Home La valle incantata

Plastico ferroviario in scala H0 - la "valle incantata"

MODULO 1  la "valle incantata"

l'idea e la passione per i treni il progetto l'inizio dei lavori
il tracciato la scheda tecnica la galleria fotografica

Alla base del lavoro c’è stato un dettagliato progetto, studiato e ristudiato nei piccoli particolari utilizzando il software WinTrack.

Come detto, lo studio iniziale ha previsto la realizzazione di tre differenti moduli (meglio sarebbe definirli "pannelli" in quanto di misure tra loro differenti).

Il 1° modulo, che ha inizio all’imbocco della stazione principale, è largo cm 130 e profondo cm 120.

Il modulo è stato così nominato in quanto, spesso e volentieri, durante i lavori di realizzazione del diorama, i miei figli (soprattutto Chiara che aveva due anni all'inizio dei lavori) si dilettavano  a giocare con l’omonimo gioco ("alla ricerca della valle incantata") installato sul PC, le cui musiche e la relativa colonna sonora mi tenevano allegra compagnia.

Il modulo centrale (modulo 2 e 3) "la stazione di Segrino" (i lavori sono stati ultimati a fine 2008) comprende la stazione principale ed è largo cm 220 e profondo cm 120.

Essendo a nostro avviso la stazione ferroviaria il fulcro di ogni impianto, lo studio iniziale del tracciato è stato effettuato considerando le dimensioni di una stazione tipica di una città di media grandezza (Kibri B-9366 “Feldafing” 61x19x17 cm). Come detto, la sola stazione occupa più di due metri lineari ed impegna tutto il modulo.

La stazione ha ben sette binari ed è stata realizzata per consentire, come nella realtà, l'accesso sia dei viaggiatori che delle merci e permette, al tempo stesso, di effettuare differenti movimenti ferroviari.

Annesso vi è un magazzino spedizioni con gru di carico, un piccolo scalo industriale rappresentato da una piccola ferriera con deposito di rottami, una fossa d'ispezione per le locomotive, una zona per il carico del bestiame, un posto di blocco, un cantiere di lavoro ed un lunghissimo ponte di viadotto ad un binario sullo sfondo.

Il modulo terminale sinistro (modulo 4 e 5), "Rocca Taccagna"  inizia all’imbocco della stazione principale, è largo cm 150 e profondo cm 120.

E' attualmente in fase di realizzazione. Il tracciato, pur essendo quasi simmetrico rispetto al primo modulo, è comunque più vario rispetto ad esso.

In particolare esiste un'ulteriore stazione di periferia ("Rocca Taccagna" che trae spunto da una fortunata serie di libri per ragazzi e che nella foto ancora non si vede) a due binari di transito che permette la possibilità di un "raddoppio della linea", che nel primo pannello non è stato possibile per motivi di spazio.