Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE UNA PARETE ROCCIOSA CON IL GESSO

di Andrea Altrocchi

Uno dei vari metodi per realizzare delle rocce, è che quello di utilizzare gli stampi in gomma siliconica. Si trovano nei negozi di modellismo a dei prezzi accettabili. Nel complesso è un metodo semplicissimo ed anche economico, visto che lo stampo lo potete utilizzare all'infinito. Anche il gesso stesso, ha un costo assai contenuto.

I più esperti possono addirittura realizzare lo stesso stampo siliconico, ricavandolo da una vera roccia.

In linea di massima preferisco utilizzare il polistirolo ad alta densità (è anche decisamente più leggero) ma nel mio plastico "la valle incantate", alcune pareti rocciose le ho realizzate con il metodo che vado ad illustrarvi.

Qui potete vedere lo stampo dal lato esterno.

Qui invece l'interno.

 

 

Per la realizzazione ho utilizzato del comunissimo "gesso scagliola". E’ un prodotto in polvere fine a presa rapida, di colore bianco/grigio chiaro. Viene utilizzato come riempimento di tracce, buchi , screpolature su pareti e come fissante per supporti.

 

 

Eccolo subito dopo averlo diluito con acqua, il composto non deve essere ne troppo duro ne toppo liquido.

 

 

Viene quindi versato nello stampo.

 

 

Dopo un paio d'ore (anche meno se il clima è secco), la nostra roccia può essere rimossa.

 

 

Eccola in un'inquadratura frontale.

 

Vista da sopra. La roccia può anche essere capovolta, onde evitare di fare rocce tutte uguali.

A questo punto non rimane che la colorazione. A seconda dell'effetto che si vuole ottenere, si sovrappongono le diverse tonalità di colori acrilici. Io sono solito usare una base di grigio, quindi un leggera sporcatura di terra di Siena bruciata (marrone) soprattutto nelle insenature, ed infine una passata "a secco" con del bianco. Quest'ultima operazione si può fare con una spugnetta od un pennello appena sporcato di bianco.

 

 

Ecco l'effetto finale delle rocce nel mio plastico la "valle incantata".

 

 

Qui siamo nella zona a ridosso della stazione di Segrino. Il corpo centrale della roccia è ricavato dallo stampo in silicone, gli "aggiustamenti" laterali, con il polistirolo ad alta densità.