Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

Il plastico ferroviario di

CapotrenoAngelo61

sequenza realizzativa del mio plastico in scala N

armamento Fleischmann PROFI con massicciata - scala N - misure 180cm x 100cm.

Il progetto 2D e la visualizzazione in 3D.

Lunghezza complessiva binari 30,27 metri.

Il telaio è realizzato con in listelli di abete piallato 200mm x 400mm. Nella foto, la parte posteriore del piano base.
 
Il piano base in multistrato di pioppo 1800mm x 1000mm x 8mm e la posa dei primi binari.
 
Completato il circuito esterno del piano base (vista frontale e laterale).
 

Le rampe di salita (curve e diritte) realizzate con pannello MDF altezza 7mm.

Nella foto a destra la realizzazione dei listelli, per regolare le altezze.

Posata la prima rampa di salita alla sinistra del plastico.

La rampa di salita destra ed il prolungamento di quella sinistra.

Il primo "punto critico", superato con disinvoltura dal vagone passeggeri più alto in circolazione...

(il "punto critico" è quel punto nel quale due percorsi si sormontano)

Posato il binario nr. 4, lo scambio inglese del secondo binario ed i tre sganciavagoni manuali.

Lo schema dei deviatoi associato ai futuri interruttori. In alto (8-9-10) la "zona servizi".

Continuazione della rampa di salita destra e sinistra. superati il secondo e terzo "punto critico".

Inquadratura ravvicinata dell'elicoidale destro ormai ultimato. La quota di livello più alta è di 106mm.

Ultimato anche l'elicoidale sinistro. Il prossimo passo sarà la posa dei binari della stazione.

Ecco il fascio dei binari della stazione in una foto d'infilata.

(cliccare sulla foto per ingrandirla ulteriormente)

In attesa della posa del ponte sospeso e della realizzazione della "zona servizi".

Posato il ponte sospeso e realizzata la "zona servizi": ora tutti i binari sono stati posati.

Fanno anche la loro comparsa i primi due portali a due vie (a sinistra).

Veduta aerea della parte destra del plastico con inquadratura sulla "zona servizi". E' stata prevista una piccola zona in piano a ridosso del binario 3 per una futura baracca per cantonieri o una piccola carbonaia. La gru idraulica sarà posizionata a cavallo dei binari 1 e 2.

Veduta del plastico dal lato di destra.

PROVA TRACCIATO ANALOGICO.

PROVA TRACCIATO DIGITALE.

PROVA TRACCIATO ZONA SERVIZI.

Lo scenery: i primi lavori sulla parte sinistra.

Gli interruttori a levetta per comandare gli scambi.

La posa dei marciapiedi, realizzato con pannelli MDF da 6mm.

Gli attraversamenti che collegano i marciapiedi, realizzati in cartoncino da 1mm.

La posa della massicciata.

Inquadratura ravvicinata.

Inquadratura laterale.

Posata la parete rocciosa nella parte sinistra per nascondere il tratto sopraelevato.

Realizzate le rocce e dato il sottofondo color terra.

Posata l'erba ed inseriti alcuni rampicanti. I tre archi sono autocostruiti con compensato ricoperto di gesso scagliola e lavorato con la punta di un compasso per ricavare archi e mattoni. All'interno sono state inserite le rocce per dare un effetto di profondità.

La prima mano di colore di sottofondo per la realizzazione del laghetto.

Posato il plexiglas per intensificare l'effetto acqua, realizzate le piccole rocce che delimitano il lago (verranno successivamente colorate) e costruita la parete rocciosa sulla destra (all'interno il muro di contenimento poco visibile).

Manca ancora qualche piccolo ritocco, ma la parte sinistra è praticamente ultimata.

Posizionato anche il P.L. visibile nella parte a destra. La chiazza bianca è dovuta al gesso scagliola utilizzato per livellare il "gradino" stradale a ridosso del P.L.

Veduta frontale.

Nel frattempo procedono i lavori nella parte destra...

Proseguono i lavori nella parte destra. Realizzate le "luci" nelle arcate e chiusa la zona sovrastante.

Il basamento della "zona servizi" risultava sovradimensionato e si è perciò deciso di rimuovere tutta la zona per realizzare uno strapiombo e nella parte sottostante un'area che verrà adibita a pascolo.

Posato il ponte in pietra e realizzati gli avvallamenti. Visibile anche il passaggio a livello:la strada prosegue sotto una delle arcate del viadotto.

La parte destra del plastico è quasi ultimata: ulteriore vegetazione arricchirà ulteriormente l'area. 

Vista dell'area servizi da un'angolatura differente. 

Mentre viene assemblato l'edificio della stazione, viene individuato il nome del paese...

Viene ultimata anche la parte centrale con i due ponti ed il P.L che condurrà alla futura stazione...

Le aperture laterali del plastico a destra e sinistra. Queste sono indispensabili per l'accessibilità nelle parti nascoste, per pulizia binari ed eventuali manutenzioni future.

In questa foto immortalata la parte sottostante del lavoro. Tutti i fili elettrici sono fissati alla base per evitare dannosi strappi duranti gli eventuali spostamenti del plastico. Nella parte superiore sono "nascosti" tutti gli interruttori a levetta che comandano i 14 deviatoi.

Finalmente a CANTERANO TERME c'è anche la stazione (verrà successivamente invecchiata)...

Il plastico (quasi) ultimato visto frontalmente.

Vista frontale sinistra.

Vista lato sinistro.

Vista lato destro. 

QUI la fotostoria del plastico.