Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

SEGNALETICA VERTICALE: COME REALIZZARLA NELLE DIFFERENTI SCALE

di Andrea Altrocchi e Carmelo Ferrante

 

Dopo pochi anni dall'apparizione dei primi veicoli a motore lungo le strade, sono apparsi ai lati della carreggiata anche i primi segnali stradali, le cui forme, grandezze e colori erano lasciati inizialmente in mano ad iniziative locali. Tra i primi cartelli che si vollero installare c'erano quelli relativi al pericolo più sentito dell'epoca che noi appassionati di modellismo ferroviario non possiamo non conoscere…

Subito dopo fecero la loro comparsa i primi cartelli indicanti le direzioni per le varie località, soprattutto quelle turistiche.

E’ inevitabile che anche quest’aspetto trovi spazio all’interno dei nostri mondi in miniatura. Eccone alcuni nel piazzale antistante la stazione di Segrino (plastico ferroviario la "valla incantata").

Giusto ricordare che i cartelli si dividono in tre categorie con forme specifiche:

segnali di pericolo, di forma solitamente triangolare.

segnali di prescrizione, relativi a precedenze con forme varie (triangolare rovesciata, ottagonali, quadrata) relativi a divieti, di forma rotonda con bordo rosso e sfondo bianco relativi a obblighi, di forma rotonda e solitamente sfondo azzurro.

segnali di indicazione, quelli che forniscono informazioni utili o necessarie per la guida, come ad esempio quelli di preavviso, di direzione o di itinerario.

Ecco dei segnali di indicazione nei pressi dello scalo della sopra citata stazione.

 

Di seguito le misure costruttive (fonte wikipedia).

 

Per convertire nella scala corretta è sufficiente dividere la misura reale per il fattore riduttivo della scala prescelta. Se voglio ad esempio realizzare un segnale di precedenza triangolare di grandezza media (900mm nella realtà) in scala H0, questo dovrà misurare 10,35mm (ovvero 900mm/87mm).

Per evitare questo "lavoraccio", all’interno della pagina dei download è possibile scaricare gratuitamente il file per stampare, nella misure corretta, i cartelli stradali. Eccone un esempio: la barra colorata rappresenta la nazione ed il numero l'epoca (tale distinzione è prevista solo per la cartellonistica italiana).

E' sufficiente una normale stampante a getto d’inchiostro. Si stampa il cartello su un foglio bianco e lo si incolla successivamente su di un cartoncino sottile. Per i pali potete utilizzare degli steli per decoupage, con un costo davvero contenuto se ne possono realizzare parecchi. Questi i file disponibili:

segnali stradali Italia H0 - ep. IV - V
segnali stradali Italia N - ep. IV - V
segnali stradali Italia TT - ep. IV - V
segnali stradali Germania - H0 - N - TT
segnali stradali Austria - H0 - N - TT

 

Se sei interessato al file con alcuni di questi segnali già in scala e pronti per essere stampati (scala H0 - N - TT), accedi alla PAGINA DEI DOWNLOAD del Forum.