Scala TT - il forum sulla "scala perfetta"
Stampa Pagina | Chiudi Finestra

ALn 776 FCU

Stampato da: Scala TT - il forum sulla "scala perfetta"
URL Discussione: http://www.scalatt.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=9351
Stampato il: Oggi

Discussione:


Autore Discussione: Luigi Corvini
Oggetto: ALn 776 FCU
Inserito il: 05/10/2013 18:39:33
Messaggio:

Ciao a tutti,
apro questo post per presentarvi un lavoro che ho iniziato nel maggio 2009 e ho terminato 3 anni dopo. Il lavoro è ovviamente stato interrotto più volte per lavorare su altri modelli o per reperire pezzi o il materiale necessario ad andare avanti.
Essendo un cultore delle automotrici diesel, mi stuzzicava l'idea di riprodurre la bella tripla di ALn 776 della Ferrovia Centrale Umbra del servizio Perugia S.Anna - Roma Termini, detto il "Perugino".
All'inizio ero un po' indeciso, ma poi trovata la prima ALn 663 Lima (e successivamente le altre due) da squartare ho iniziato l'avventura.
Rispetto al treno reale ho preferito riprodurre tre unità bicabina, invece della classica doppia monocabina con una bicabina intercalata (anche se l'ho visto composto da bi+bi+mono e mono+bi+bi+mono negli ultimi tempi prima di essere limitato a Roma Tiburtina)...non portatemi rancore per questo mi raccomando!
Il lavoro è stato abbastanza lungo soprattutto per la volontà di riprodurre molti piccoli particolari.

Nel prossimo post la prima parte del lavoro!

Risposte:


Autore Risposta: Egidio
Inserita il: 05/10/2013 18:49:06
Messaggio:

Aspetto di vedere foto del tuo lavoro...... Saluti. Egidio.


Autore Risposta: Digtrain
Inserita il: 05/10/2013 18:53:05
Messaggio:

Ciao Luigi,

noi siamo pronti...

Ciao Walter


Autore Risposta: carlo mercuri
Inserita il: 05/10/2013 18:56:36
Messaggio:

Lo aspetto anch'io!!!!!!!!


Autore Risposta: MrMassy86
Inserita il: 05/10/2013 20:17:42
Messaggio:

Aspetto di vedere le foto di questo interessante lavoro Massimiliano


Autore Risposta: massimo raimondi
Inserita il: 05/10/2013 22:57:48
Messaggio:

Egidio ha scritto:

Aspetto di vedere foto del tuo lavoro...... Saluti. Egidio.

Egidio ... penso che potrai vederle "live" il prossimo we alla manifestazione di Chieti


Autore Risposta: gianfranco.p
Inserita il: 06/10/2013 00:31:45
Messaggio:

E che fai ci lasci cosi? :)

Mi raccomando stavolta anche foto in HD!!! :D


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 06/10/2013 01:27:22
Messaggio:

Un po' di suspance ci sta sempre bene!


La Cassa
Iniziamo il lavoro da qui, il cuore dell'elaborazione. Con la matita ho segnato su entrambi i lati della cassa le dimensioni dei due nuovi finestrini da ricavare al posto delle serrandine (queste macchine al vero non hanno lo scomparto collettame come le cugine FS). Poi con il trapanino ho fatto una serie di fori vicino alle linee della parte da asportare e l'ho rimossa con il taglierino. Con una limetta piatta ho eliminato i residui in maniera più fine dalla plastica, fino al segno a matita, mentre con una limetta tonda ho ritoccato gli angoli. Poichè parte del vecchio finestrino del bagagliaio sarebbe divenuto parte integrante del nuovo finestrino, con un pezzettino di scheda telefonica ho riprodotto la parte della cornice mancante. Sempre con la limetta piatta ho provveduto poi ad asportare tutti i vecchi tientibene stampati sulla plastica e ho stuccato interamente la cassa, comprendo così i residui delle vecchie serrandine, le scanalature sull'imperiale, i vecchi fori (e in generale su tutte le parti dove sono intervenuto con la lima) e poi con carta abrasiva da 1000 ho portato a finitura le superfici. Le cannellatura sull'imperiale è riprodotta con del filo per applicazioni elettroniche, ma essendo comunque "enorme" rispetto alle dimensioni in scala esatta ho ritenuto opportuno riprodurre in numero inferiore di cannellature per mantenere un colpo d'occhio accettabile.
Veniamo alla verniciatura...la parte più complessa dell'opera. Dopo aver cercato dei colori che si avvicinassero il più possibile a quelli delle sorelle maggiori la mia scelta è caduta sul grigio cenere, sul grafite, sul rosso segnale e sul bianco Puravest. Preparate le varie mascherine per ricreare il motivo cromatico, con il caro amico Gabriele e il suo fido aerografo ci siamo messi all'opera. Dopo una base a tutta la cassa in grigio cenere, abbiamo (non senza qualche buon moccoletto) completato il lavoro con il bianco, il rosso segnale ed infine il grafite. In separata sede, a pennello ho riverniciato i particolari che non sarebbe stato possibile fare con l'aerografo e ho cercato di riprendere qualche difetto (ovviamente creandone altri) di verniciatura. In ultimo una prima mano di trasparente satinato. Il risultato, per quanto imperfetto, era veramente notevole già così. Per completare la cassa ho messo i nuovi tientibene (realizzati con filo d'acciaio armonico da 0,4 mm), le trombe (riprodotte in resina dall'amico Massimo), fischi e tergicristalli MdF e i climatizzatori. Questi ultimi li ho riprodotti con lastrina in rame sagomata e verniciata. I terminali di scarico del motore sono ottenuti con fettine di tondino di ottone. Parallelamente a tutto ho provveduto a disegnare le decals necessarie , che una volta stampate, hanno preso il loro posto sul modello. Mi sono limitato per ora ad applicare solo le marcature e i loghi. Ultima mano di trasparente, questa volta però lucido. Per i vetri laterali, dopo vari esperimenti, ho preferito riciclare i vecchi vetri, ritagliati uno ad uno, riposizionati e incollati con il Synthaglass della Puravest, stendendo un velo più o meno uniforme su tutto il vetro nella parte posteriore e sui bordi della cassa. I due nuovi finestrini li ho presi da un'altra ALn 663 Lima cannibalizzata e destinata ad una prossima elaborazione. I vetri frontali, quelli laterali delle cabine e i vetri delle porte centrali li ho invece fatti con il Synthaglass. Anche se imperfetti, sono di gran lunga migliori di quelli originali. Le tendine (arancioni sulle unità con interni ancora del tipo MD e grigie sulle unità sottoposte a revamping completo) sono realizzate con pezzi di cartoncino bristol colorato tagliato a striscette stropicciate. Sulla testata accoppiata alle altre macchine ho inserito le porte frontali in posizione aperta con intercomunicante, anche questi autocostruiti. Le porte frontali sono realizzate con lamierino di ottone, mentre l'intercomunicante, che sperimentai tempo fa su una coppia di ALn 668, è realizzato con carta e un materiale che si può reperire nei negozi che vendono bomboniere e affini (nel mio caso trovato in un pub come tovaglietta, sottratta prima che la cameriera portasse via i resti del bivacco). Per concludere, ho incollato dei led SMD bianchi e rossi dietro ai gruppi ottici e ho fatto una basettina su cui ho messo le resistenze (una per ogni led, per riprodurre la differenza di luminosità tra i fanali che ogni tanto si può incontrare sui mezzi). I led sono collegati alla basetta tramite fili smaltati colorati (una fonte inesauribile di fili smaltati colorati di verde, giallo e rosso sono i cavetti delle cuffiette...in questo modo è più facile venire a capo dei fili e fare il cablaggio senza errori).
Vi lascio con le prime foto...prossimo post, il telaio e i carrelli.

Immagine:

503,62 KB

Immagine:

593,8 KB

Immagine:

604,92 KB

Immagine:

655,17 KB

Immagine:

388,2 KB

Immagine:

518,97 KB

Immagine:

380,31 KB

Immagine:

346,69 KB

Immagine:

344,39 KB

Immagine:

348,57 KB

Immagine:

290,26 KB

Immagine:

398,48 KB

Immagine:

388,4 KB


Autore Risposta: MrMassy86
Inserita il: 06/10/2013 10:50:27
Messaggio:

Complimenti Luigi, un ottimo lavoro Massimiliano


Autore Risposta: Josefloco61
Inserita il: 06/10/2013 16:44:55
Messaggio:

Azz.......Lavoro altamente da modellista, non c'è che dire, immagino la difficoltà della verniciatura....... è bello vedere queste trasformazioni, questo è...... FERMODELLISMO !!!!!
Non sapevo che le ALn 776 della FCU fossero derivate delle 663 FS, comunque bel modello, attendo il seguito. Ciao.
Josef


Autore Risposta: Edo Mazzo
Inserita il: 06/10/2013 19:11:07
Messaggio:

Molto bella


Autore Risposta: dilan
Inserita il: 07/10/2013 01:50:03
Messaggio:

Molto bella, stai facendo un ottimo lavoro, ti seguo con interesse.

Ciao.


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 07/10/2013 14:00:46
Messaggio:

Capitolo II: i carrelli
Anche i carrelli hanno subito qualche piccolo intervento. Per prima cosa ho eliminato tutta la tiranteria del freno e poi ho avvicinato le fiancate dei carrelli alle ruote di circa 1 mm, tagliando le stesse e re-incollandole, previa asportazione della plastica in eccesso. Con striscioline di ottone ho ricostituito la tiranteria, e con filo di rame e pezzetti di balsa e stuzzicadenti ho riprodotto le sabbiere. Una verniciatina in nero opaco al carrello ultimato e alle ruote.

Avvicinando le fiancate dei carrelli, questi ultimi e di conseguenza tutto il modello riacquistano una dignitosa proporzione e bellezza. E' un intervento che consiglio a tutti i possessori di 663/668 in quanto i modelli migliorano moltissimo.

Immagine:

363,54 KB

Immagine:

766,48 KB

Immagine:

142,19 KB


Autore Risposta: MrPatato76
Inserita il: 07/10/2013 14:09:55
Messaggio:

Bell'intervento sia modellistico sia come guida all'elaborazione!!

Ciao
Roberto


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 07/10/2013 14:20:30
Messaggio:

Grazie mille a tutti intanto!

Josefloco61 ha scritto:

Azz.......Lavoro altamente da modellista, non c'è che dire, immagino la difficoltà della verniciatura....... è bello vedere queste trasformazioni, questo è...... FERMODELLISMO !!!!!
Non sapevo che le ALn 776 della FCU fossero derivate delle 663 FS, comunque bel modello, attendo il seguito. Ciao.
Josef


Ciao Josef,
sì queste macchine sono derivate dalle ALn 663 FS e presentano alcune caratteristiche tecniche superiori (almeno quelle delle ultime forniture).
Intanto esistono in due varianti: le bicabina (come quelle FS hanno due cabine di condotta) e le monocabina (che hanno una cabina sola e quindi viaggiano sempre accoppiate ed hanno gli intecomunicanti solo da un lato). Poi, non avendo il compartimento collettame e non avendo la prima classe il numero dei posti a sedere è superiore (76).
I motori sono tarati per avere una potenza maggiore e il cambio ha rapporti più lunghi (ad accezione, se non ricordo male, del primo rapporto più corto): questo per consentire una velocità massima di 150 km/h e per affrontare la salita fino a Perugia S.Anna.
Inoltre sono accoppiabili in multiplo fino a 5 unità (le 663/668 lo sono fino 3 macchine).

Ciao,
Luigi


Autore Risposta: gianfranco.p
Inserita il: 07/10/2013 14:48:49
Messaggio:

Contribuisco.

Immagine:

443,07 KB
(foto che mi ha fornito AleDG)


Autore Risposta: FRANCO
Inserita il: 07/10/2013 14:55:01
Messaggio:

Lavoro e descrizione moltl particolareggiati complimenti


Autore Risposta: Andreacaimano656
Inserita il: 07/10/2013 20:48:57
Messaggio:

Ottimo lavoro
Ciao
Andrea


Autore Risposta: Egidio
Inserita il: 07/10/2013 21:50:02
Messaggio:

Beh debbo sinceramente dirti caro Luigi che come primo lavoro non c' e' niente male : B R A V O !!
Saluti. Egidio.


Autore Risposta: saverD445
Inserita il: 07/10/2013 22:56:08
Messaggio:

Luigi, che lavoro...

Fantastico,impressionante ..


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 07/10/2013 23:21:10
Messaggio:

Grazie a tutti, troppo buoni!
Grazie anche a Gianfranco e ad AleDG per questo figurino.
Comunque finora abbiamo scherzato...domani posto il telaio...sono sicuro che vi piacerà...


Autore Risposta: ho_master
Inserita il: 07/10/2013 23:34:09
Messaggio:

Mi stai facendo venire una voglia !!!! E' da molto che vorrei realizzare l'Aquilotto della Sangritana, ex ALn 776 FCU e mi hai mostrato la strada

Antonello

Immagine:

70,49 KB

Immagine:

61,54 KB

Immagine:

65,44 KB


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 08/10/2013 13:32:46
Messaggio:

ho_master ha scritto:

Mi stai facendo venire una voglia !!!! E' da molto che vorrei realizzare l'Aquilotto della Sangritana, ex ALn 776 FCU e mi hai mostrato la strada

Antonello



Dai dai dai! Così poi organizziamo un gemellaggio


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 08/10/2013 13:47:50
Messaggio:

Capitolo III: il telaio.
Penultimo capitolo della realizzazione ha visto interessato il telaio (comprensivo degli interni per le due unità senza motore). Per prima cosa, anche qui, ho asportato tutto quello che non serviva più. All'interno delle cabine ho riprodotto le pareti che contengono l'intercomunicante. Nella cabina dove è prevista l'accoppiamento con l'unità limitrofa la porta di accesso l'ho riprodotta in posizione aperta. Le cabine inoltre sono arricchite con il banco di manovra e il rubinetto del freno, il tavolino del secondo agente, i seggiolini e il tachigrafo (incollato però nella cassa) il tutto poi colorato con quello che avevo a disposizione e che si avvicinava di più ai colori originali. Nella zona viaggiatori, invece, mi sono divertito a costruire le poltrone con pezzetti di balsa sagomata e carta. Nella motorizzata ne ho fatti sono un paio vicino alle cabine, l'unico spazio libero. Sulle due testate ho eliminato i vecchi ed obsoleti respingenti, rimpiazzandoli con altri autocostruiti con tondini e lamierino di ottone.
Infine, ho ricostruito interamente il sottocassa. Su una base fatta con lamierino di rame, modellato per adattarsi al telaio, ho incollato via via i nuovi pezzi totalmente autocostruiti, tra cui i vari serbatoi, lo scarico del bagno, i radiatori e i motori. Su questi ultimi mi ci sono dedicato veramente tanto e ho cercato di riprodurre tutte le parti principali (usando uno schema del motore trovato su un libro della FIAT) come il turbocompressore, le pompe dell'acqua, della nafta e dell'olio (compresi i filtri ovviamente) e la distribuzione. Sebbene non sia perfetta come riproduzione, rende il modello più presentabile (e sicuramente la vista migliora...quel pezzo nero stampato sotto le automotrici è inguardabile).

Immagine:

659,34 KB

Immagine:

335,71 KB

Immagine:

415,75 KB

Immagine:

343,79 KB

Immagine:

276,91 KB

Immagine:

459,91 KB

Immagine:

499,83 KB

Immagine:

134,75 KB


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 08/10/2013 14:02:33
Messaggio:

Ultimo capitolo.
Ultimi lavori hanno visto l'installazione:
- di un decoder sound su una motrice di estremità (la motorizzata) con la registrazione del suono di 6 motori;
- di 3 altoparlanti (uno su ogni modello) collegati tra loro tramite un bus che corre lungo il treno.

Infine, per migliorare la marcia ho inserito anche un secondo bus che collega tutte le prese di corrente (due sulla motorizzata, una sulla folle) ed ho inserito un secondo decoder sulla seconda motrice di estremità per il controllo delle luci.

Ecco a voi qualche immagine del treno terminato.


Immagine:

179,58 KB

Immagine:

226,75 KB

Immagine:

113,53 KB

Immagine:

103,26 KB

Immagine:

104,63 KB

Immagine:

94,63 KB


Autore Risposta: Andreacaimano656
Inserita il: 08/10/2013 15:33:50
Messaggio:

Sono meravigliose complimenti
Ciao
Andrea


Autore Risposta: Josefloco61
Inserita il: 08/10/2013 15:39:00
Messaggio:

Semplicemente BELLISSIME !!!! Fanno un figurone, è bello anche il deposito, si vede subito che sei un appassionato ed hai ottime conoscenze della trazione termica.
Complimenti davvero, fermodellismo puro
Ciao.
Josef


Autore Risposta: Digtrain
Inserita il: 08/10/2013 18:48:43
Messaggio:

Stratosferica elaborazione!!!
Senza parole.

Ciao Walter


Autore Risposta: dilan
Inserita il: 09/10/2013 00:47:27
Messaggio:

Bravo! Hai realizzato un gran bel modello, complimenti, ottima anche la verniciatura.


Autore Risposta: gianfranco.p
Inserita il: 09/10/2013 08:36:12
Messaggio:

Queste ultime foto mi mancavano giggius...spettacolo!!

Senti, come hai fatto la tabella di percorrenza?


Autore Risposta: erretre9
Inserita il: 09/10/2013 11:34:01
Messaggio:

Spettacolare modello! complimenti!
Ciao!


Autore Risposta: Luigi Corvini
Inserita il: 09/10/2013 13:21:43
Messaggio:

Grazie mille a tutti, mi fa piacere che vi sia piaciuto

gianfranco.p ha scritto:

Senti, come hai fatto la tabella di percorrenza?


Un amico mi ha dato le tabelle di percorrenza delle carrozze ACME.
Le ho riciclate applicandoci sopra delle nuove decals realizzate insieme alle altre con scritto "Roma T.ni - Perugia S. Anna". Poi gli ho dato del trasparente a pennello e l'ho incollate sulla cassa (per l'incollaggio ho utilizzato lo stesso Synthaglass)


Scala TT - il forum sulla "scala perfetta" : http://www.scalatt.it/forum/

© Tutti i prodotti citati in questo sito sono marchi di proprietà e registrati delle rispettive case produttrici

Chiudi Finestra