Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

COME REALIZZARE UN PONTE FERROVIARIO CON IL DAS

di Stefano M.

La tecnica utilizzata nella realizzazione di questo ponte è conosciutissima tra i ferromodellisti svizzeri e frutto della tecnica di un famoso fermodellista svizzero purtroppo deceduto qualche anno fa. Tale tecnica è assai semplice e porta facilmente a degli ottimi risultati, senza dovere grattare fughe nel gesso (cosa per altro non proprio salutare) o fare stampi complicati.
Il problema è sempre il solito. I ponti in commercio non hanno le dimensioni che vogliamo, quindi o adattiamo i nostri progetti, oppure ci costruiamo un ponte fai da te. Se poi troviamo un ponte di tipo commerciale il prezzo è spesso proibitivo. Io ho speso circa 3 euro per il legno, 7 Euro per la pasta tipo DAS e 7 Euro per i corrimano della Faller. Il tutto per un ponte che misura 63cm in lunghezza, 11cm in larghezza e 18cm in altezza.

Prima di tutto ho fatto un progetto in CAD e l'ho realizzato in legno...

 

Ho quindi lavorato il DAS ad un spessore di 2mm grazie al ausilio di legni distanziali sui quale appoggiava il mattarello... ...ed ho applicato la pasta sulla struttura in legno, incollandola con colla vinilica
Usando poi una spatola ci ho fatto le scanalature orizzontali. Non troppo regolari, il ponte deve diventare una struttura in pietra naturale. Con lo scalpello poi ho realizzato le righe verticali a simulare i mattoni.
L'aspetto dei mattoni però è ancora poco naturale. E qui viene il tocco magico della tecnica svizzera. Si prenda un listello di legno e lo si spezza in modo irregolare... ... poi si spunzecchia la superficie del DAS in modo meno regolare possibile. Più si spunzecchia e meglio è l'effetto.
Nella foto, sulla parte destra si nota lo spunzecchiamento completato.

E via via si fa tutto il ponte. La massa rimane malleabile per un'ora circa, quindi non scegliere superfici troppo grandi. Tanto le giunzioni tra parte asciutta e nuova sono facili da realizzare.

 

Ecco il ponte quasi finito.

 

 

Adesso basta solo colorare. L'aspetto è già molto naturale che basta solo una sporcatura con del grigio molto diluito. L'aspetto così assomiglia molto ai ponti in svizzera in pietra naturale molto chiara. Io sono andato oltre, dandogli un aspetto da vero ponte della DB invecchiato.

 

 

Dettagli...

 

Questo metodo porta ad un successo quasi sicuro (se ce l'ho fatta io ce la fanno anche i sassi). Certo, essendo il mio primo ponte autocostruito qualche sbavatura qua e la c’è ma è poco evidente e sono certo che... al prossimo ponte riuscirò ad evitarla. In ogni caso l'aspetto in pietra naturale aiuta a nascondere eventuali errori.

Si ringrazia per la concessione di testo ed immagini l'autore ed il sito 3rotaie.it