Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE UNA SALETTA DI ATTESA ESTERNA

di Andrea Robassa

 

Durante un'escursione alla stazione di Ospitale di Cadore, mi venne l'dea di prendere le misure della saletta di attesa esterna.

 

 

Si tratta di una saletta piuttosto comune, tipica di moltissime stazioni secondarie, decisi così di riprodurla in scala H0. E' un lavoretto piuttosto semplice e di facile costruzione, tant'è che ci ho impiegato meno di una giornata. Ecco lo schemino con le misure in scala 1:87.

Ho iniziato usando del forex da 2mm: ho creato le murature ed ho ricavato una sorta di scatoletta.

 

 

Con dei listelli della Evergreen ad "U", ho fatto i bordi, in modo che l'acetato che formerà la cupola, si incastrasse nella fessura.

 

 

Successivamente ho realizzato le due mezzelune laterali in plastica trasparente che serviranno da supporto all'acetato:

 

 

Una volta irruvidito il forex, invecchiato con smalto opaco grigio e poi con matita colorata, ho simulato il cemento. Al vero, all'interno, è presente l'obliteratrice gialla ed un piccolo monitor... ho riprodotto naturalmente anche quelli.

 

 

 

Successivamente ho riprodotto la copertura, realizzata con fini listelli in plasticard:

 

 

Fate attenzione perchè potrebbe succedere che l'acetato si curvi esternamente sopra l'ingresso, pertanto rinforzate il bordo con una lamina fine in metallo, ed incollate con colla cianoacrilato.

 

 

Dipinti i vari frames in nero, ho aerografato la cupola in marrone chiaro, diluito ed opacizzato, come al vero... purtroppo queste salette sono quasi sempre sporche e maltrattate.

 

 

Ecco come risulta a fianco di una stazione in scala H0.

 

 

Come avete visto, possono bastare alcuni piccoli scarti di forex per ottenere un modello utile ed interessante. Provateci anche voi!

L'autore Andrea Robassa, è a disposizione per domande, curiosità, informazioni e chiarimenti: contattatelo nel FORUM e partecipate alla discussione sulla sua autocostruzione QUI.