Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE SIEPI E CESPUGLI CON IL DACRON

di Diego Sozzi

 

 

Di norma vengono nominate fotoguide, ma questa scheda la ritengo una condivisione della mia esperienza.

 

Partiamo dal materiale di base, il dacron è un’ovatta sintetica che viene spesso utilizzata per l’imbottitura di cuscini e giacche e viene venduto nelle mercerie.

 

 

Molti lo conosceranno per averlo già utilizzato per strutturare e creare piante, la mia esperienza è molto simile ma l’ho utilizzata per creare questi cespugli.

 

 

Il procedimento è molto semplice e, con l’esperienza, veloce; si prende un rettangolo di dacron e si dipana abbastanza grossolanamente.

 

 

Successivamente si spruzza con vernice spray marrone opaco ambo i lati cercando di non lasciare aree incolori, è possibile colorarlo anche ad aerografo con colori acrilici ma il colore è meno coprente.

 

 

Si strappa un pezzo e si dipana ulteriormente fino ad ottenere una "nuvola".

 

 


Spruzzate la "nuvola" con colla spray rimovibile e con i floccaggi di vostro gradimento cospargetelo a pioggia fino ad ottenere il cespuglio desiderato.

 

 

Prima del posizionamento definitivo, consiglio di dare una pennellata di onnipresente vinavil sul terreno.

 

 

 

Nel caso in cui si è posizionato il cespuglio in una zona che non convince, è possibile riposizionarlo, oppure si vuole dar maggior volume, basta dare una spruzzatina di colla spray e far ricadere a pioggia il floccaggio fino ad ottenere il risultato gradito, oppure renderlo fiorito usufruendo del floccaggio colorato.

 

 

Con questa tecnica si possono creare anche i cespugli cascanti, molto realistici e spesso, nella realtà, cadenti dai muri di contenimento lungo le tratte ferroviarie.

 

 

 

Una volta terminato di "trapiantare" cespugli, una spruzzata di bomboletta spray di trasparente acrilico, blocca la caduta dei fiocchi nel tempo. E' anche possibile creare multistrati di cespugli sia in altezza che in profondità.

 

Le foto sono tratte dal modulo GAS TT "Torre Prarola", la cui fotostoria potete leggere QUI.

 


A QUESTO PUNTO NON RESTA CHE AUGURAVI BUON DIVERTIMENTO !!

 

L'autore Diego Sozzi, è a disposizione per domande, curiosità, informazioni e chiarimenti: contattatelo nel FORUM e partecipate alla discussione sulla sua autocostruzione QUI.