Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE UN TETTO DIROCCATO IN CARTONCINO

di Di Liberto Antonio

 

In questa fotoguida, vi illustro come ho realizzato il tetto del mio casello diroccato. Si tratta di un procedimento che ho già utilizzato anche per gli altri edifici che ho costruito. Una volta realizzato l'edificio, ho appoggiato i travetti laterali per studiare le zone dove effettuare i cedimenti.

 

 

Per prima cosa bisogna procurarsi del cartoncino ondulato con la parte convessa di massimo 2 millimetri, che sarà la base su cui poi verranno posate le tegole. Io ho procurato del cartone ondulato con il quale vengono realizzate delle scatole.

 

 

In mancanza, può essere adoperato il cartone delle confezioni di gelato (non voglio fare pubblicità, ma si presta meglio, per misura delle onde, quello dei cornetti Algida). Per ricavare la parte ondulata basta inumidire il cartone:

 

 

Si attende qualche minuto (il tempo che la patina esterna si inumidisca bene) e poi è possibile "pelare" la parte superiore e ricavare la parte ondulata:

 

 

Questa parte ondulata sarà la base su cui poi verranno incollate le strisce ondulate, che rappresenteranno le file di tegole, anch'esse ricavate con lo stesso procedimento:

 

 

 

 

 

Procedendo per gradi, prima bisogna realizzare la perlinatura che si vedrà parzialmente attraverso i crateri aperti sul tetto. Ovviamente questa fase non sarà necessaria la dove si vorrà rappresentare un tetto integro nella sua struttura.

 

 

 

 

Successivamente, sulla perlinatura si incollerà il cartoncino ondulato che, come ho già spiegato, sarà la base sulla quale dovranno essere incollate le strisce di tegole.

 

 

Ed ecco completata la perlinatura su entrambe le falde del tetto.

 

 

Inizia la posa delle strisce ondulate che rappresentano le tegole.

 

 

Poiché la tegola sarà lunga 4 mm, ho ritagliato strisce da 7 mm, che andranno sovrapposte le une alle altre. Come si vede dalla foto, conviene segnare con una matita la linea dei 4 mm. Sarà così più facile posare le strisce successive.

 

 

Dopo aver messo la colla (poco vinavil non diluito, in modo che faccia presa subito), pressare fra le canalette con una piccola spatola o anche un piccolo giravite, in modo da far aderire bene la striscia.

 

 

Il cartone ondulato che fa da base, essendo stato pelato da una sola parte, costituisce una base abbastanza rigida da permettere l'incollaggio delle strisce senza che queste si appiattiscano.

 

 

Ed ecco il risultato parziale.

 

 

Ed ecco "posate", tutte le tegole sul tetto, mancano solo le tegole del colmo.

 

 

Ho costruito due comignoli ed ho dato una prima mano di colore base.

 

 

Seguirà l'invecchiamento delle tegole, dato dalla patina del tempo ed altre tegole e travi spezzate saranno collocate all'interno del sottotetto.

 

 

Ed ecco il tetto sporcato.

 

 

Ho anche riprodotto all'interno del sottotetto i cumuli di macerie con le tegole crollate e pezzi di travi.

 

 


Ed ecco la foto conclusiva del lavoro: lo scatto, in una giornata di sole, rende la... devastazione ancor più evidente! 

 



 

Spero che le mie spiegazioni siano sufficientemente chiare e complete, altrimenti chiedete pure QUI.

 

Di Liberto Antonio