Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME AUTOCOSTRUIRE UNA DIMA PER REALIZZARE LE PENDENZE

di Roberto Alinovi

In questa Fotoguida spiego come ho realizzato un attrezzo semplicissimo per calcolare e verificare la pendenza dei binari in salita, che siano in rettilineo che in curva.

Per prima cosa bisogna trovare una piccola bolla, di quelle da avvitare sopra le attrezzature. Successivamente prendiamo un carrello, nel mio caso un vecchio Lima (per non rovinare autocostruzioni future, meglio utilizzare ciò che non serve più).

Le misure ed i disegni che seguono sono relativi alla bolla in mio possesso. Adeguate le vostre misure al particolare che avrete in mano.

Per prima cosa bisogna tagliare due pezzi di plexiglass, di spessore 4-5 mm, o di materiale duro e rigido, facile da lavorare (il plexiglass lo è).

 

Ora bisogna forare i pezzi. Il pezzo numero uno, è quello che andrà avvitato al carrello, tenendo conto anche degli ingombri e spazi del carrello stesso.

 

I fori verdi sono per la regolazione della pendenza, quelli azzurri per il fissaggio sul carrello stesso.

Installiamo la lastra "1" di plexiglass sul carrello verificando anche che i bordini delle sale non tocchino (com'è successo a me).

 

 

 

Ho dovuto creare delle asole per far si che i bordini non interferissero con lo scorrimento. A questo punto, se tutto scorre bene, si prosegue con la costruzione della seconda lastrina. La seconda lastrina avrà i fori di fissaggio bolla, i fori di fissaggio sulla prima ed i registri di pendenza.

 

Non ci rimane che installare la lastrina "2" sopra la "1".

 

Installiamo anche la bolla e prepariamo la taratura. Per la taratura ho preso la bolla, lunga 42 cm e l'ho spessorata da un lato, fino a portarla ad una pendenza del 2,6% circa (10,92 mm) arrotondati a 11 mm.

 

Ho registrato le viti di regolazione e serraggio finché la bolla non ha segnato "piano". A questo punto ho iniziato a registrare le salite del primo elicoidale del mio plastico verificando pendenza di salita e pendenza parabolica.

Nel caso delle foto, ero ancora ad una pendenza inferiore al 2,6%. Ovviamente si può tararlo come si vuole... Sappiamo però che è meglio stare sempre sotto al 3%.

Roberto Alinovi

Per informazioni, curiosità e domande, contatta l'autore della presente Fotoguida, nella discussione del Forum GAS TT, QUI.