Deviatoi questi sconosciuti

Discussioni relative alla scala H0 1:87

Moderatori: cararci, adobel55, MrMassy86

Rispondi
Avatar utente
dynahshow
Messaggi: 35
Iscritto il: lun feb 01, 2016 10:54 am
Nome: francesco
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 60
Stato: Non connesso

Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da dynahshow » lun gen 15, 2018 4:34 pm

Buongiorno a tutti, dopo lunga assenza torno a farmi vivo con domande trite e ritrite...ma purtroppo per me ancora poco chiare. Devo ricostruire il plastico, il precedente non mi aveva soddisfatto avendo cercato di fare il passo più lungo della gamba. Oggi vorrei iniziare a riproggettarlo. Vorrei montare scambi "alta velocita" cosa mi consigliate come armanento 100 cod? Ma soprattutto il"cuore" quali vantaggi mi pone l'una o l'altra soluzione?
Un grazazie a chi vorrà aiutarmi.
Francesco
Francesco

Avatar utente
luhck
Messaggi: 31
Iscritto il: sab ott 13, 2012 3:38 pm
Nome: Luciano
Regione: Provence-Alpes-Côte d'Azur
Città: Antibes
Età: 31
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da luhck » lun gen 15, 2018 4:44 pm

dynahshow ha scritto:Vorrei montare scambi "alta velocita" cosa mi consigliate come armanento 100 cod? Ma soprattutto il"cuore" quali vantaggi mi pone l'una o l'altra soluzione?
Un grazazie a chi vorrà aiutarmi.
Francesco
Buon pomeriggio Francesco,

a quali soluzioni ti riferisci nello specifico? Inoltre prima di partire con la costruzione di un nuovo plastico, posso chiederti che aspettative hai per esso? Nel senso, hai intenzione di riprodurre qualcosa di realistico o vuoi semplicemente qualcosa tanto per divertirsi?

Saluti
Luciano
Luciano - Tutto è relativo. Prendi un ultracentenario che rompe uno specchio, sarà ben lieto di avere altri 7 anni di sfortuna. Albert Einstein

Avatar utente
MrMassy86
Socio GAS TT
Messaggi: 13824
Iscritto il: sab nov 10, 2012 3:42 pm
Nome: Massimiliano
Regione: Toscana
Città: Marlia - Lucca
Ruolo: Moderatore
Età: 33
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da MrMassy86 » lun gen 15, 2018 5:03 pm

Ciao Francesco, innanzitutto sarebbe utile avere un'idea di massima del progetto partendo dal tipo di alimentazione(analogico o digitale), epoca che intendi riprodurre, amministrazione, in base a queste scelte poi puoi iniziare la progettazione, non è detto che quel tipo di scambio vada bene sempre, comunque per rispondere alla tua domanda in cod.100 credo poi trovare scambi lunghi Hornby, Peco e forse Piko.
Massimiliano [253]
Massimiliano Paolinelli - il mio canale YouTubeViaggio in quel di Verni -Il Ponte dei Pescatori - C.L.A.F. Lucca

Avatar utente
Docdelburg
Messaggi: 5215
Iscritto il: mar set 04, 2012 6:16 pm
Nome: Mauro
Regione: Lombardia
Città: Borgo Priolo
Età: 63
Stato: Non connesso

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da Docdelburg » lun gen 15, 2018 9:27 pm

Il cuore elettricamente polarizzato ti offre una continuità del contatto elettrico evitando arresti nel bel mezzo del deviatoio di rotabili che si muovono lentamente e che hanno poche prese di corrente. I collegamenti elettrici sono piuttosto semplici e ripagano alla grande.
Il cuore isolato elettricamente non richiede collegamenti elettrici ed ha punti in cui non c'è continuità elettrica col rischio che piccole loco si arrestino proprio nel bel mezzo del deviatoio.

Qui trovi alcune informazioni sui deviatoi a cuore polarizzato

http://www.modellismopavese.com/le-sche ... rotecnica/

http://www.scalatt.it/bottega%20plastici_tester.htm
Mauro Menini - CMP - GAS TTGalleria dell’orso - Deposito merci di Casteggio - Ponte sul fiume Po
Salva una pianta, mangia un vegano!

Avatar utente
dynahshow
Messaggi: 35
Iscritto il: lun feb 01, 2016 10:54 am
Nome: francesco
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da dynahshow » lun gen 15, 2018 10:34 pm

Buonasera e grazie a tutti. L'idea questa volta è molto semplice: lunghezza 3 metri per 1,50. 3 livelli: -1 stazione nascosta ( la più estesa possibile visto che ho più di dieci ETR che potrei lasciare montati) Piano 0, tre ovali intercomunicanti da usare come circuiti di parata ma per circa due terzi nascosti, e un piano 1 con deposito loco afferente a piattaforma rotante e con stazione di testa con 6/8 binari. Al centro del plastico 2 botole 50x50 di accesso con casettame vario ma facilmente spostabili. Il tutto in digitale per poter automatizzare in seguito il tutto. L' intercomunicabilita' del livello 0 è data da una serie di scambi "alta velocità" per evitare svii o problemi nella parte nascosta.
Il tutto costruito intorno ad un paesaggio italiano di epoche varie dato il fatto che intendo far correre tutte le oltre 100 loco di epoche varie collezionate da mio padre e me negli ultimi 50 anni. Puro divertimento senza rispetto per la storia....
Francesco

Avatar utente
marioscd
Socio GAS TT
Messaggi: 4516
Iscritto il: lun lug 23, 2012 12:56 pm
Nome: Mario
Regione: Lombardia
Città: Valera Fratta
Età: 58
Stato: Non connesso
Contatta:

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da marioscd » mar gen 16, 2018 5:03 pm

non capisco cosa siano gli scambi "ad alta velocità" ma visto che hai menzionato ETR e l'opzione di evitare svii ho il sospetto che tu intenda i cosiddetti scambi lunghi Peco (SL88 e SL89) che sono di raggio 1524. Attento che uno scambio di questi è lungo 26cm...

ciao
Mario Scuderi - C.M.P. Club Modellismo Pavese ...ciò che è piccolo a volte diventa grande...

Avatar utente
dynahshow
Messaggi: 35
Iscritto il: lun feb 01, 2016 10:54 am
Nome: francesco
Regione: Lazio
Città: roma
Età: 60
Stato: Non connesso

Re: Deviatoi questi sconosciuti

Messaggio da dynahshow » mar gen 16, 2018 9:06 pm

Si, in effetti intendo proprio quelli, con un angolo di circa 8gradi...favoriscono penso la possibilità di mantenere la via anche in velocità. Iniziano a stuzzicarmi i Roco, cosa ne pensate?
Un saluto
Francesco

Rispondi

Torna a “SCALA H0”