Home La valle incantata

Plastico ferroviario in scala H0 - la "valle incantata"

MODULO 1  la "valle incantata"

l'idea e la passione per i treni il progetto l'inizio dei lavori
il tracciato la scheda tecnica la galleria fotografica

I lavori del primo modulo hanno inizio nel gennaio del 2005.

La "valle incantata" si sviluppa su quattro livelli.

Come prima cosa abbiamo costruito il piano base rivestendone la parte superiore con del compensato h. 0,5 cm. E’ importante che il telaio sia solido (abbiamo utilizzato listelli 4cm x 4cm con diversi "rinforzi" nella parte centrale), poiché il compensato tende un pochino ad "imbarcarsi".

Successivamente abbiamo anche praticato un’apertura centrale nel compensato (la si può notare ingrandendo la foto sottostante) utile per poter accedere all’interno del plastico per eventuali manutenzioni, aggiustamenti, pulizia binari, modifiche etc...

Abbiamo quindi iniziato la posa del primo livello (percorso A, il più corto ed in discesa) partendo da una altezza di 10,2 cm rispetto al piano base in quanto con una pendenza 3% la quota dell’ultimo binario del primo livello (il punto in cui si unirà con il secondo modulo) è così 0 cm. Successivamente abbiamo costruito dei listelli ad "U" rovesciata e li abbiamo posati con le altezze corrette in ciascun punto. Quindi con del compensato h. 0,5 cm abbiamo costruito la base su cui far poggiare i binari.

Abbiamo quindi incollato le strisce flessibili in sughero per la posa definitiva del materiale rotabile. Trattandosi di un percorso di tipo "elicoidale", occorre fare particolare attenzione in fase di progettazione ai "punti critici".

Abbiamo infatti dovuto apportare delle modifiche rispetto al progetto originario, allungando il percorso di una ventina di centimetri. Analogo lavoro (in verità assai più laborioso) abbiamo svolto per l’impostazione del secondo, terzo e quarto livello (percorso B).

Tutto il tracciato ha pendenza 3%, unica eccezione riguarda i tratti dove sono presenti i tre ponti (il terzo ancora nelle foto non si vede)che sono "in bolla", ovvero senza pendenza.

Ecco alcune delle prime foto scattate: