evidenziare che non è costituita dalla classica graniglia bensì da graniglia di granturco leggerissima e molto facile da incollare e scollare, all'evenienza. un ulteriore vantaggio è che la si può colorare durante le fasi di incollaggio, basta mescolare il colore voluto alla miscela di acqua e vinavil. E' molto interessante e pratica e soprattutto non pesa nulla e non aumenta il rumore di fondo del treno durante il transito.
E' un prodotto venduto da un noto modellista del nord Italia. Se del caso, onde evitare di fare reclame senza motivo,se qualcuno fosse ineteressato posso fornire il nome del venditore.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Allegati
20180129_192842 (FILEminimizer).jpg
20180129_192821 (FILEminimizer).jpg
20180129_192758 (FILEminimizer).jpg
20180129_164204 (FILEminimizer).jpg
20180129_164153 (FILEminimizer).jpg
20180129_164139 (FILEminimizer).jpg
20180129_164131 (FILEminimizer).jpg
20180129_155954 (FILEminimizer).jpg
20180129_155946 (FILEminimizer).jpg
20180129_155920 (FILEminimizer).jpg
20171226_172447 (FILEminimizer).jpg
20171226_164506 (FILEminimizer).jpg
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13708
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrMassy86 » dom feb 11, 2018 10:45 am

Gianluca è sempre uno spettacolo ammirare gli aggiornamenti dei tuoi lavori :D
Auguri per la meritata pensione :)
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
fabio
Messaggi: 1164
Iscritto il: lun dic 17, 2012 2:16 pm
Nome: fabio
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 58
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da fabio » dom feb 11, 2018 7:54 pm

bellisimi scorci
Fabio - plastico H0 epoca II-III -
GFRS Gruppo Fermodellistico Romano Sogliola

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11575
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Egidio » lun feb 12, 2018 1:41 pm

Bravo Gianluca, sempre preciso e "pulito" nei tuoi lavori di avanzamento..... :wink: Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
MarcoG
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ago 30, 2016 4:54 pm
Nome: Marco
Regione: Toscana
Città: fiesole
Età: 46
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MarcoG » lun feb 12, 2018 3:47 pm

Caro Gianluca
un lavoro Superbo ....

Saluti

Marco
Marco

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mar feb 13, 2018 1:57 pm

Grazie a tuTTi per l'apprezzamento.
I lavori stanno procedendo e quindi spero presto nuove foto di aggiornamento.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
marco cacelli
Messaggi: 1319
Iscritto il: lun set 14, 2015 9:30 am
Nome: marco
Regione: Lombardia
Città: erba (co)
Età: 57
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da marco cacelli » mar feb 13, 2018 5:24 pm

veramente bello....
ciao..
marco...
Marco Cacelli

Avatar utente
v200
Socio GAS TT
Messaggi: 9093
Iscritto il: dom mag 03, 2015 6:31 pm
Nome: roberto
Regione: Piemonte
Città: torino
Ruolo: Moderatore
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da v200 » mar feb 13, 2018 6:35 pm

Gian Luca, riesci a dettagliare una mole incredibile di particolari. Complimenti
Roby - In ogni fermodellista in enne c'è un po di masochismo.

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21220
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Andrea » mar feb 13, 2018 8:44 pm

Complimenti Gianluca, è sempre un piacere vedere gli aggiornamenti sul tuo plastico.
Per quanto concerne il prodotto al quale fai riferimento, ne puoi parlare lberamente in quanto può essere di interesse comune.
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mer feb 14, 2018 4:41 pm

Molte grazie Presidente per i gentili apprezzamenti e per la possibilità di far conoscere un prodotto che ritengo molto interessante.
il prodotto di cui parlo è una graniglia di origine vegetale, commercilaizzata come "segatura di mais", che io ho acquistato dal Abbiati wargames durante la ultima edizione di Novegro.
La graniglia che si presenta di colore marroncino chiaro è disponibile in due granulometrie differenti la GM20, più grossa, e la GM30 , più piccola.
secondo un tutorial video (E' uno di una serie più ampia che consiglio di visionare perchè molto interessanti su Televallassina) fatto dallo stesso Sig. Abbiati. In tale video si consiglia di mescolare il GM20 con il GM30 per l'H0. Ho fatto personalmente la prova e ritengo che alla fine il migliore per grandezza e realismo sia il GM30 da solo.
I vantaggi sono la leggerezza, la praticità di stesura e la possibilità di colorazione durante la fase di incollaggio.
Il materiale viene steso su di una mistura fatta da vinavil e pasta acrilica (quella che poi darà il colore di fondo), circa 50% e 50%, applicata a pennello lungo il tratto da trattare. Una volta steso il materiale e sistemato in maniera consona (liberate le traversine, sistemato tra raversina e traversina, tolto quello in eccesso, ecc.) io lo spruzzo con un po' una miscela di acque qualche goccia di sapone in mkodo da rendere bagnata la superficie in previsione della successiva operazione di incollagggio.
Sul materiale viene colata (io adopero una contenitore con beccuccio fine utilizzato in cucina per versare il miele sui dolci, acquistato per pochi centesimi dal cinese sotto casa) una miscela di vinavil, acqua e pasta acrilica in una proporzione circa di 50% vinavil, 30% acqua e 30% colore. Le proporzioni sono orientative . Io vado molto ad occhio. Ad ogni buon conto la miscela deve essere liquida ma si deve percepire la viscosità del vinavil.
Una volta bagnato, la graniglia aumenta leggermente di grandezza a causa dell'assorbimento dell'acqua ma basta aspettare che il tutto asciughi per riottenere la grandezza originale. A questo punto non rimane che colorare i binari con l'aerografo e poi lumeggiare il tutto come si desidera.
Spero di essere stato chiaro ma una volta visto il tutorial del Sig. Abbiati non ci potranno essere più dubbi.
Ad ogni buon conto il vantaggio maggiore è la leggerezza che indubbiamente non guasta sia in un plastico domestico che in uno modulare.
Non ho ancora provato per chè ancora tutto in progress ma ritengo che abbia anche un leggero potere fonoassorbente.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
Andrea
Socio GAS TT
Messaggi: 21220
Iscritto il: mer ott 26, 2011 7:42 pm
Nome: Andrea
Regione: Lombardia
Città: Segrate
Ruolo: Amministratore
Età: 55
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Andrea » mer feb 14, 2018 8:55 pm

littlejohn ha scritto:il prodotto di cui parlo è una graniglia di origine vegetale, commercilaizzata come "segatura di mais", che io ho acquistato dal Abbiati wargames durante la ultima edizione di Novegro.La graniglia che si presenta di colore marroncino chiaro è disponibile in due granulometrie differenti la GM20, più grossa, e la GM30 , più piccola.
Grazie a te Gianluca, è un prodotto che non conoscevo e che potrà risultare sicuramente utile. [264]
Andrea - “I fermodellisti sono tanti e legati da un'amicizia sincera, che esplode in una cordialità ormai rara nel mondo rumoroso ed incerto di oggi”. La valle incantata

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13708
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrMassy86 » mer feb 14, 2018 9:49 pm

Grazie Gianluca per l'ottimo tutorial, prodotto sicuramente interessante da provare in futuro.
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11575
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Egidio » gio feb 15, 2018 1:39 pm

Grazie Gianluca per l' interessantissima guida. :wink: Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » sab feb 17, 2018 3:16 pm

Carissimi Amici, buon pomeriggio.
Come già preannunciato sul Whatsapp ho praticamente terminato la seconda pensilina della stazione di Impruneta e prima di collocarla definitivamente sul plastico l'ho posizionata nella sua sede defintiva ed ho fatto delle prove di circolazione per vedere se le misure prese fossero corrette. Aparte due scmbi che hanno creato un po' di problemi per il prolungato inutilizzo per il resto tutto ok.
Ho praticamente terminato anche gli ultimi pali della lineaaerea per cui ora non rimane che stendere l'ultima parte di massicciata, per poi passare al lumeggiamento di tutto.
Per quanto riguarda i pali di ancoraggo e tiraggio della linea aerea hanno sugito ulteriori modfiche: l'attacco autocostruito del cavo di fissaggio del palo è stato sostituito con due asole in fotoincisione, moltopiù vicine al reale, provenienti da pezzi avanzati da vecchi kit . Inoltre è stata aggiunta l'asola isolata alla quale va ad agganciarsi il filo di guardia (credo si chiami così), quello superiore al filo di contatto.
Ovviamente la pensilina come pure la sala d'attesa la chiuso sono illuminate anche se nelle foto non lo sono in quanto ancora non collegate. la pensilina è provvista di due sottopassaggi. quello sotto la pensilina, di produzione del nostro Amico Salvatore, è per il pubblico, mentre quello quasi al termine del marciapiede è per il personale di servizio che lo utilizza recarsi nell'area dello scalo containers (da costruire e separato dalla area stazione da una recinzione.
Ma ora, sperando di fare cosa gradita, un po' di foto.......cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Allegati
20180216_200201 (FILEminimizer).jpg
20180216_200148 (FILEminimizer).jpg
20180216_200138 (FILEminimizer).jpg
20180216_200122 (FILEminimizer).jpg
20180216_200110 (FILEminimizer).jpg
20180216_200047 (FILEminimizer).jpg
20180216_200015 (FILEminimizer).jpg
20180216_195951 (FILEminimizer).jpg
20180216_195800 (FILEminimizer).jpg
20180216_195734 (FILEminimizer).jpg
20180216_195713 (FILEminimizer).jpg
20180216_195635 (FILEminimizer).jpg
20180215_175049 (FILEminimizer).jpg
L'asola di ancoraggio in materiale fotoinciso e saldato alla struttura del palo.
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
Tomcat13
Socio GAS TT
Messaggi: 529
Iscritto il: mer apr 30, 2014 6:34 pm
Nome: Andrea
Regione: Toscana
Città: Pisa
Età: 57
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Tomcat13 » sab feb 17, 2018 4:00 pm

Ciao Gianluca,
bellissime serie di foto, mi piace molto la cura del dettaglio, che in plastici medio grandi non è sempre scontata.

Complimenti e continua così.

Andrea
Andrea

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13708
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrMassy86 » sab feb 17, 2018 4:44 pm

Gianluca ti rinnovo i miei complementi, sta venendo uno spettacolo!!!
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » sab feb 17, 2018 6:20 pm

Andrea e Massimiano, grazie per gli apprezzamenti positivi.
Fa piacere sapere i propri lavori apprezzati.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn "
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Avatar utente
marione
Socio GAS TT
Messaggi: 1743
Iscritto il: lun mar 04, 2013 1:41 pm
Nome: mario
Regione: Lombardia
Città: treviglio
Età: 65
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da marione » sab feb 17, 2018 7:58 pm

.... ma tutti quegli stemmi alle pareti cosa rappresentano?

Marione
Mario Mancastroppa

Avatar utente
MrPatato76
Socio GAS TT
Messaggi: 4013
Iscritto il: lun ago 27, 2012 11:14 am
Nome: Roberto
Regione: Lombardia
Città: Nova Milanese
Età: 43
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da MrPatato76 » sab feb 17, 2018 8:29 pm

littlejohn ha scritto:Molte grazie Presidente per i gentili apprezzamenti e per la possibilità di far conoscere un prodotto che ritengo molto interessante.
il prodotto di cui parlo è una graniglia di origine vegetale, commercilaizzata come "segatura di mais", che io ho acquistato dal Abbiati wargames durante la ultima edizione di Novegro.
La graniglia che si presenta di colore marroncino chiaro è disponibile in due granulometrie differenti la GM20, più grossa, e la GM30 , più piccola.
secondo un tutorial video (E' uno di una serie più ampia che consiglio di visionare perchè molto interessanti su Televallassina) fatto dallo stesso Sig. Abbiati. In tale video si consiglia di mescolare il GM20 con il GM30 per l'H0. Ho fatto personalmente la prova e ritengo che alla fine il migliore per grandezza e realismo sia il GM30 da solo.
.....
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn"
Trattasi di tutolo di mais....
Al lavoro ne usiamo quintali al giorno nei buratti....
Roberto - "...il bambino che vede un treno lo saluta con la manina, questo non succede con un auto!" (Cit.) - Ciao Roberto

Avatar utente
Egidio
Messaggi: 11575
Iscritto il: gio mag 17, 2012 1:26 pm
Nome: Egidio
Regione: Abruzzo
Città: Ortona
Età: 55
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da Egidio » lun feb 19, 2018 1:41 pm

Tomcat13 ha scritto:Ciao Gianluca,
bellissime serie di foto, mi piace molto la cura del dettaglio, che in plastici medio grandi non è sempre scontata.

Complimenti e continua così.

Andrea
Sono d' accordo anch' io. Saluti. Egidio. [51]
Egidio Lofrano

Avatar utente
littlejohn
Socio GAS TT
Messaggi: 1199
Iscritto il: sab dic 24, 2011 1:17 pm
Nome: Gian Luca
Regione: Sardegna
Città: CAGLIARI
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Il mio plastico italiano

Messaggio da littlejohn » mar feb 20, 2018 8:49 pm

Caro Mario, gli stemmi alle pareti, circa 250, sono gli stemmi araldico di altrettanti reparti militari provenienti da tutto il mondo. Reparti dove sono stato o con i quali ho avuto rapporti di lavoro.
Cordialmente
Gian Luca "Littlejohn "
Gian Luca "Littlejohn" - Il plastico della Val di LEO -1^parte - Modulo (doppio) TT "Stazione Campeda"- Modulo "Nuraghe OES" TT

Rispondi

Torna a “SCALA H0”