Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE FOGLIE DI BANANO E PIANTE ESOTICHE

di Giuseppe Castellano

 

Questo processo permette la riproduzione di tutti i tipi di piante esotiche, palme, banane e altre piante similari.

 

Eecco il materiale necessario per iniziare:

- foglio acetato

- gel trasparente acrilico LIQUITEX gloss hevy gel

- nastro di carta

- vinavil - forbici

- pennello (piatto e largo).

 

 

Prendete un foglio trasparente di acetato, vanno benissimo i coperchi delle scatole delle camicie o le classiche cartelline trasparenti.

 

 

Si prende poi il gel acrilico e lo si mischia con del verde acrilico, la tinta varia a seconda della pianta che si vuole riprodurre.

 

 

Si stende quindi la mistura sul foglio di acetato con il pennello avendo cura di dare le pennellate sempre nello stesso senso in modo da riprodurre le striature delle foglie.

 

 

Dopo minimo tre ore di asciugature ritagliare un rettangolo della grandezza con cui si vuole riprodurre la foglia.

 

 

Rifinirla in base al fogliame che si sceglie di riprodurre, a questo punto si ha già la parvenza della foglia.

 

 

 

Ora bisogna ricreare la nervatura centrale, in questo caso è stato usato il vinavil per dare elasticità alla foglia, ma con la fantasia ognuno può usare il materiale che più gli aggrada.

 

 

Quindi sistemare due strisce di nastro adesivo in carta come da figura, avendo cura di eliminare un po' di colla manipolandolo con le dita, per evitare che staccandolo si danneggi la foglia, quindi stendere il vinavil lungo lo spazio tra le due strisce di scotch, cercando di stenderla il più uniformemente possibile.

 

 

 

Aspettare che il vinavil si asciughi completamente. Avendo fretta, ma non consigliato, si può usare un phon per accelerare il processo di asciugatura, ma fate attenzione perché le foglie sono molto sottili e si possono danneggiare con il calore eccessivo.

 

 

Altro passo è lo sfrangiamento delle foglie, con delicatezza eseguire lo sfrangiamento tagliuzzando le foglie nel senso dalla venatura, in modo da far sembrare la foglia rovinata dalle intemperie.

 

 

Quindi si passa alla colorazione finale.

 

 

 

 

Si esegue un lavaggio con del raw umber a olio o con del semplice marrone scuro acrilico e si riproducono con del giallo + marrone le parti in essicazione o ingiallimento.

 

Si esegue un leggero dry brush con una tinta leggermente più chiare della tinta di base e a questo punto si passa una mano di vernice semi gloss (semi lucida) e la foglia è terminata.

 

 

 

Sarà poi vostra cura sistemarla su un tronchetto o quant’altro in base alla pianta scelta.

 

 

BUON LAVORO.

 

Castellano Giuseppe