Home Fotostorie plastici Guide on-line Plastici in diretta Idee per tracciati

BINARIO 21 - Stazione C.le Milano

"Antefatto" della fotostoria "BINARIO 21... un diretto per Auschwitz" di Stefano De Giorgi

Gentili lettori,

premetto che sono un fermodellista novello e come tale, anche se l'argomento sia molto "particolare", desidererei costruire e dedicare la mia manualità alla riproduzione del BINARIO 21 - Milano C.le - destinazione Auschwitz in scala H0.

 

Capisco e mi rendo conto che potrebbe essere più amena la realizzazione di un qualsivoglia diorama raffigurante lo scorcio di un qualsiasi altro progetto ferroviario, ma mi sento veramente spinto e trascinato proprio verso questo poco conosciuto BINARIO 21.

L'idea mi é venuta appena dopo essere stato accompagnato ad Oswieçim da mia moglie Marta, nata e vissuta proprio poco distante il campo di concentramento di Auschwitz Birkenau.

Per certi versi il diorama è già stato "partorito" nella mia mente ed ho già individuato ed ordinato dei personaggi (Preiser) raffiguranti deportati e militari della gestapo/ss.

Mi manca, e qui avrei bisogno della gentile collaborazione di chi sta leggendo tale articolo, di capire e di ricevere preziose indicazioni sulla parte del binario che, tramite un sistema di sollevamento, faceva salire i carri dal piano terra al piano generale della Stazione C.le, per poi essere agganciate alla locomotiva.

La stazione di Milano C.le era infatti dotata, oltre che dei binari principali, anche di binari supplementari, posti al di sotto dei binari principali e al livello di alcune vie limitrofe. Questa stazione al livello inferiore era lunga circa 300 metri e larga quanto il piazzale sovrastante.

Si trattava di una stazione supplementare, utilizzata per servizio merci e postale con binari raccordati fra loro a mezzo di carrelli trasbordatori e collegati con la linea merci situata alla estremità nord della stazione. Erano poi collegati col piano superiore a mezzo di montavagoni destinati al sollevamento dei carri da attaccare ai treni viaggiatori in partenza dal piazzale superiore. Tutti i montacarichi erano in disuso dagli anni '80 e sono stati eliminati durante l'ultima ristrutturazione.

In quei luoghi si trova oggi il memoriale della Shoah di Milano...

Grazie ad un’apposita discussione aperta sul forum GAS TT, sto recuperando parecchio materiale interessante, ma se qualche lettore avesse fotografie dettagliate, immagini, planimetrie, disegni ecc., gliene sarei grato sin d'ora e moralmente riconoscente.

E’ possibile scrivere direttamente QUI, oppure al mio indirizzo mail: info@officinaesapori.it

Procedo ora, nel mostrare,l'evolversi dei lavori del "diorama della memoria".

Giugno 2013

 

Questo primo scatto, documenta la prova della posa di alcuni plinti. Agli stessi ho poi dato una seconda mano di acrilico e poi quella più scura per lo zoccolo.

 

 

Le tre arcate che saranno poste di fronte al carrello elevatore. Le ho realizzate utilizzando la tecnica della stampa su lucido (quelli trasparenti per le lavagne luminose). Per creare il disegno ho utilizzato il software CORELDRAW (un software vettoriale decisamente molto versatile). Una volta create le misure delle finestre o di ciò che si vuole stampare (consiglierei una stampante laser), si duplica il disegno enne volte e semplicemente si procede alla stampa su lucido (consiglierei qualche prova).

 

Con questa tecnica vengono benissimo ed esageratamente particolareggiate le finestrone colorate delle chiese (per quelli non c’é nemmeno il disturbo di disegnarle ma é sufficiente importarle da una qualsiasi immagine di google).

 

Finestre, vetrate, infissi, tende, finestre di stanze buie o poco illuminate, finestroni di rimesse loco, sono di facile realizzazione. Bisogna essere muniti però della solita pazienza certosina...

 

Entrata di un cunicolo secondario posto a lato del carrello elevatore. Visibile il cancello arrugginito e un plinto ancora da ripassare perché si vedono le porosità fatte con la raspa.

 

Un carro visto da dietro con i plinti.

 

 

Lo stesso carro nel quale saliranno i Deportati per Auschwitz in una inquadratura frontale.

 

Agosto 2013

 

Fine dei lavori e pubblicazione della fotostoria "BINARIO 21... un diretto per Auschwitz" che potete leggere QUI.